Sul Lago Maggiore c’è Villa Taranto, un giardino botanico che compie 75 anni

di Luca Scialò del 22 febbraio 2015

Proseguiamo il nostro viaggio tra gli affascinanti Parchi e i Giardini italiani, talvolta anche ingiustamente poco conosciuti, presentandovi in questa sede Villa Taranto, un immenso giardino che affaccia sul Lago Maggiore, nel Comune di Verbania, Piemonte. Quest’anno compie 75 anni e noi li festeggiamo omaggiandolo con un articolo descrittivo.

La sua storia inizia nel lontano 1931, quando il capitano scozzese Neil Mc Eacharn decise di acquistare l’intera area al fine di trasformarla in un esemplare giardino all’inglese, per ricordagli la terra natale. E diciamo che è riuscito in pieno nel suo scopo. Per realizzarlo però, ci vollero ben nove, trascorsi i quali fu finalmente aperto al pubblico, costituendo di fatto un’eccellenza italiana in fatto di botanica e bellezza.

Villa Taranto

La Villa, realizzata nel 1875

Per comprendere il suo patrimonio botanico, basta dire che comprende circa 1.000 piante non autoctone e circa 20.000 varietà e specie di particolare valenza botanica. Tutte distribuite sopra un’area di circa 16 ettari, attraversata da 7 km di viali. Volete qualche esempio? Qui è possibile ammirare eucalipti, azalee, rododendri, magnolie, camelie, dalie, tulipani, fiori di loto, eriche, ortensie, numerose piante tropicali ed esemplari rari come la Dicksonia antartica e la Davidia involucrata.

Villa Taranto

Uno dei giardini di Villa Taranto

Villa Taranto è suddivisa in varie zone, ognuna con una propria peculiarità. Fontana dei Putti, così chiamata per le sculture che l’adornano, contornata da fiori e dalle gigantesche foglie della Colocasia antiquorum. Il Labirinto delle Dahlie, un lungo viale serpeggiante nel quale, da giugno ad ottobre, si possono ammirare oltre trecento varietà di dalie.

FOCUS: I giardini botanici più belli del mondo

E ancora: le tante serre, che conservano la regina delle piante acquatiche: l’enorme ninfea equatoriale; ma anche l’angolo della Cornus Florida Rubra e Davidia Involucrata, dallo scenario unico in tutta Europa.

Villa Taranto

Un altro angolo suggestivo di Villa Taranto

Ora vi starete chiedendo quando si può visitarlo e che presso. Bisogna innanzitutto specificare che la Villa non è aperta tutto l’anno, bensì dal 19 marzo all’1 novembre, scelta non casuale, visto che in quel periodo compreso tra l’inizio della primavera e l’inizio dell’autunno piante e fiori danno esteticamente il meglio di sé. I prezzi variano a seconda del tipo di visitatore, e vanno dai 4,50 ai 10 euro per ingresso singolo.

Villa Taranto

Il patrimonio floreale unico di Villa Taranto

Vi consigliamo di non perdere l’Esposizione dell’erbario del Capitano Neil Mc Eacharn, che raccoglie 43 teche di flora spontanea della regione del Regno Unito classificate e nomenclate nel lontano 1929. Ma anche l’Erbarium Britannicu, aperto al pubblico tutti i giorni dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 17,30. L’entrata è compresa nel biglietto dell’ingresso ai Giardini.

Villa Taranto

I giardini di Villa Taranto sono suddivisi in varie zone quali serre, giardini terrazzati, aiuole floreali, erbari.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *