Categories: Mamma e bambino

Mini-guida ai pannolini lavabili per bambini

Perché passare ai pannolini lavabili e 'dimenticare' gli usa-e-getta

Perché non scegliere i pannolini lavabili ed evitare quelli usa-e-getta per i vostri piccoli bébé? Ecco un’utile guida ai pannolini lavabili per bambini.

Mini-guida ai pannolini lavabili per bambini

Perché scegliere pannolini lavabili

Forse non tutti sanno che nei primi due anni e mezzo di vita ogni neonato produce circa 1,5 tonnellate di pannolini che una volta gettati si trasformano in un carico oneroso per l’ambiente. In Italia la media è di 6 milioni di pannolini usa-e-getta al giorno, per un totale di circa 2 miliardi e 190 milioni di rifiuti in plastica. L’impatto ambientale di tutto questo è enorme, considerando che lo stesso ciclo produttivo ha delle ricadute pesantissime sull’ecosistema.

Ecco che scegliere i pannolini lavabili evita di fare del vostro bimbo, sin dalla più tenera età, un piccolo ‘inquinatore’ inconsapevole del mondo in cui dovrà crescere.

Principi etici a parte, questa scelta potrebbe rivelarsi estremamente conveniente per le tasche dei genitori con un risparmio notevole per tutto il periodo in cui i bimbi avranno necessità dei pannolini (e generalmente si tratta dei 3 anni di via). La spesa per i pannolini lavabili, infatti, si aggira intorno ai 300-800 euro contro i 2.500-3.000 dei pannolini usa e getta.

Forse non tutti sanno che nei primi due anni e mezzo di vita ogni neonato produce circa 1,5 tonnellate di pannolini che una volta gettati si trasformano in un carico oneroso per l’ambiente. In Italia la media è di 6 milioni di pannolini usa-e-getta al giorno, per un totale di circa 2 miliardi e 190 milioni di rifiuti in plastica. L’impatto ambientale di tutto questo è enorme, considerando che lo stesso ciclo produttivo ha delle ricadute pesantissime sull’ecosistema.

Ma vediamo nel dettaglio come scegliere i pannolini lavabili adatti ad ogni fase di crescita ed esigenza del nostro piccoletto.

I tipi di pannolini lavabili

I pannolini lavabili sono disponibili sul mercato in diverse tipologie e modelli, che ben si adattano alle fasi di crescita del neonato e allo stile di vita della famiglia. Ecco i principali:

  • All-in-Two (a due pezzi): sono pannolini composti da una parte interna assorbente e una mutandina impermeabile da sovrapporre esternamente. Questa caratteristica permette al pannolino di asciugare più rapidamente lavaggio dopo lavaggio semplicemente ‘staccando’ l’involucro esterno.
  • All-in-One (ad un unico pezzo): la parte interna assorbente e quella esterna impermeabile sono cucite insieme in modo da formare un unico pezzo. Sono i più simili ai pannolini usa e getta che troviamo al supermercato perché le parti sono assemblate in modo da non richiedere inserti esterni, mutandine o spille. Pratici e funzionali, sono particolarmente confortevoli per il bambino sia da un punto di vista igienico che anatomico.
  • Pocket: la loro caratteristica è la forma a ‘tasca’, appunto. Sono formati da una parte interna in e una esterna in PUL (Poliuretano Laminato) cucite assieme. Nella tasca si inseriscono degli inserti assorbenti di diversa tipologia a seconda delle specifiche necessità. Sono realizzati in materiali naturali o sintetici (pile, cotone, canapa, bambù, microfibra, spugna, flanella) che non si irrigidiscono con i lavaggi e rispettano la pelle del bambino lasciandola perfettamente asciutta.

LEGGI ANCHE: Pannolini lavabili e bio: i pro e i contro rispetto a quelli tradizionali

Per tutti i genitori interessati ad avere maggiori informazioni sui pannolini ecologici, ad avere un consiglio pratico o un’opinione esperta c’è il sito tabatashop.com dove è possibile acquistare i pannolini che fanno per voi al giusto prezzo.

Un pò di fatica in più ma molta meno plastica in giro…

Vi potrebbe interessare:

Pannolini ecologici lavabili, quali i vantaggi e dove comprarli

Published by
Erika Facciolla