Notizie

F1 più green: nel parco del Gran Premio di Monza piantati 10.000 alberi per combattere le emissioni di CO2

Oggi sono davvero numerosi gli appassionati di motori che stanno attendendo l’avvio del Gran Premio di Formula 1 a Monza. Ma c’è anche un’altra notizia, a contorno del fatto sportivo, che naturalmente non ci è sfuggita.

F1 più green: nel parco del Gran Premio di Monza piantati 10.000 alberi per combattere le emissioni di CO2

La notizia è che, grazie a un accordo tra l’Automobile Club d’Italia ed Eco Store, le 12.000 tonnellate di Co2 emesse dal Circus di F1 durante il Gran Premio d’Italia a Monza saranno compensate con la piantumazione di ben 10mila alberi.

Se non è stato ancora possibile rendere le auto che corrono in Formula Uno più ecosostenibili, e con esse tutte le attività che concorrono durante una gara, si è pensato, almeno è possibile rendere più ecologica la pista.

SPECIALE: Formula E: la nuova formula 1 per auto elettriche?

L’operazione, patrocinata dal ministero dell’Ambiente, e’ interamente sostenuta da Eco Store e finanziera’ anche progetti nel settore dei biocarburanti e delle energie rinnovabili, oltre a promuovere azioni di tutela ambientale.

Entusiasta l’amministratore unico di Eco Store, Alessandro Gerardi, per il quale: “trasformare un evento come un Gran Premio di Formula 1 in uno spettacolo a impatto zero e’ una iniziativa che rientra alla perfezione nella nostra filosofia di azioni concrete per il rispetto dell’ambiente e l’ecosostenibilità“.

Speriamo che questa iniziativa tutta italiana sia emulata in altri circuiti del mondo….

Altri articoli che ti potrebbero  interessare:

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close