Viaggi e vacanze

Eco-vacanze nelle Alpi Apuane, sulla ‘montagna vuota’

Se durante l’estate deciderete di trascorrere qualche giorno in Toscana, un itinerario interessante da percorre immersi nella natura incontaminata delle Alpi Apuane potrebbe essere quello offerto dal Monte del Corchia, dove cunicoli, gallerie, strettoie, passaggi ‘segreti’ e laghetti nascosti tra le rocce di questo affascinante complesso carsico vi condurranno dritti fino alla ‘montagna vuota’, una delle più importanti grotte d’Italia.

Eco-vacanze nelle Alpi Apuane, sulla ‘montagna vuota’
antro-del-corchia
Monte del Corchia, fatto di cunicoli, gallerie, strettoie, passaggi ‘segreti’ e laghetti

Non solo una grotta: la ‘montagna vuota’ del Monte del Corchia rappresenta un sito di interesse naturalistico veramente unico nel suo genere, la cui estensione spazia per 150 chilometri e i cui dislivelli arrivano a raggiungere anche 1200 metri di altezza.

Un percorso incredibile, sia dal punto di vista geologico che ambientale, fattibile per molti tratti solo se accompagnati da una guida esperta.

corchia1
Vista delle Alpi Apuane nella zona di Levigliani

Leggi anche: Andar per Lunigiana

Come si arriva. Arrivare all’Atrio del Corchia è abbastanza semplice. Si trova nei pressi del comune montano di Stazzema, nella Versilia Storica. Nelle vicinanze sorgono Sant’Anna (nota per le sorgenti d’acqua) e Levigliani, un piccolo centro abitato arroccato sul versante meridionale del Monte che negli anni è diventato il luogo di ritrovo dei tanti visitatori, appassionati della montagna e speleologi. Siamo nelle splendide valli che incorniciano la Versilia, la Lunigiana e la Garfagnana, in uno dei comprensori più affascinanti della Toscana nord occidentale. Con i suoi ambienti sotterranei così preziosi e ben conservati, la ‘montagna vuota’ è considerata un vero paradiso dagli speleologi e attira centinaia di visitatori sin dal 1840, anno in cui Giuseppe Simi e suo figlio Emilio l’attraversarono per la prima volta.

grotta delv ento
Eco-vacanze nelle Alpi Apuane,dentro la cosiddetta ‘montagna vuota’ ci sono delle grotte incredibili

Arrivando all’Antro del Corchia, la prima cosa che si incontra è la Buca d’Eolo, un antro del monte in cui i venti che si incanalano arrivano a soffiare ad una velocità di 85 km/h. Da quel punto partono 53 km di cunicoli e sentieri cavernosi tracciati, i cui tratti più impervi sono percorribili dai turisti inesperti solo in presenza di guide del luogo.

Per tutte le informazioni sugli itinerari e i percorsi e per prenotare una visita guidata alla Montagna Vuota visitate il sito www.antrocorchia.it.

Potrebbe piacerrti:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close