Notizie

Un orto urbano nasce al posto del giardino

Prendersi cura di un tappeto erboso può essere gratificante: falciare l’erba, concimare periodicamente per invigorire il manto, annaffiare ogni giorno l’erba e ogni tanto godersi il proprio prato sdraiati a prendere il sole o facendo un bel pic-nic.

Un orto urbano nasce al posto del giardino

Eppure tutto questo alla lunga può risultare noioso e poco ‘produttivo’. Tanto vale, allora, trasformare il giardino in un bell’orto urbano e usare il proprio pollice verde per dedicarsi ad un’attività più faticosa ma infinitamente più utile ed entusiasmante, anche se lo spazio è quello che è.

Un orto urbano al posto del giardino può sembrare una scelta eccentrica ed in un certo senso estrema, ma c’è chi l’ha fatto e non senza soddisfazioni…

LEGGI ANCHE:

E questo è esattamente quello che ha fatto il giovane Luke Keegan, che, stanco della monotonia ‘sempreverde’ della sua aiuola, ha imbracciato zappa e badile per trasformare il suo giardinetto fronte-strada in un magnifico orto vegano.

Il risultato?

GIUDICATE VOI STESSI…

Rendering of template gallery-filmstrip.php failed

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close