Crociere peggio dei viaggi in aereo dal punto di vista sostenibilità?

di Alessia del 23 maggio 2011

Le crociere: un mondo galleggiante in miniatura, arredamento sfarzoso, palestre, piscine, addirittura campi da golf.
Ma avete mai pensato quanto costi in termini ambientali tutto questo lusso?

I motori di una singola nave da crociera emettono ogni giorno polveri sottili e zolfo pari a 10.000 automobili. Anche quando sono attraccate ai porti, le navi devono mantenere accesi i generatori necessari alla produzione di elettricità per i locali interni.
Senza contare i rifiuti prodotti e le acque reflue, non sempre trattate correttamente, anche a causa di una legislazione a maglie larghe in diversi paesi sul tema.

Il problema non è comunque nuovo agli esperti del settore. Nel 2005 il CCR (Centro Comune di Ricerca) di Ispra aveva fatto installare su una nave della famiglia Costa Crociere una centralina in grado di monitorare il livello di inquinanti immessi nell’atmosfera. I risultati hanno dimostrato come sul livello del mare sia presente una quantità di ozono notevolmente superiore alla media.

Anche nel 2003 una organizzazione non profit, la Oceana, fece partire una campagna contro l’inquinamento causato dalle navi da crociera con la finalità di mettere pressione sulla Royal Caribbean Cruise Lines, la seconda società nel mondo per numero di navi da crociera dietro alla Carnival, per migliorare le sue pratiche di trattamento dei rifiuti.
Va detto che l’anno successivo, nel 2004, Royal Caribbean inaugurò una nuova tecnologia avanzata di trattamento delle acque reflue sulle proprie navi da crociera.

In ogni caso, il problema è stato risollevato proprio in questi giorni, in occasione dell’inaugurazione della nave da crociera più grande del mondo, la Royal Caribbean Oasis of the Seas. L’organizzazione Amici della Terra ha presentato una relazione in cui ribadisce come, nonostante l’interesse manifestato in questi anni, i livelli attuali dell’inquinamento atmosferico e marittimo siano ben lungi dall’essere rassicuranti.

Il record di inquinamento prodotto dalle navi da crociera dovrebbe invece fare riflettere sulla necessità dell’adozione di soluzioni di risparmio energetico e abbattimento delle sostanze inquinanti anche su queste “città dei mari”.
Noi che ci interroghiamo sull’impatto ecologico delle nostre vacanze e che siamo responsabili delle nostre scelte, intanto, non possiamo che prendere atto del fatto che ci sono forme di vacanze ben più sostenibili della crociera.

Outbrain

{ 1 comment… read it below or add one }

monica maggio 30, 2011 alle 4:03 pm

Se volete trascorrere una bella crociere senza tutte queste paura di scegliere sbagliato oppure spendere tanti soldi e avere il dubbio se tutto ti vada come tu hai richiesto, fate come me visitate il sito viaggi http://www.lastminutebest.it e li troverete le risposte alle vostre domande.
Su questo sito viaggi io ho sempre prenotato le mie vacanze e mi sono sempre trovata alla grande in quanto si risparmia e hanno sempre dei pacchetto last minute x i miei gusti e esigenze.
fatevi fare un preventivo a vostra scelta e vedrete ke dopo comodi comodi da casa non avrete più problemi di dover scendere x andare in agenzia 🙂 ciao a tutti

Rispondi

Leave a Comment