Nel 2052 rischiamo di estinguerci se non diminuiamo i consumi, ne parla un libro di Jorgen Randers

di Erika Facciolla del 20 maggio 2013

Sono a dir poco catastrofiche le previsioni sul destino dell’umanità formulate da Jorgen Randers nel suo nuovo libro ‘2052: scenari globali per i prossimi 40 anni pubblicato in Italia da Edizioni Ambiente. Il professore norvegese, esperto nel campo degli studi futuri, dinamiche di sistema e pianificazione di questioni climatiche, afferma che ‘se l’umanità non abbasserà drasticamente il consumo di risorse e materie prime la sua sopravvivenza, nel breve termine, potrebbe non essere garantita ’.

LEGGI ANCHE: Il ‘Bene Comune’: economia per un pianeta affollato, il libro di Jeffrey Sachs

Nel suo studio, condotto con l’ausilio di altri 30 esperti, Randers sottolinea che nei prossimi 40 anni la situazione potrebbe precipitare, considerando che la condotta economica e politica dei paesi industrializzati e in via di sviluppo non sembra compatibile con i provvedimenti urgenti in materia ambientale e climatica che occorrerebbe adottare fin da subito per salvare le sorti delle future generazioni.

Un quadro allarmante, quello descritto dallo studioso, in cui si evidenzia l’eccessivo sfruttamento delle risorse della terra e degli oceani e il costante aumento delle emissioni di gas serra che potrebbe degenerare in un rapido collasso entro il 2052.

POTREBBE INTERESSARE: ‘Il bene comune della terra’ è un libro di Vandana Shiva

Ciò che preoccupa di più gli esperti è la lentezza con cui l’umanità sembra rispondere a simili emergenze: se non saremo in grado di prendere coscienza dei limite invalicabile al quale abbiamo condotto il Pianeta, infatti, il declino potrebbe essere inevitabile.

Ciò significa che il numero dei poveri potrebbe arrivare a 3 miliardi su 8,1 miliardi di persone (il picco previsto per il 2042), l’infertilità nelle aree urbane aumenterà, il Pil globale calerà, mentre le emissioni di anidride carbonica continueranno a crescere provocando un aumento delle temperature di 2 gradi in più rispetto al passato.

LEGGI ANCHE: Allarme FAO: acqua sempre più scarsa

Per invertire tale tendenza e il verificarsi di uno scenario ‘apocalittico’ è necessario un cambio di rotta repentino e immediato da parte di tutti gli attori coinvolti.

Occorrerà ridefinire le strategie economiche intorno alla tutela del patrimonio naturale e varare leggi che costringano i mercati a finanziare provvedimenti urgenti per contrastare i cambiamenti climatici. La posta in gioco, del resto, è altissima…

Dettagli del libro
Titolo: 2052: scenari globali per i prossimi 40 anni
Autore: Jorgen Randers
Pagine: 336 pagg
Prezzo: 18,75 euro
Anno pubblicazione: marzo 2013
Editore: Edizioni Ambiente
ISBN: 9788866270669

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *