Yoga e mente

Come migliorare la concentrazione mentale

Cos'è, gli esercizi per allenarla, lo stile di vita da adottare e gli alimenti da prediligere

Scopriamo come migliorare la concentrazione mentale, perché perderla alcune volte è un fatto del tutto normale, ma può peggiorare a causa di stress e continue fonti di distrazione fenomeno tipico della società in cui viviamo.

Come migliorare la concentrazione mentale

Perdere la concentrazione può farci perdere il filo di quello che stiamo leggendo o dicendo, dovendo così rileggere o ripartire da capo. Più grave quando non si riesce a restare concentrati per concludere un lavoro importante entro la scadenza. Se poi la scarsa concentrazione diventa una costante, può rappresentare un rischio anche per la sicurezza, propria e degli altri, ad esempio quando si è alla guida o quando si manovrano dei macchinari.

Migliorare la propria concentrazione serve a portare a termine le nostre attività in maniera efficace, e al tempo stesso godere di uno stato di benessere generale.

In questo articolo andremo a vedere tecniche, esercizi e stratagemmi da mettere in pratica per riuscire a concentrarsi, migliorando così le nostre prestazioni e ottimizzando i tempi.

Che cos’è la concentrazione mentale

Quando si parla di concentrazione mentale si intende la capacità di focalizzarsi su una sola cosa (oggetto, concetto, attività) o un solo compito, attraverso le energie mentali.

Detto così può sembrare una cosa piuttosto semplice da mettere in pratica ma, molto spesso, così non è. Nonostante le buone intenzioni e gli sforzi, infatti, non sempre si è in grado di focalizzare le proprie attenzioni su un solo compito.

Più si riesce a restare concentrati a lungo, e più ne beneficia la produttività.

In altre parole, quindi, ciò significa che, essere in grado di prestare la giusta concentrazione sulle varie attività che siamo chiamati a svolgere nel corso della giornata, ci permette di svolgere i vari compiti in maniera efficiente e in meno tempo, così da avere, alla fine, maggior tempo a disposizione da investire nel proprio tempo libero o per coltivare un hobby.

Cosa significa concentrazione mentale

Il dizionario definisce il termine “concentrazione” – della mente o mentale – come l’atto di concentrarsi, l’attività di fissare il pensiero su uno specifico oggetto con intensità.

Quali sono le cause della mancanza di concentrazione

La mancanza di concentrazione, che spesso è connessa alla stanchezza mentale, può essere causata da numerosi fattori.

  • Stress e stanchezza
  • Umore (noia, mancanza d’interesse per ciò che si deve fare)
  • Ambiente (presenza di troppi rumori, luogo troppo caotico…)
  • Malattie di varia natura (anemia, patologie neurologiche…)
  • Motivi psicologici
  • Età avanzata
  • Motivazioni personali
  • Ansia e depressione
  • Abuso di alcol o di droghe

I sintomi della mancanza di concentrazione

La mancanza di concentrazione si manifesta come l’impossibilità di focalizzarsi su uno specifico obiettivo, ad esempio:

  • seguire un discorso o una lezione
  • prendere appunti
  • seguire un film o leggere un libro

Spesso, la mancanza di concentrazione è accompagnata alla difficoltà di esprime un concetto e alla perdita della memoria a breve termine.

Come migliorare la concentrazione mentale

Per allenarsi a restare più concentrati, può essere utile provare a mettere in atto alcuni comportamenti.

  • Prendersi una pausa e cercare di alienarsi dalle fonti di distrazioni che impediscono di trovare il giusto livello di concentrazione
  • Creare il proprio ambiente ideale, ossia caratterizzato da tutti quegli elementi (rumori/musica, colori, profumi…) in grado di ricreare le necessarie condizioni per sentirsi bene e a proprio agio
  • Fare ordine nell’ambiente: organizzare in maniera ordinata e pulita il proprio spazio di lavoro (studio, ufficio, scrivania) aiuta ad evitare le distrazioni e ad avere una mente più ordinata
  • Stabilire un lasso di tempo in cui riuscire a rimanere focalizzati su una sola cosa (circa 20 minuti è la media) e poi prendersi una pausa
  • Evitare il multitasking, in quanto sottopone a sforzi e tensioni inutili. Concentrarsi di volta in volta su un’unica cosa, permette di portarla a compimento in tempi più brevi e con risultati spesso migliori
  • Pianificare gli impegni organizzando una scaletta dei “To Do”, ordinata in base alle priorità. I compiti da svolgere saranno chiari e organizzati in maniera precisa. L’accumulo di impegni disorganizzati è una delle cause di mancanza di concentrazione
  • Evitare di procrastinare
  • Limitare le distrazioni digitali: quando si lavora o si studia, disattivare le notifiche del telefono e impostare la modalità silenziosa
  • Praticare esercizi di focalizzazione (su un oggetto, un suono, sul proprio battito del cuore) o di visualizzazione
  • Usare i tappi per le orecchie se il problema è causato da un ambiente troppo rumoroso
  • Ascoltare musica strumentale ad un volume piuttosto basso e sommesso

Come migliorare la concentrazione mentale con uno stile di vita sano

Avere uno stile di vita sano influisce in maniera positiva sul nostro benessere, fisico e mentale. E di conseguenza, anche sulla nostra capacità di concentrazione.
Ecco alcune best practices da imparare a mettere in pratica.

  • Respirare profondamente, concentrandosi su inspirazione ed espirazione. In questo modo, si prende coscienza del proprio corpo e si entra in profondo contatto col proprio “Io” interiore
  • Fare una passeggiata all’aperto, possibilmente in un ambiente immerso nella natura, cercando di fare attenzione a dettagli come i profumi, i suoni e i colori circostanti
  • Concentrarsi sul “qui e ora”, ossia sul momento presente. Questo esercizio vale per qualsiasi attività apparentemente banale. Ad esempio, mentre si mangia un piatto di pasta, provate a concentrarvi sulla consistenza e il gusto della pietanza che state assaporando, evitando altre distrazioni come parlare con qualcuno, scorrere il telefonino o guardare la TV
  • Praticare yoga o meditazione alcuni minuti ogni giorno aiuta a far chiarezza nei propri pensieri e a portare equilibrio serenità interiori
  • Seguire una dieta alimentare sana e variegata
  • Dormire almeno 7-8 ore ogni notte
  • Fare attività fisica regolarmente
  • Dedicare più tempo alle attività che si amano
  • Cercare di separare la “vita lavorativa”, dal tempo dedicato alla vita personale e alla famiglia
  • Imparare a dire di “no” quando serve. Dire sempre di sì non fa altro che aumentare lo stress, con conseguente compromissione delle capacità di concentrazione
  • Prendersi cura di sé stessi: oltre a riposare il tempo necessario e ad alimentarsi in maniera sana, concedersi delle coccole, come massaggi, trattamenti, bagni caldi ecc…

Esercizi e tecniche per migliorare la concentrazione mentale

Vediamo ora alcuni esercizi e alcune tecniche utili per migliorare la concentrazione mentale.

  • Scrivere e prendere appunti a mano aiuta ad elaborare le informazioni in maniera più approfondita e più rapidamente
  • Applicare la tecnica “pomodoro”: lavorare per 25 minuti intensamente e poi fare una 5 minuti di pausa
  • Risolvere puzzle o rompicapi difficili per mantenere attivo il cervello
  • Organizzare le giornate in modo da sapere quali compiti svolgere nei vari momenti della giornata per non sovraccaricare la mente
  • Ripetere a voce alta (nel caso dello studio) serve a figurare visivamente le parole e, quindi ad imprimerle bene nella mente. Questo esercizio è utile anche per allenarsi a parlare in pubblico

Quali cibi fanno aumentare la concentrazione mentale

Tra i vari consigli per migliorare la propria concentrazione, abbiamo parlato anche di sana alimentazione. In particolare, ci sono alcuni alimenti specifici che possono aiutare.

  • Frutta secca come noci, mandorle, noci pecan, nocciole, anacardi
  • Semi oleosi come semi di lino, di zucca, di sesamo, di girasole, che contengono sia acidi grassi come Omega 3 e Omega 6 che minerali preziosi, quali zinco e selenio, molto utili per migliorare le funzioni cognitive
  • Cereali integrali poiché sono un’ottima fonte di energia ricca di fibre, che evitano i picchi glicemici
  • Frutti rossiperchè contengono antiossidanti a volontà
  • Frutti viola perchè contrastano i radicali liberi e migliorano sia la memoria a breve termine che la concentrazione in quanto ricchi di polifenoli e di antiossidanti
  • Pesce azzurro, come salmone, sgombro, sarde… ricchi di omega 3
  • Olio extravergine d’oliva, meglio se consumato a crudo: potente antiossidante e fonte preziosa di vitamina E
  • Cacao amaro e cioccolato fondente: contengono i flavanoli, che migliorano le prestazioni cognitive in quanto apportano ossigeno e afflusso di sangue al cervello
  • Tè verde: favorisce la concentrazione e la prontezza mentale
  • Acqua: è importante bere a sufficienza durante il giorno in modo da mantenere il cervello idratato

I cibi da evitare per mantenere la concentrazione

Al contrario, ci sono poi alcuni cibi che sarebbe bene evitare – o quantomeno limitare – in quanto non aiutano le funzioni cognitive; anzi, fanno aumentare i picchi glicemici nel sangue, provocando stanchezza, annebbiamento mentale e poca lucidità.

  • cibi ad elevato contenuto di zuccheri
  • alcolici
  • cereali raffinati
  • alimenti e i condimenti ricchi di grassi saturi, molto calorici e molto elaborati

Integratori per migliorare la concentrazione

per dare una sferzata alle porpietà capacità cognitive, può essere utile assumere, ciclicamente, degli integratori. Risultano particolarmente efficaci per migliorare la memoria e la concentrazione gli integratori a base di:

Altri approfondimenti

Potrebbero interessarti anche i seguenti post:

Foto di Deniz Altindas su Unsplash

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio