Ambiente

Vista aerea del cratere Nabiyotum nella zona del Lake Turkana

Il grande lago tra il Kenia e l'Etiopia nasce da

Vogliamo darvi delle foto fantastiche di un cratere, il Nabiyotum, situato nella zona del Lake Turkanan al confine fra Kenia ed Etiopia. Situato su di un’isola nel Lake Turkana, è considerato il lago più grande del Kenya ed il lago desertico più grande del mondo. L’isola è nota come Central Island ed è una delle tre principali del lago. Central Island è anche un parco nazionale, noto come Central Island National Park.

Vista aerea del cratere Nabiyotum nella zona del Lake Turkana

Il cratere si trova nel più grande lago etiope, il Lake Turkana, che è sempre più soggetto a significativi cambiamenti ambientali, compreso il ritiro delle acque a causa di vari fattori, come l’uso eccessivo delle risorse idriche e i cambiamenti climatici.

Il cratere Nabiyotum è un cono di tufo situato nel Lake Turkana, nella zona nord-occidentale del Kenya. Fa parte del vasto sistema vulcanico del Great Rift Valley, una grande frattura geologica che si estende dall’Africa orientale fino al Medio Oriente.

Si è formato a seguito di eruzioni vulcaniche che hanno avuto luogo nel Pleistocene, un’epoca geologica che va da circa 2,6 milioni a 11.700 anni fa. È uno degli esempi più spettacolari di un cono di tufo intatto, una struttura rocciosa composta da ceneri vulcaniche e frammenti di pietra pomici che sono stati cementati insieme.

Questi cambiamenti hanno un impatto sulla biodiversità del lago e sulle comunità umane che dipendono dalle sue risorse. Sebbene il cratere Nabiyotum stesso non sia attualmente attivo, l’Isola centrale ha tre crateri vulcanici attivi che indicano che la regione è ancora geologicamente attiva.

Il Lake Turkana e le sue isole ospitano una ricca biodiversità, inclusi coccodrilli del Nilo, ippopotami e numerose specie di uccelli. L’area è importante per la conservazione e lo studio della fauna selvatica.

Il Lago Turkana e i suoi dintorni sono stati riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, non solo per il loro valore naturalistico, ma anche per l’importanza archeologica. La regione è nota come “la culla dell’umanità” per i numerosi fossili di ominidi e strumenti litici che sono stati scoperti, testimoniando alcune delle fasi più antiche dell’evoluzione umana.

 

Rossella Vignoli

Fondatrice e responsabile editoriale, è esperta di bioedilizia, design sostenibile e sistemi di efficienza energetica, essendo un architetto e da sempre interessata al tema della sostenibilità. Pratica con passione Hatha yoga, ed ha approfondito vari aspetti dello yoga. Inoltre, è appassionata di medicina dolce e terapie alternative. Dopo la nascita dei figli ha sentito l’esigenza di un sito come tuttogreen.it per dare delle risposte alla domanda “Che mondo stiamo lasciando ai nostri figli?”. Si occupa anche del sito in francese toutvert.fr, e di designandmore.it, un magazine di stile e design internazionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio