Abu Dhabi, inaugurato l’impianto solare più grande al mondo

di Claudia Raganà del 21 aprile 2013

Può quasi sembrare un paradosso che nell’area del mondo più ricca di giacimenti petroliferi, la penisola araba, si facciano importanti investimenti in energie rinnovabili e pulite. Invece è proprio così, almeno nei contesti maggiormente proiettati verso il futuro, dove pian piano si sta costruendo un modello che possa rimanere in piedi nell’epoca post-petrolio che prima o poi giungerà.

Una sorta di scambio tra l’attuale rendita petrolifera e un futuro rinnovabile, che in fondo appare inevitabile nel lungo periodo.

E’ di poche settimane fa la notizia dell’inaugurazione, ad Abu Dhabi, dell’impianto di energia solare più vasto del mondo, sviluppato dalla compagnia energetica Shams e di proprietà di Masdar, Abengoa Solar e Total.

Progetti innovativi ad Abu Dhabi, leggi anche:

L’impianto copre un’area di circa 4km quadrati e, secondo quanto dichiarato dalle società proprietarie, sarà in grado di generare elettricità atta a soddisfare il fabbisogno di 20.000 abitazioni del paese.

Shams 1 ridurrà le emissioni di CO2 nell’atmosfera per 175.000 tonnellate l’anno, che per essere compensate avrebbero richiesto 1,5 milioni di nuovi alberi.

Grazie a Shams 1, Abu Dhabi traguarderà l’ambizioso target di produzione di energia tramite fonti rinnovabili, fissato al 7% del fabbisogno energetico totale del paese.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *