Ambiente

Green job: l’avvistatore di orsi bianchi

Cerchi un lavoro per l’estate ma di stare in città già non ne puoi più? Vorresti sparire per qualche tempo e portare il tuo cervello a spasso, magari al fresco? Le isole Svalbard hanno l’idea che fa per te! Diventa avvistatore di orsi bianchi!

Green job: l’avvistatore di orsi bianchi

No, non è uno scherzo, è un’idea del Governatore delle Isole Svalbard, arcipelago a metà strada tra la Norvegia e il Circolo Polare Artico.

L’avvistatore di orsi bianchi ha il solo scopo di tenere sotto controllo gli orsi durante un’importante periodo di ricerca per gli scienziati delle isole; spaventarli per tenerli lontani dal centro abitato e mettere contemporaneamente in guardia i ricercatori. Croce e delizia delle Svalbard infatti, è la sua appetibilità climatica!

SCOPRI ANCHE: Le Isole Lofoten, il paradiso del Nord

Le Isole sono l’unico posto al mondo in cui gli orsi bianchi non siano ancora in pericolo, ma anzi, addirittura in crescita; la loro popolazione è così aumentata, da essere arrivata a superare quella umana! (3.000 orsi avvistati contro 2.400 esseri umani).

Il lavoro inizia l’8 luglio e sono necessarie competenze particolari quali amare l’aria aperta, avere un’ottima capacità di adattamento (specialmente ai repentini cambiamenti climatici del posto), ottima vista, ovviamente e una certa dimestichezza con le armi da fuoco; per quanto le fonti governative abbiano assicurato che non ci sarà bisogno di usare le armi, per spaventare gli orsi, basterà infatti avere una voce particolarmente squillante e profonda.

Allora? che cosa aspettate?! Il lavoro dura solo tre settimane e a quanto pare è pure ben remunerato: ben 2.700 euro per tutto il periodo!

Forse ti potrebbe interessare anche:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

6 Commenti

  1. Salve,sono molto interessato all’annuncio,e sarei disposto a partire anche subito,ho una predilezione per i posti freddi,e faccio abitualmente escursioni solitarie nella speranza di avvistare, e magari fotografare animali selvatici nel loro habitat.sono convinto che ci metterei il cuore se avessi la possibilita di intraprendere questa esperienza.In piu corrispondo ai requisiti richiesti nell’annuncio.attendo risposta e ringrazio in anticipo——-cordiali saluti—————Jason.Noto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button
Close