MEG, la serra fai da te con software open source per migliorarne le prestazioni

di La Ica del 7 dicembre 2014

Avete mai pensato ad una  serra fai da te in cui le eventuali migliorie possono essere condivise con altri pollici verdi e in cui un software ci dice quali parametri servono a far crescere al meglio le nostre piantine?

È stata creata da Yradia, la serra fai da te per interni automatizzata che gli amanti delle piante possono cambiare e migliorare a proprio piacimento, dall’idea di una società italiana che lo scorso anno si è aggiudicata il premio Euroluce alla Milan Design Week.
Si chiama MEG e sta tutta in poco spazio: il suo obiettivo? Dare la possibilità a tutti gli appassionati del verde di condividere le proprie informazioni riguardanti le colture indoor.

MEG, la serra fai da te con software open source per migliorarne le prestazioni

LEGGI Come controllare da remoto il sistema idroponico in casa

Tutto ciò che serve è un programma in CAD (2D o 3D), il software Arduino IDE, che può essere scaricato in versione beta online, e un lettore di file .pdf; sul sito ufficiale dell’azienda creatrice, basterà infine, dietro un piccolo contributo, scaricare tutti i codici sorgente necessari. Il sistema MEG contiene infatti tutte le informazioni necessarie per poter crescere adeguatamente una o più piantine.

Si tratta di parametri-chiave raccomandati che riguardano, ad esempio, le fonti di luce, il tipo di terreno e di irrigazione necessarie, oltre che della ventilazione. Questa mini-serra automatizzata possiede anche un sistema di luci a LED che possono essere modificate secondo lo spettro di riferimento, a proprio piacimento. Stesso discorso per la serra, che può essere personalizzata e modificata nelle definizioni, come fosse un vero e proprio programma per pc.

SAPEVI CHE Quando la serra verticale si tinge di rosa le piante crescono più?

Oltre ad occupare poco spazio, MEG consuma quanto una comune tivù a schermo piatto.
In pratica in una scatola di 80×70 centimetri troverai già tutto quello che ti serve: le luci, il serbatoio per i nutrienti, 4 ventole e, naturalmente, oltre alle strumentazioni per dare e ricevere energia, anche lo spazio necessario per contenere tutte le informazioni digitali relative alla tua serra, tra cui anche il suo indirizzo IP e la connessione wireless, che ti permetterà di rimanere in contatto con gli altri utente-pollice verde del mondo.

MEG può esere regolata e controllata in remoto; e se sei un esperto in programmazione, puoi decidere di modificare hardware e software della tua serra, perché funziona come un vero programma open source, ovvero come un software in cui tutti i detentori di diritto possono metterci le mani per migliorarlo e senza licenze.

Potrebbe interessarti anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment