Speciale eco-turismo: tante idee per una vacanza tutto green

di Eryeffe del 27 giugno 2013

Concedersi una vacanza di vero relax significa, quasi sempre, abbandonare il caos e la monotonia della vita quotidiana e lasciarsi condurre verso paradisi lontani e vicini che la Natura ha pazientemente plasmato e conservato nel tempo. Dire addio ai ritmi frenetici della città, al traffico metropolitano che ci costringe a passare ore e ore fermi in auto, allo smog, all’inquinamento acustico per dare spazio a quelle destinazioni dove la vera attrazione è la vita semplice e genuina, fatta di passeggiate lungo sentieri suggestivi, magari all’ombra di alberi secolari e di una vegetazione lussureggiante.

Speciale eco-turismo: tante idee per una vacanza tutto green

Se siete orientati verso questo tipo di vacanza e amate le località di montagna o di campagna, la vostra meta ideale potrebbe essere la Val di Fiemme che anche quest’anno promuoverà una stagione estiva ricca di attività all’aria aperta, buon cibo ed escursioni guidate a piedi o in bicicletta. La prima regola per accostarsi a questo splendido comprensorio e alle tante possibilità turistiche eco-friendly che ci offre è abbandonare l’auto! Sì, perché in Val di Fiemme la vacanza è innanzitutto slow e a basso impatto ambientale, in armonia con l’attenzione alla qualità della vita che da sempre la comunità cerca di promuovere tra i suoi abitanti. Per gli spostamenti più lunghi, infatti, si utilizzano solo mezzi ecologici come biciclette, roller,monopattini, cavalli e carrozze o qualsiasi altro mezzo di locomozione che non preveda l’emissione di CO2 o altre sostanze inquinanti. Tutto questo rientra nel grande progetto ‘FiemmE-motion’ lanciato un anno fa per mettere a disposizione di abitanti e turisti una fitta rete di servizi, impianti e strutture per muoversi in modo green. Da giugno a settembre 2013, inoltre, tantissimi hotel del comprensorio metteranno a disposizione dei propri ospiti la ‘FiemmE-Motion Card’ che permetterà di usufruire di molte agevolazioni per gli spostamenti sul territorio, visite ai musei, servizi di bike sharing e tanto altro ancora. Tutte le info sono disponibili sul sito ufficiale www.visitfiemme.it.

I veri appassionati della bicicletta e della vita all’aria aperta troveranno pane per i loro denti nell’area di Bolzano e nelle Dolomiti, perfetta per tutti i tipi di viaggiatori sulle due ruote più ecologiche: dai circuiti adrenalinici per free rider, a quelli più rilassanti e tranquilli lungo le strade del vino dell’Alto Adige fino ad arrivare ai percorsi per ‘gambe’ molto allenate sul Massiccio della Mendola e del Parco Naturale del Monte Corno. Pedalata dopo pedalata, amatori ed escursionisti, sportivi e appassionati, grandi e piccini, potranno visitare un territorio di sconfinata bellezza noto per essere il più ‘ciclabile’ d’Italia. E non è tutto: con la bikemobil card la vacanza diventa ancora più green grazie alle agevolazioni  per salire a bordo di tutti i mezzi di trasporto pubblico e integrato, con il noleggio gratuito delle bici. Per tutta la stagione, inoltre, non mancheranno gli appuntamenti ‘a tema’ come il ‘Schwalbe Tour Transalp’ (Caldaro, 28-29 giugno); la 4° escursione cicloturistica ‘Almrausch & Edelbike’ (Sarentino, 13 luglio) e il ‘Bike Women Camp 2013′ in programma a Caldaro dal 19 al 22 settembre.

Al’insegna dell’indissolubile rapporto tra ‘acqua e vita’  sono invece pensate le iniziative estive della città di Merano, da sempre legata a questo elemento per la splendida porzione di territorio che la cittadina altoatesina occupa, sorgendo proprio sulla confluenza dei fiumi Passirio e Adige, che per secoli le valsero il nome di ‘Città del Passirio’. A testimonianza del profondo legame che unisce Merano all’acqua sono le 79 fontane disseminate lungo l’omonima strada: un splendida passeggiata tra luoghi incantevoli che consente di far tappa presso ogni sorgente dove un tempo (e in parte tuttora), sorgevano bagni pubblici, piscine naturali e stazioni termali. Una vacanza perfetta per tutta la famiglia e per chiunque voglia vivere l’estate all’insegna di escursioni, panorami suggestivi e bagni rilassanti nelle rigeneranti acque termali di Merano e dintorni. Per maggiori informazioni visitate il sito www.meranodintorni.com

Rimanendo in montagna, un’altra meta perfetta per dare inizio alla ‘remise en forme’ estiva potrebbe essere una Valtellina meno conosciuta, con natura incontaminata e sorgenti termali sparse in vari comuni del comprensorio, come le Terme di Masino, nell’omonima valle. Il benessere, ancora una volta, parte dall’acqua, in ambienti che invitano alla cura del corpo e alla ‘catarsi’ da ogni forma di inquinamento tecnologico e metropolitano. Il modo migliore, insomma, per riconciliare corpo e mente una vacanzaslow e a basso impatto, senza rinunciare ai migliori trattamenti SPA offerti nei Relais presenti sul territorio. Ma chi è alla ricerca di escursioni lungo itinerari naturalistici poco noti, non avrà che l’imbarazzo della scelta nella vicina Val di Mello, l’area protetta più vasta della Lombardia a 120 km dal capoluogo meneghino. Cascate, sorgenti cristalline, torrenti limpidi e passeggiate fin sopra alle vette più alte delle Alpi (3.500 metri) vi aiuteranno a rimettere in circolo una bella carica di endorfine e ritrovare il buonumore. La Val di Mello è anche una tappa fissa per gli amanti del bouldering e del free climbing che ogni anno si cimentano in spericolate arrampicate a mani nude sul famoso Sasso Remenno e gli altri blocchi limitrofi. Un luogo tutto da scoprire grazie anche agli speciali  pacchetti pensati dall’ente ‘Valtellina turismo’ e disponibili sul sito www.valtellina.it.

 

L’estate è ormai arrivata e sia in Italia che all’estero sono numerose le vacanze green per adulti e ragazzi che potrebbero diventare un’occasione di svago e relax all’insegna della natura. E per chi ha voglia di investire un po’ del proprio tempo libero in qualche attività in difesa dell’ambiente, non mancano i campi di volontariato in molte delle aree più affascinanti del Mediterraneo.

SCOPRI GLI: Ostelli ecosostenibili

Se non siete tipi da montagna e per celebrare l’estate 2013 non intendete rinunciare a sabbie dorate e tramonti sul mare, nessun problema! Anche quest’anno le possibili destinazioni green per trascorrere una vacanza all’insegna della natura e dell’ambiente abbondando lungo tutto lo stivale e anche all’estero. L’importante, come sempre, è lasciarsi alle spalle per qualche settimana i ritmi della vita quotidiana e ritrovare il contatto con quanto di più bello la meta prescelta ha da offrire.

Nel Bel Paese, si sa, non mancano posti incantevoli e tratti costieri in cui è possibile imbattersi in tartarughe marine, delfini e capodogli, ma se quest’anno prevale la voglia di esplorare nuovi confini, potreste senz’altro scegliere una delle tante isole dell’arcipelago delle Canarie (Spagna) nei cui corridoi marini vivono numerose comunità stanziali di cetacei, focene e balene pilota.

 

Navigando su questi meravigliosi specchi di acqua salata, sarà facile avvistare orche, capodogli, focene e perfino gigantesche balene azzurre; solo intorno all’isoletta di La Gomera, infatti, si contano più di 24 specie di mammiferi marini ma anche le altre isole, come Lanzarote e Tenerife, offrono la possibilità di fare incontri ravvicinati con questi bellissimi animali. Da maggio a settembre, in particolare, il transito delle grandi balene avviene a poca distanza dalle coste, così come quello delle tartarughe e delfini comuni. Sull’isola di Tenerife, inoltre, lavorano alacremente una decina di operatori esperti in whale watching e biologi marini sono pronti a condurvi su catamarani e barche d’altura alla scoperta di questi incantevoli esemplari. Tutte le info utili sono disponibili all’indirizzo http://www.dolphinfund.eu/en/whalewatching/spain-canary_islands.htm e sul sito ufficiale delle Isole Canarie.

Ritorniamo in Italia per trasferirci su una delle isole più belle e affascinanti di tutto il Mediterraneo per le sue spiagge bianche e paradisiache e i panorami indimenticabili che offre ai suoi visitatori: parliamo di Lampedusa, che mai come quest’anno si propone di promuovere una nuova concezione di turismo sostenibile, impegnato e solidale. L’isola di Lampedusa, e quella delle vicina Linosa, è terra anche di sbarchi e di vite segnate dal dramma della clandestinità, ma per abbattere il muro dell’indifferenza e del pregiudizio il comitato ‘Io vado a Lampedusa’ ha attivato una serie di iniziative rivolte a tutti coloro che vogliono abbracciare un concetto di turismo etico e consapevole durante le vacanze estive.

L’obiettivo è fare in modo che la vacanza non diventi l’ennesimo momento di consumismo fine a se stesso (spesso a danno dell’ambiente), ma un’occasione di riflessione seria e critica. Chiunque decida di aderire al circuito, oltre che ad una serie di iniziative culturali e turistiche, aderisce esplicitamente anche ad una cultura antirazzista e anti-mafiosa, orientata alla salvaguardia dell’isola di Lampedusa sia dal punto di vista naturalistico che socio-culturale. E per sostenere immediatamente l’iniziativa con un contributo economico anche minimo è possibile acquistare la t-shirt celebrativa sul sito ufficiale e indossarla, magari, durante il Lampedusafilmfestival, la kermesse cinematografica dedicata alle migrazioni e al recupero della storia orale in programma dal 19 al 23 luglio 2013.

Consapevole e sostenibile è anche la tipologia di vacanza che potrebbe attendervi a Viareggio. Quest’anno , la bella località toscana, grazie all’impegno e allo sforzo organizzativo della Rete imprese Balneari Viareggio, presenta un interessante programma estivo dal titolo ‘Dalla spiaggia al mare. Conoscere e tutelare le biodiversità’, promosso per la tutela del mare e delle risorse naturali del territorio.

Scorrendo il cartellone delle attività si scopre, tra le altre cose, che tra le dune sabbiose delle spiagge di Viareggio e di Torre del Lago sorge il Parco di San Rossore che, grazie al progetto ‘Life’, è diventato un’area protetta in cui i camminamenti costruiti al di sopra delle dune consentono ai visitatori di conoscere e visitare questi luoghi senza danneggiarli. Poco distante, a pochi minuti dal centro abitato, c’è l’oasi faunistica della Lipu che sorge sulle sponde del lago di Massaciuccoli, sempre all’interno del Parco di San Rossore.  Il posto ideale per fare bird watching, navigare tra i canali a bordo di un battello e visitare la zona archeologica del lago dominata dalle antiche terme romane.

Ritornando sulla battigia e nuotando in mare aperto ma poco distante dalla riva, le bellezze faunistiche non mancano di certo: nelle acque antistanti il Santuario Pelagos, infatti, dimora il più numeroso gruppo di delfini tursiopi della costa. Un incontro propiziato e avvalorato da esperti e biologi marini di CE.TU.S. che a bordo del catamarano ‘Krill’ vi faranno vivere un’esperienza emozionante e indimenticabile. Per info: www.cetusresearch.eu .

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment