Mandala cosa sono e da colorare

di La Ica del 28 marzo 2017

I mandala sono una rappresentazione grafica dell’universo, ma quando diventano disegni da colorare, possono trasformarsi in un’efficace tecnica di rilassamento.

Mandala tibetani: cosa sono

I mandala tibetani hanno il compito di rappresentare l’universo, attraverso simboli grafici e figure geometriche. Fusione di due parole, manda- che significa essenza e -la che indica il contenere,  viene anche tradotto con ciclo», ed in effetti si tratta di cerchi in cui sono inscritti dei disegni e delle figure geometriche (punto, il triangolo, il cerchio e il quadrato) associati alla simbologia rituale dei Veda.

Secondo lo psichiatra e psicanalista Carl Gustav Jung rappresentavano un’efficace tecnica di rilassamento. Colorare infatti, aguzza l’ingegno, migliora la concentrazione ed affina la memoria.

Significato dei mandala

Il mandala riflette la formazione del Cosmo, che parte dal suo centro, e disegnarne uno riproduce un simbolico processo di crescita interiore. Al termine del lavoro, il mandala viene distrutto. In genere è composto di sabbia colorata, che viene mescolata e spazzata via con le mani, a simboleggiare la caducità della vita e la sua costante rinascita, poiché la forza distruttrice, dona anche la vita.

Esistono anche dei mandala da disegnare e colorare, e possono costituire una rappresentazione simbolica del proprio ‘universo interiore’. I disegni possono prendere le rime dai simboli tradizionali, per poi svilupparsi in quello che il proprio stato d’animo suggerisce.

Ti consigliamo di leggere anche: Imparare a fare la respirazione yoga pranayama

Gli effetti benefici possono interessare qualunque età. Secondo la psicologia moderna, colorare allontanerebbe lo stress e aiuterebbe a essere più consapevoli del momento presente.

Può aiutare i bambini a sviluppare l’orientamento e la coordinazione. È inoltre utile a focalizzare l’attenzione su di un compito e a favorire i buoni rapporti con gli altri.

mandala_sabbia_dettaglio

Questo è il dettaglio di un tradizionale mandala tibetano. Incredibile ma vero: è stato interamente realizzato con sabbia colorata

Mandala: i disegni tradizionali

Come dicevamo, la parola sanscrita ‘mandala‘ significa ‘cerchio‘, ecco perché i più semplici, includono generalmente cerchi e quadrati. I più complessi sono invece così ricchi di dettagli, da richiedere anche diverse settimane di lavoro.

L’inizio della creazione dei mandala prevede una cerimonia di apertura, in cui i monaci intonano mantra e suonano flauti e tamburi.

mandala realizzazione

La realizzazione di un mandala di sabbia prevede l’utilizzo di una tecnica chiamata ‘dul-tson-kyil-khor’

Originariamente, per colorare i mandala si utilizzavano le pietre preziose. Oggi, i monaci tibetani li decorano con una polvere finissima che ottengono macinando semplici pietre bianche. La sabbia viene poi tinta con inchiostri opachi.

Come disegnare mandala

Dopo aver misurato e disegnato la struttura e i contorni con un gessetto o una matita, si parte con la colorazione della superficie piana su cui prenderà vita il mandala. Tradizione vuole che vengano colorati a partire dal centro verso l’esterno, il che sta ad identificare l’apertura verso il prossimo.

Ti suggeriamo di leggere anche: Fritjof Capra e la visione sistemica: natura e società sono integrate

mandala_sabbia

Ad ogni monaco viene affidato un quadrante del mandala. A sinistra, sul tavolo, ci sono le chakpur, le grosse cannucce con cui posano la sabbia sulla superficie

Sono 4 i monaci che lavorano ad ogni singolo mandala, contemporaneamente. Ognuno di essi si occupa di decorare un quadrante, versando i granelli di sabbia con una sorta di lunga cannuccia denominata chakpur.

Non è necessario essere monaci per godere delle potenzialità dei mandala. Né tanto meno utilizzare la sabbia preziosa o colorata. Stampate le immagini che trovate qui sotto e iniziate a colorarle come più preferite, per distendervi e divertirvi.

Alcuni mandala da colorare

Ecco qui una carrellata di mandala, dai più semplici ai più complessi. Colorateli utilizzando matite colorate, pastelli a cera o tempere acriliche. Alla fine distruggeteli, come fanno i monaci.

Un atto che dimostra il non attaccamento ai beni materiali ma che può dimostrarsi catartico verso le proprie emozioni.

mandala_1

mandala_4

mandala_3

mandala_5

mandala_6

 

mandala_10

Potrebbero interessarti anche:

E online trovi alcuni album di mandala da colorare:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment