Cosa succede ad un pezzo di città quando viene pedonalizzato? Come al lungosenna, dove camminare senz’auto è diventata realtà!

di La Ica del 23 ottobre 2013

Cerchi un po’ di riposo dopo un’estenuante giornata passata tra gli Champs-Élysées e il Museo d’Orsay? Il Lungosenna è il posto ideale: una catena di luoghi per riposarsi, godersi il sole, giocare, assistere ad uno spettacolo, mangiare, passeggiare lunga oltre 2 km…

SCOPRI COME E’! ECCO TUTTE LE FOTO:

Guarda le foto

Infatti il 19 giugno 2013 la rive gauche, la riva sinistra del viale che costeggia la Senna, viene ufficialmente svelata alla popolazione in tutta la sua pedonale bellezza: 2,3 km che si estendono dal ponte de l’Alma al porto di Solférino, circa 1.800 m² di giardini galleggianti ripartiti tra cinque isole artificiali e altrettante passerelle.

VEDI ANCHE: Parigi e la lotta allo smog: via le auto dal lungo Senna!

La pedonalizzazione della riva destra era già stata avvenuta nell’estate del 2012, per quanto accessibile alle auto solo per un tratto di 1,5 km, dall’Hotel de Ville fino al porto dell’Arsenale. Oggi invece il lungosenna sinistro è al 100% pedonabile e ciclabile; con 3 sono stazioni Vélib’ (il bike-sharing di parigi), presenti presso ciascun porto.

Un’infilata di luoghi da vivere a misura di piedi…

Vorresti riposarti dopo aver visitato il meraviglioso Museo d’Orsay? Ecco l’Emmarchement, 600 posti disposti ad anfiteatro, perfetto per una pausa veloce in compagnia, davanti ad uno dei panorami più belli della città.

Ti piace leggere un libro in tutta tranquillità? Ecco le Mikado, panchine in legno di quercia disposte a mò di Tetris lungo tutta la passeggiata. Vorresti prenderti un pò di relax e magari prendere il sole in estate? Il lungosenna è disseminato di angoli verdi con in sottofondo la selezione musicale di Radio Nova e TSF Jazz in filodiffusione.

Vorresti fare un riposino in santa pace e sicurezza? Prenota uno Zzz; un container in metallo e vetro in cui poter dormire o rilassarsi per un’ora e mezza (ogni mercoledì, sabato e domenica).

SCOPRI: le città più ‘amiche’ dei pedoni

E Paris Plages? L’inconfondibile ‘spiaggia’ (in cemento, sabbia ed erba) lungo la Senna rimane tra il viale Georges Pompidou e la Villette sulla rive droite, con la sue inconfondibili chaise-longue. Tra sport (beach volley, basket, ping pong e zumba) e corsi di ballo (balli da sala e caraibici), l’estate parigina è piena e soprattutto: gratuita! E d’inverno? Niente paura, il Lungosenna pullula di attività ricreative anche nei mesi meno caldi.

Corsi (yoga, tai-chi, pilates), installazioni, esibizioni (anche serali); passatempi sportivi e parasportivi per grandi e piccini!  C’è una parete d’arrampicata per bambini dai 3 ai 10 anni, una (mini)pista di atletica, e una rampa da 12×6 per skateboard, BMX, e roller blade. Ci sono anche le strutture fitness distribuite lungo tutto il percorso e puoi farti seguire da un personal trainer o seguire un corso di atletica.

Tuo figlio compie gli anni? Portalo alle tende! Puoi prenotare per un’ora e mezza una tenda da vero pellerossa per ospitare fino a 10 amici. Porta il cibo, ai giochi pensano loro; campana, scacchi, e un’enorme lavagna per scrivere e disegnare!

PERCHE’ NON ANDARCI IN VACANZA? Tutti in sella: ecco 300 km di piste ciclabili tra Londra e il Tamigi

E per te? Fatti sciogliere i nervi della schiena, braccia, mani, viso e collo da massaggiatori esperti; presso il Port du Gros Caillou, dieci minuti per sette settimane, e sarai come nuovo! Ti è venuta fame? Sono ben 7 i punti di ristorazione, divisi equamente lungo tutto il percorso pedonale, tra fissi (sulle terrazze galleggianti) e mobili (sulle chiatte); bar, ristoranti e tavoli da pic-nic.

Un progetto costato in totale 35 milioni di euro. Ai quali se ne aggiungono altri cinque per la manutenzione e l’utilizzo delle strutture ivi realizzate. Un costo decisamente contenuto, per gli interventi compiuti e i professionisti assunti, se si considera oltretutto il fatto che l’architettura e le molte attività sono gratis per tutti. Uno spazio pubblico perfettamente equipaggiato per e in funzione del tempo libero, in uno dei luoghi più conosciuti, amati ed utilizzati di Parigi, non solo dai turisti, ma dai parigini stessi; un piacevole punto di ristoro cittadino: vista magnifica, immerso nel verde, ed ora anche traffic free!

SCOPRI COME E’! ECCO TUTTE LE FOTO:

Guarda le foto

Ecco quello che succede in un tratto di città dove fioo a due mesi fa sfrecciavano le auto ad alta velocità, e i pochi passanti correvano verso la metro più vicina, incuranti del panorama e della splendida città in cui hanno la fortuna di abitare.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *