Le Murge, per una vacanza slow a contatto con la natura e la storia

di Eryeffe del 18 aprile 2012

Trascorrere qualche giorno lontani dal tran-tran della vita quotidiana, magari in un luogo ricco di storia e di itinerari suggestivi tutti da percorre… chi non lo ha desiderato almeno una volta nella vita?
Per realizzare questo sogno non serve andare molto lontano. La nostra penisola, infatti, è ricca di territori dal fascino intramontabile, ricchi di testimonianze storiche ed artistiche, oltre che di assoluto pregio dal punto di vista naturalistico, che aspettano solo di essere scoperti e dove vale la pena fermarsi anche solo per pochi giorni.

Le Murge, per una vacanza slow a contatto con la natura e la storia

Qualche esempio? Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia potrebbe rivelarsi la meta ideale per chi ha voglia di concedersi un momento di sano riposo e viversi la vacanza in maniera veramente ‘slow’. E per i più dinamici, nulla di meglio che partire alla volta di questo magico territorio in macchina o in moto per non perdersi le suggestive tappe offerte dal percorso.

SPECIALE: trova le migliori sistemazioni nelle Murge tra gli agriturismi biologici censiti da TuttoGreen

Partendo da Brindisi si arriva in breve a San Vito dei Normanni, nella parte settentrionale della pianura salentina, famoso soprattutto per il suo centro storico medievale. Percorrendo qualche chilometro in direzione nord si raggiunge facilmente la bella Ostuni (detta anche ‘città bianca’ per via del suo centro storico che un tempo era completamente dipinto in calce bianca) dominata dalla meravigliosa cattedrale medievale. Proseguendo sulla strada provinciale, si incontrano paesini come Cisternino, Locorotondo e Alberobello con i suoi famosi trulli.

E se la stanchezza comincia a farsi sentire potreste fermarvi a dormire per una o più notti proprio in un trullo grazie agli alberghi diffusi sparsi sul territorio che offrono soggiorni in trulli completamente ristrutturati e completi di tutti i comfort. Alcuni di questi sono ubicati nel cuore del centro storico di Alberobello le cui antiche mura accolgono ristoranti e trattorie dove assaporare i sapori unici di questa terra. Pronti per rimettersi in viaggio?

Le tappe successive di questo percorso saranno Noci, Gioia del Colle e Altamura che dà accesso al territorio dell’Alta Murgia e a, il famoso castello federiciano che dal 1996 è stato inserito dall’UNESCO nella lista dei siti considerati patrimonio storico dell’umanità.

Visitare il Parco dell’Alta Murgia si rivelerà un’esperienza unica, a contatto con la natura, in un ambiente suggestivo e fuori dal tempo, che grazie ai suoi sei percorsi tematici (ideali per gli amanti del trekking) non mancherà di regalarvi emozioni inaspettate.

Vedi anche:

Dal Forum di TuttoGreen:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment