La foresta ti ha, la storia di un’iniziazione ai misteri dei pigmei e della foresta, libro di Luis Devin

di Simona Treré del 13 febbraio 2013

L’antropologo e scrittore Luis Devin, nel suo libro “La foresta ti ha”, documenta un’avventura straordinaria in un mondo che sta velocemente mutando, quello della foresta africana e dei popoli che la abitano.

Il libro-reportage racconta la storia realmente vissuta dallo scrittore, che ha abitato con i pigmei Baka del Camerun, partecipando in prima persona al rito d’iniziazione nella foresta insieme agli altri giovani del villaggio, diventando così parte del loro gruppo.

SCOPRI ANCHE QUESTO FILM: Dove sognano le formiche verdi, il film più green della storia del Cinema

La  storia dei preparativi a questa cerimonia di passaggio, le sfide e i gli insegnamenti, fanno da filo conduttore all’interno di una narrazione più ampia, il cui tema centrale è l’antico mondo dei Baka ormai sotto minaccia che rischia di scomparire per sempre.

Il pericolo è rappresentato dai Bantu (i villageois), i neri che si sono adattati all’arrivo dell’uomo bianco e dalle sue segherie. I primi sfruttano i Baka brutalmente come forza-lavoro e li iniziano alla schiavitù dell’alcool (il vino di palma) che fa loro perdere ogni forma di rispetto per se stessi e la loro antica saggezza di uomini della foresta.

I bianchi non si vedono quasi mai ma aleggiano sempre come una presenza minacciosa che sta portando un mondo primordiale alla rovina per l’avidità con cui depredano questo lembo d’Africa delle sue risorse naturali e per la paura e il rispetto che suscitano nella popolazione locale.

Descrivendo la cultura dei popoli indigeni dell’Africa equatoriale e parlando di episodi significativi vissuti in prima persona, Luis fa capire innanzitutto che la foresta è viva, che trasmette emozioni ed esperienze, dialoga con te, in un panteismo che pervade le pagine del libro fin dalle prime righe: “Ti stringe a sé, ti protegge. Ti striscia sui piedi e ti vola addosso, ti graffia. Ti nuota intorno quando entri nell’acqua. Ovunque tu sia, senti la sua voce. Il suo odore. Il suo respiro”.

GUARDA ANCHE: Making the connection, un documentario sulla scelta vegan

E’ un racconto di avventura, mistero, emozioni; ma anche di denuncia sociale. All’interno della foresta ci sono infatti due realtà distinte: quella dei popoli indigeni che vivono in armonia con la foresta, rispettandola, e quella delle multinazionali del legno che si servono di lei, stuprandola.

Dappertutto ci sono tronchi tagliati e marchiati con la vernice, tavole di legno legate insieme. E un frastuono continuo di macchinari industriali […] Sotto una tettoia di plastica puoi comprare piccoli di scimmia, cercopitechi incatenati a una gabbia. Pezzi di scimmia pendono dai pali ai bordi della strada, teste mozzate, braccia pelose con le mani che strisciano nella polvere.

La foresta è viva ma la sua essenza è quotidianamente minacciata e con lei lo sono anche i suoi abitanti. Luis Devin afferma che il rapporto consapevole che i pigmei Baka hanno con la Natura dovrebbe fare scuola, perché loro sono i veri esperti dell’ecosistema-foresta.

Eppure sono sempre più minacciati dalla modernità: deforestazione, sedentarizzazione, alcolismo, epidemie, schiavitù, prostituzione e razzismo sono i loro nuovi nemici. E se la foresta perde i Baka, perderà se stessa.

Ecco i dettagli del libro e dove comprarlo online:

Titolo: La foresta ti ha. Storia di un’iniziazione.
Autore: Luis Devin
Casa editrice: Castelvecchi
Anno: 2012
Pagine: 191 pagg.
Prezzo: 9,90 euro
ISBN: 9788865830963

Outbrain

{ 1 comment… read it below or add one }

roby febbraio 14, 2013 alle 11:10 am

Mi ha davvero catturata, questo libro, l’ho letto in un fiato in treno! All’arrivo mi sembrava di scendere da un’astronave, come su un altro pianeta….Comunque, una testimonianza importantissima sulla vita di un popolo della foresta che lotta per sopravvivere, e sulla progressiva distruzione di un ambiente straordinario e ricchissimo di vita come la foresta equatoriale africana.

Rispondi

Leave a Comment