Categories: Risparmio energetico

Tanti consigli utili su come usare il forno a microonde risparmiando energia

Il forno a microonde, a detta di molti esperti, è molto più raccomandabile di quello elettrico, ovviamente, attenendosi sempre ad un utilizzo parsimonioso e consuma anche meno energia elettrica di un forno tradizionale a parità di cottura.
Eccovi una breve guida su come usare al meglio il forno a microonde.

Funzionamento del microonde

Per utilizzare al meglio questo utensile, sfruttando tutti i suoi pregi e riducendo gli spiacevoli inconvenienti, è utile venire a conoscenza del procedimento fisico che avviene all’interno.

Consigli per un uso corretto del forno a microonde

La posizione

Per quanto riguarda la posizione del forno, il microonde è meglio sistemarlo lontano da altri elettrodomestici e da fonti di calore. Deve essere sempre libero lo spazio circostante, per consentirne il raffreddamento e una corretta aerazione.

Ecco come usare il forno a microonde risparmiando energia

I recipienti da utilizzare

Un’attenzione particolare riguarda la tipologia di recipiente in cui riporre la pietanza per la cottura: i materiali come vetro, terracotta, ceramica, porcellana, carta, cartone e plastica sono idonei alla cottura se è indicato sulla confezione, mentre i contenitori in metallo e cristallo non possono essere usati.

Non necessita di pulizie particolari

I forni elettrici o a gas rimangono accesi per molto tempo, consumando anche 3 volte tanto rispetto ad un microonde. La propagazione del calore dall’interno del cibo tipica di un forno a microonde costituisce un innegabile vantaggio anche per la pulizia del forno, in quanto non si formano incrostazioni che richiedono tempi di pulizia lunghi e scomodi.

I sapori rimangono inalterati

La cottura con il forno a microonde permette di non dover aggiungere acqua o condimenti al cibo. L’aggiunta di acqua fa perdere alcune sostanze nutritive, come accade nella bollitura; mentre cuocere senza aggiungere grassi permette un minore apporto calorico, rispetto allo stesso cibo cucinato in pentola.

Bisogna comunque ricordare che alcune preparazioni complesse sono difficilmente eseguibili con questo tipo di forno, soprattutto quando si tratta di amalgamare i sapori.

La cottura al microonde tende a mantenere i gusti dei cibi separati, è quindi consigliabile, ad esempio per un soffritto aglio, olio e cipolla, preparare la base in una pentola e poi aggiungerla alla pietanza in uno secondo momento.

Il microonde è sempre più spesso utilizzato in casa per scongelare i cibi, infatti c’è l’indiscutibile vantaggio di non degradare le vitamine e non disperdere i sali minerali.

E’ utile anche per riscaldare scaloppine e filetti, cucinati magari il giorno prima e poi conservati in frigorifero, in quanto permette di restituire al piatto il sapore originale, senza alterarne il sapore.

Outbrain

View Comments

  • io uso pochissimo il forno a microonde,praticamente mai,scongelo i cibi lentamente,dalla sera prima e se proprio mi serve lo uso per scaldare il latte quella volta al mese che non ho voglia di accendere la cucina a legna(in inverno)prima lo usavo per i pop corn ora me li compro crudi eli faccio in pentola,io penso che quest aggeggio emani onde che non ci fanno benissimo,per lo piu lo uso come contnitore per riporre i cibi appena cucinati(visto che ho dei cani che me li ruberebbero)
    anni fa avevo un buon microonde che usavo anche per cucinare,in breve tempo facevo tutto,ma poi passando alla cucina a legna scaldo e cucino allo stesso tempo,i cibi hanno un sapore migliore e tutto e' piu veloce,quindi consiglio a chi puo installarne una di farlo,se ne trovano usate a meno euro che un microonde!

  • Per quanto riguarda lo scongelamento delle pietanze il vantaggio del microonde sta nel fatto che scongela in tempi brevi riducendo, in modo drastico, la proliferazione di agenti patogeni.
    Nel riscaldare le pietanze è necessario fare attenzione al fatto che alcune parti della pietanza potrebbero rimanere fredde. Il motivo può essere legato alla non uniforme distribuzione dei liquidi nel cibo e/o alla presenza di cibo con uno spessore troppo elevato. Le microonde penetrano fino a tre centimetri negli alimenti e sono più efficienti nei confronti dei liquidi.
    Sara

Share
Published by
Salvo

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.