Come fare un orto sul terrazzo con le piante più semplici da coltivare

di Eryeffe del 2 maggio 2015

Alcuni consigli su come fare un orto sul terrazzo con le indicazioni sulle 5 piante più facili da coltivare.

Un piccolo giardino, un balcone, un terrazzino o un semplice davanzale. In tutte le case del mondo lo spazio per un po’ di verde si può trovare sempre, non solo per fiori e piante ornamentali che diano allegria e colore all’ambiente, ma anche per un coltivare piante commestibili ed erbe aromatiche, se avete la fortuna di avere anche un vero terrazzo dalle dimensioni più grandi di un semplice balcone, potrete sbizzarrirvi davvero!

SCOPRI: Orto sinergico, ecco come farlo 

Come fare un orto sul terrazzo: quello che vi serve

Creare un orto sul terrazzo è più semplice di quel che potreste immaginare e le soddisfazioni che vi attendono sono tante. Per riuscire nella ‘ardita’ impresa avete bisogno di scegliere le piante giuste, di qualche dritta su come coltivarle e dei giusti accorgimenti come già vi abbiamo spiegato per fare il vostro orto sul balcone.. e noi di Tuttogreen siamo qui per aiutarvi, perché di piante facili da coltivare ce ne sono diverse!

Per prima cosa avete bisogno di una fioriera adatta ad accogliere le varietà che sceglierete di coltivare. Deve essere lunga almeno 100 cm, larga e alta 50 cm e deve essere munita di un piccolo serbatoio per l’acqua della capacità di 6 litri, in grado di garantire agli ortaggi un’autonomia idrica di 7-15 giorni.

Ricordate che i vasi utilizzati per ospitare gli ortaggi devono essere ben drenanti, con fori sul fondo per evitare i ristagni d’acqua. Dotata di queste caratteristiche, la vostra fioriera potrà accogliere circa 15 piantine.

Orto sul terrazzo, una lettura suggerita:

Oltre ad una certa autonomia, il serbatoio vi consente di irrigare le piante dal basso verso l’alto, in maniera capillare, il ché consente di preservare le parti aeree da malattie fungine che insorgono in presenza di umidità o ristagni in superficie.

SPECIALE: La guida ai fiori da balcone

Un altro importante alleato nella creazione del vostro mini-orto da terrazzo può essere l’argilla espansa che mantiene il terreno sempre umido ed evita ristagni d’acqua pericolosi per le radici.

come fare un orto sul terrazzo

Come fare un orto sul terrazzo: un bell’esempio metropolitano..

Oltre all’argilla, che posizionerete sul fondo della fioriere, vi occorrerà un foglio di tessuto-non tessuto che adagiato sullo strato argilloso consentirà la perfetta aerazione evitando che il terriccio vada a posizionarsi sul fondo della vasca, inficiando così la perfetta irrigazione delle piante.

A questo punto vi occorreranno 3 sacchi di terriccio miscelato con la torba da 50 litri e il concime organico o di sintesi a lenta cessione.

COME FARE… L’orto domestico coinvolgendo i bambini

Fatta la fioriera, non ci resta che scegliere le piante: una scelta molto importante poiché dalle varietà che deciderete di coltivare dipenderà buona parte del successo del vostro mini-orto. Per prima cosa sappiate che il punto in cui posizionerete la vasca, per quanto ridotto in termini volumetrici, dovrà essere ben illuminato (almeno per 4 ore al giorno, meglio se al mattino).

Come fare un orto sul terrazzo: le 5 piante più facili da coltivare

Esistono, poi, delle varietà oggettivamente più semplici da coltivare, ideali anche per i meno esperti o per coloro che possono dedicare al proprio orto solo brevi ritagli di tempo. Noi abbiamo selezionato 5 piante facili da coltivare sul vostro terrazzo:

  1. Lattuga: la cosa essenziale è che il contenitore sia alto almeno  20-30 cm e largo 40. Già dopo poco più di un mese sarà pronta per la prima raccolta e proseguirà la produzione fino a metà novembre.
  2. Basilico: il contenitore, in questo caso, deve essere profondo almeno 20 cm e largo minimo 10 cm. La produzione di foglioline già pronte da consumare inizia a 25 giorni circa dal trapianto. Ottima idea per prepararvi la ricetta del pesto alla genovese!
  3. Fragola: per le fragoline è meglio utilizzare contenitori singoli profondi 40-50 cm e larghi almeno 20-30. La pianta della fragola comincia la sua produzione a 50-80 giorni dal trapianto, da giugno fino a ottobre. I suoi bellissimi fiori bianchi la rendono perfetta per adornare balconi e verande, magari con dei cestini di vimini appesi.
  4. Prezzemolo: la profondità minima del vaso deve essere di 30-40 cm e 20 in larghezza. A 40-60 giorni dal trapianto, le foglie sono pronte da consumare.
  5. Pomodoro: sono necessari contenitori da 30-40 cm di profondità e 30 di larghezza. I primi frutti faranno capolino dopo 80-90 giorni dal trapianto.

Pronti a vestire i panni di piccoli contadini urbani? Se vi va, mandateci le vostre foto…scriveteci a economygreen @ gmail.com e le pubblicheremo.

Se vi è piaciuta questa guida su come fare un orto sul terrazzo, eccovi anche gli altri articoli più rilevanti sul tema dell’orto fai da te:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment