Notizie

Legge sull’ecocidio: vota anche tu

Considerare i reati ambientali più gravi come crimini contro l’umanità: non è solo un’ipotesi ma una proposta concreta arrivata di recente sul tavolo dell’Unione Europea che mira a far classificare l’ecocidio un reato a tutti gli effetti.

Legge sull’ecocidio: vota anche tu

Ad avanzare la richiesta ci hanno pensato due organizzazioni mondiali che da tempo si battono per la difesa degli ecosistemi e dell’ambiente, vale a dire l’International Academy of Environmental Sciences e la Fondazione Sejf che ha sede a Venezia e i cui rappresentanti hanno incontrato  pochi giorni fa a Bruxelles gli eurodeputati di Globe International, l’organizzazione internazionale che offre sostegno economico e politico ai paesi che si battono per sviluppare una legislazione adeguata alla tutela ambientale.

PER APPROFNDIRE: Dall’affondamento della nave da crociera Concordia al concetto giuridico di disastro ambientale

L’obiettivo, infatti, è quello di imporre una classificazione più severa dei reati perpetrati contro l’ambiente e far sì che i diritti della Terra – e con essi quelli dei cittadini che la popolano – vegano tutelati a tutti i livelli, con pene molto più severe che travalichino i confini nazionali.

Secondo i sostenitori dell’iniziativa, i reati compiuti a danno degli ecosistemi comportano quasi sistematicamente la distruzione delle risorse vitali della terra, andando ad alimentare povertà, tensioni sociali e fame. Distruggere l’ambiente, dunque, equivale a distruggere l’umanità, un crimine che non può essere pagato con multe esemplari o rimborsi dei danni a breve termine.

Per maggiori info: https://eradicatingecocide.com/

Leggi anche:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button