Camino solare: cos’è e come funziona

di Alessia del 20 marzo 2018

Il camino solare è un metodo pulito ed ecologico utilizzato per migliorare la ventilazione degli edifici sfruttando il principio naturale di risalita dell’aria calda. Vediamo quali sono le caratteristiche distintive di un camino solare e i vantaggi che questo tipo di soluzione assicura.

Camino solare: cos’è e come funziona

Il camino solare non è certo una novità. Già gli antichi persiani in Medio Oriente e i Romani avevano realizzato strutture simili per le loro abitazioni e per gli edifici. Anche alcune civiltà africane in epoca pre-coloniale utilizzavano lo stesso principio di ventilazione.

Camino solare: com’è fatto

La struttura di base si compone di tre parti fondamentali:

  • uno spazio di raccolta della luce e del calore, dall’aspetto simile ad una canna fumaria.
  • un pozzo di ventilazione.
  • un condotto per il flusso dell’aria.

Camino solare: come funziona?

Durante il giorno il calore accumulato grazie ai raggi solari crea un moto di corrente ascensionale. Di conseguenza, l’aria calda sale verso l’alto contribuendo a raffreddare gli ambienti e a migliorare la circolazione dell’aria.

Il camino solare deve essere costruito sulla parete maggiormente illuminata dell’abitazione. Non è importante il suo diametro quanto la superficie deputata all’assorbimento.

Risulta fondamentale pertanto la scelta di materiali adeguati. Pareti di vetro capaci di far filtrare la luce e componenti in vernice nera, per favorirne maggiormente l’assorbimento.

Per aumentare la capacità di raffreddamento si possono sfruttare delle prese d’aria poste nella parte inferiore oppure si possono realizzare dei condotti sotterranei mediante i quali passerà l’aria prima di entrare nell’edificio.

SPECIALE: La casa passiva, risparmio energetico con eco incentivi

camino solare

Immagine e schema di funzionamento di un camino solare

Il camino solare per riscaldare oltre che per rinfrescare

Non tutti sanno che questa soluzione si presta anche per riscaldare casa. Infatti, è possibile anche invertire il funzionamento del camino e trasformarlo in un sistema passivo di accumulo del calore.

Basta inserire il cosiddetto muro di Trombe, una parete in pietra o calcestruzzo che presenta sull’esterno una lastra di vetro capace di raccogliere i raggi solari sfruttando l’effetto serra creato dallo stesso vetro. In tal modo, l’ambiente sottostante verrà riscaldato attraverso la luce raccolta durante il giorno.

Il muro di Trombe permette dunque di sfruttare in senso inverso questa soluzione. Se da un lato il camino solare è una soluzione che permette di rinfrescare casa, dall’altro può anche riscaldarla passivamente. Semplicemente invertendo il funzionamento del camino solare si può trasformare questo sistema in un sistema passivo di accumulo di calore.

FOCUS: Rendere la propria casa sostenibile è il migliore investimento!

I vantaggi di un camino solare

Realizzare un sistema di questo tipo consentirà di evitare l’installazione di impianti di climatizzazione, risparmiando notevoli quantità di energia elettrica, per le vostre tasche e per il bene del nostro caro pianeta.

Scopri anche:

{ 1 comment… read it below or add one }

Alkè luglio 19, 2016 alle 6:13 pm

Interessante, molto interessante. Questa cosa non la conoscevo! Grazie Alessia!

Rispondi

Leave a Comment

{ 2 trackbacks }