Riciclo creativo dei robot: il progetto adotta un robot

di Elle del 2 aprile 2015

Avete mai pensato di adottare un robot? Oggi potreste farlo grazie alla prima casa di adozioni di robot da compagnia al mondo, Adottaunrobot.com

Massimo Sirelli, ideatore del progetto, ha recuperato e composto i robot, orfani dei retro computer e della tecnologia ormai in disuso, raccogliendo materiali e storie. A metà strada tra l’anima romantico-nostalgica e la vena ironica, questa iniziativa costituisce un’iniziativa di riciclo creativo che mette in luce la necessaria attenzione alla riduzione dei rifiuti e al riciclo dei materiali anche per quanto riguarda l’ambito tecnologico.

Parlando di ‘adozione’, Sirelli sottolinea come sia difficile per lui staccarsi dai robot da compagnia da lui costruiti, per cui è necessario pensare che possano essere accolti come compagni di giochi o membri all’interno di una nuova famiglia.

Per adottare il robot prescelto occorre inviare una richiesta spiegando le motivazioni all’origine della scelta adottiva; il potenziale genitore adottivo verrà poi inserito in una lista d’attesa ed eventualmente ricontattato (se selezionato) via mail per la consegna del robot prescelto, per cui sarà informato su costi, modalità di pagamento e spedizione. Un’idea di riciclo creativo dei robot in disuso che ha la finalità di farci interrogare sul ciclo della tecnologia e dello spreco, dunque.

Ecco anche un video che spiega meglio l’iniziativa:

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale di Adotta un robot

LEGGI ANCHE:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment