Gatti

Gatto nano: scopriamone le caratteristiche e il carattere

Tutte le razze di gatto nano, dimensioni carattere e prezzo di questo micio

Sei alla ricerca di un micio per la tua famiglia? Vuoi regalare un gattino ai tuoi bambini? Ti manca un 4 zampe a casa ma lo spazio è davvero ridotto? Cerchi le razze di gatti piccoli? Se hai desiderio di aprire la tua casa a un animale domestico piccolo e vivace, forse una varietà di gatto nano fa proprio al caso tuo.

Gatto nano: scopriamone le caratteristiche e il carattere

Il gatto nano sembra rimanere cucciolo a tutte le età, è coccolone e simpatico. In Italia è ancora poco conosciuto, ma inizia a farsi strada tra i pets più amati.

Caratteristiche del gatto nano

La dimensione ridotta e la loro simpatia li rende speciali ed unici. Ma cosa c’è da sapere sui gatti nani? Vediamo insieme le principali caratteristiche di questi gatti di dimensioni ridotte.

Le dimensioni

Oltre alle dimensioni ridotte, i gatti nani possono presentare diverse caratteristiche in base alla razza di origine. In generale, hanno un corpo proporzionato, con zampe corte e una testa tonda.

Gatto nano adulto 

Un gatto nano adulto raggiunge la sua piena maturità intorno ai 12-18 mesi. Un gatto nano adulto misura tra i 20 e i 30 cm di lunghezza. Il peso varia dai 2 ai 5 kg, mentre l’altezza si aggira intorno ai 20 cm.

A questa età, il gatto avrà finito di crescere e la sua dimensione sarà quella definitiva.

Quali razze sono definite gatto nano

Partiamo con il dire che non esiste una vera e propria razza di gatto nano, ma diverse razze possono presentare la stessa peculiarità: ovvero le zampe così corte da farli soprannominare gatti bassotto.

Qui gli esemplari più noti compresi in questa categoria: esteticamente molto diversi, con provenienze lontane e con inclinazioni caratteriali e fisicità altrettanto variegati.

Munchkin nano

Si tratta della razza più conosciuta di gatto nano caratterizzata zampe corte, di cui quelle anteriori di poco più corte delle posteriori e un corpo allungato.

Per i più fisionomisti, il Munchkin ha il muso molto simile allo Shorthair e la pelliccia folta e lunga di un Maine Coon. Esistono sono anche Munchkin senza pelliccia, come gli Sphynx.

Il gatto Munchkin, ha una lunghezza che parte dai 15 centimetri fino ai 23 centimetri. Il peso va dai 2 o 3 kg per le femmine e arriva fino ai 3 o 4 kg per i maschi.

gatto nano
Il Munchkin è probabilmente la razza di gatto nano più nota.

Curiosità sul gatto nano Munchkin

Vi sembra di aver già sentito il nome Munchkin? Prende ispirazione dai nani presenti nel romanzo de Il Mago di Oz!

Gatto Singapura

Questa razza di gatto nano è tra le più piccole al mondo, la sua origine è asiatica. Gli esemplari Singapura hanno a un corpo snello e muscoloso, testa arrotondata con grandi occhi a mandorla e orecchie grandi e appuntite. Il pelo è corto e setoso, di colore seppia con il ventre più chiaro.

La sua lunghezza può arrivare fino addirittura a 41 centimetri, ma il peso si aggira sempre intorno ai 3 kg.

Il Singapura non ama particolarmente la compagnia degli esseri umani, fondamentalmente perchè ne ha paura e per questo, in presenza di estranei, può diventare molto timido, scappare e nascondersi. Solamente con i padroni che imparara a conoscere diventa molto affettuoso.

gatto nano: gatto Singapura
Un bellissimo esemplare di gatto Singapura

Gatto Napoleon

Il Napoleon è un favoloso incrocio tra il Munchkin e il Persiano: ha zampe corte e un mantello folto. Il gatto Napoleone, noto anche come Minuetto, ha una testa larga, con orecchie grandi e occhi espressivi. Può avere il pelo corto o lungo.

I tecnici non lo considerano un vero gatto nano. Tuttavia, è conosciuto così per la sua statura molto piccola. Alto circa 20, 30 cm, ha una lunghezza massima di 30 cm e arriva a pesare 2-4 kg

Il suo carattere è giocherellone, intelligente e molto affettuoso, perfetto in famiglia con bambini.

Gatto Dwelf

Una razza di gatto nano con zampe corte e un corpo robusto è il Dwelf. Le zampe anteriori sono leggermente più corte di quelle posteriori e ha una bellissima coda a lunga. La peculiarità del Delf sono le sue grandi orecchie curve verso l’interno, che lo fanno soprannominare il “gatto elfo”.

Pesano tra i 1,8 e 3,6 kg e sono alti massimo 25 cm.

Il carattere di un gatto nano

I gatti piccolissimi, o nani, sono coccoloni, affettuosi, vivaci e curiosi. Amano stare in compagnia e si affezionano molto al loro padrone.
Sono gatti molto intelligenti e facili educare.

Se li volete fare felici mettetegli a disposizione tiragraffi o costruite percorsi di gioco.
Si divertono a esplorare, arrampicarsi e nascondersi in ogni pertugio della casa e del giardino. Vivono bene in appartamento.

Il gatto nano in famiglia

I gatti nani sono ottimi animali da compagnia per tutta la famiglia. Sono socievoli e amano giocare con i bambini.

Attenzione, non amano però la solitudine, quindi se andate in vacanza portateli con voi. Se avete altri animali domestici in casa, non preoccupatevi perchéé vanno d’accordo con tutti.

Gatto nano: cure e attenzioni

I gatti nani non necessitano di cure particolari rispetto ad altri gatti. È importante però fare attenzione alla loro alimentazione, per evitare problemi di salute legati al sovrappeso e al metabolismo più veloce.

Di cosa soffrono?

I gatti di queste razze piccolissime non sono particolarmente delicati, anzi sono gatti vivaci e resistenti. Ci sono tuttavia delle patologie più frequenti che di cui possono soffrire:

  • lordosi: si tratta di una malformazione della spina dorsale che fa apparire il micio come curvato nella zona della schiena. Purtroppo gli animali che presentano questo problema di salute di solito non superano il terzo anno di vita
  • pectus excavatum: è una malattia che può portare alla morte per asfissia. Questo accade se il le costole del torace del gattino si curvano eccessivamente verso l’interno del corpo
  • artrosi: i gatti nani hanno uno scheletro fragile e la loro ossatura fa fatica a sopportare il peso eccessivo. Bisogna quindi avere cura dell’alimentazione ed evitare che il gattino ingrassi troppo
  • L’obesità è il rischio principale per questi mici, per questo è consigliabile fare molta attenzione a quello che mangiano. Meglio acquistare sempre mangime di qualità, e meglio se grain free, con molte proteine animali (carne o pesce).

Quanto vive un gatto nano

Un gatto nano ha un’aspettativa di vita media di 12-15 anni. Tuttavia, alcuni gatti possono vivere anche fino a 20 anni o più. Proprio come altre razze feline.

gatto nano
I gatti con queste specificità sono apprezzati per la loro dimensione compatta e il loro aspetto unico.

Quanto costa un gatto nano

Il costo di un gatto nano varia a seconda della razza, dell’allevamento e delle sue caratteristiche. In generale, il prezzo si aggira intorno ai 1000 euro, ma può raggiungere anche i 3000 euro per gatti di razza pregiata.

  • Il gatto Munchkin, ad esempio, può arrivare a costare fino a 800 euro. Dipende dal tipo di incrocio con cui è stato ottenuto
  • Il prezzo del Singapura non supera i 2.500 euro
  • Il Napoleon è la razza più costosa e può arrivare a 3.000 euro
  • Il prezzo del Delf è difficile da stimare con precisione, poiché non si tratta di una razza ufficiale riconosciuta dalle associazioni feline internazionali. Di conseguenza, non esistono allevatori certificati di gatti Delf e la loro riproduzione avviene principalmente in modo amatoriale. In generale, ci si può aspettare di pagare tra 500 e 1.500 euro per un gatto Delf.

Cosa sapere prima

Prima di acquistare un gatto, assicurati di verificare che sia un allevamento serio, dove tutto si svolga a norma e che gli animali siano sani e trattati dignitosamente, con le giuste cure, attenzioni e affetto.

Verifica anche se i genitori del cucciolo possiedono tutti i documenti necessari, tra cui il pedigree. È possibile acquistare i gatti anche da privati. In Europa, il luogo in cui trovare più facilmente questi felini è la Francia.

Giovanna Ferraresi

Giovanna Ferraresi  Siciliana di nascita e milanese di adozione, s'impegna con passione e voglia di imparare. Fino dal 2011 segue la sua attitudine, la scrittura. Lavora come web editor free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche di architettura e scrive di edilizia e architettura per 'Imprese Edili' e architetturaecosostenibile.it È appassionata di bioedilizia e architettura sostenibile. Anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare ed è esperta di bellezza naturale e autoproduzione cosmetica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio