Malto d’orzo, un dolcificante naturale che possiamo usare al posto dello zucchero… e non solo!

di Elle del 26 Aprile 2019

Ottimo come dolcificante naturale, il malto d’orzo è un ingrediente indispensabile nel processo di lavorazione della birra. Si rivela utile anche per preparare prodotti da forno come pane e pizza.

Malto d’orzo, un dolcificante naturale che possiamo usare al posto dello zucchero… e non solo!

Il malto d’orzo è un dolcificante naturale ricavato dall’orzo. Questo cereale viene sottoposto ad un processo di germinazione, poi fatto essiccare e infine cotto in acqua. A questo punto può essere ridotto e commercializzato in forma liquida, come sciroppo, oppure in polvere.

Alimento nutriente e ricco di proprietà benefiche, è un ottimo succedaneo dello zucchero bianco raffinato. In generale, il malto si può ottenere anche impiegando altri cereali, come riso, avena, mais, frumento e grano.

Malto d’orzo a cosa serve

Utilizzato soprattutto come dolcificante naturale, questo tipo di malto trova spazio in cucina anche per la preparazione di prodotti lievitati.

Malto d’orzo alternativa

Il malto ottenuto da questo cereale costituisce un’alternativa al miele per chi ha scelto uno stile alimentare vegan. Viene in tal caso impiegato come dolcificante per bevande o come prodotto spalmabile sulle fette biscottate.

malto d'orzo

Il malto d’orzo è un dolcificante ricavato dalla germinazione dell’orzo.

Malto d’orzo al posto dello zucchero

Grazie al suo potere dolcificante, questo ingrediente di origine vegetale è una valida alternativa all’uso dello zucchero bianco raffinato. Rispetto a quest’ultimo ha un minore potere dolcificante ma, al contempo, può vantare un ridotto apporto calorico.

Malto d’orzo al posto del lievito

La capacità di favorire il processo di lievitazione rende il malto utile anche per la preparazione di prodotti lievitati. Per ottenere un buon impasto si consiglia di utilizzare 15 grammi di malto per 1 kg di farina.

Malto d’orzo per dolci

Se si opta per l’impiego del malto in sostituzione dello zucchero nella preparazione dei dolci è bene tener conto delle giuste proporzioni. Si consiglia di usare 125 grammi di malto ogni 100 grammi di zucchero.

Malto d’orzo per pane

Per via della capacità di favorire la lievitazione, il malto è un ingrediente utile nella preparazione dei prodotti da forno, come il pane. Solitamente rende più gradevole il colore dei preparati e ne esalta il gusto.

malto d'orzo

Il malto è un ingrediente in grado di favorire il processo di lievitazione.

Malto d’orzo per pizza

Anche la pizza può essere preparata in casa utilizzando questo ingrediente nelle giuste proporzioni.

Malto d’orzo per birra

Nel processo di lavorazione della birra il malto, ottenuto a partire dall’orzo, rappresenta un ingrediente fondamentale.

Malto d’orzo benefici

L’uso del malto apporta con sé numerosi benefici per il nostro organismo. Innanzitutto, pur garantendo un effetto dolcificante, ha un minore apporto calorico rispetto allo zucchero tradizionale.

Facile da digerire, l’orzo e i suoi derivati sono capaci di ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue, se inseriti all’interno di una dieta equilibrata. In tal modo si protegge la salute del sistema cardio-circolatorio prevenendo l’insorgenza di patologie a suo carico.

I benefici connessi al consumo del malto sono relativi anche alla funzionalità intestinale grazie all’amido contenuto nel malto. Oltre all’effetto energizzante, questo ingrediente svolge anche un’importante azione antinfiammatoria e depurativa, in particolar modo a beneficio del fegato.

Malto d’orzo valori nutrizionali

Sotto il profilo nutrizionale il malto ricavato da questo cereale si rivela interessante soprattutto per la presenza del maltosio. Questo zucchero semplice, simile al fruttosio, è responsabile del potere dolcificante di questo prodotto.

Oltre alla grande percentuale di acqua, sono presenti anche amminoacidi, vitamine e sali minerali, tra cui soprattutto potassio, sodio e magnesio.

Malto d’orzo controindicazioni

Nel consumo di malto occorre fare attenzione in caso di intolleranze o diabete e se si appartiene a particolari categorie, come bambini o donne in gravidanza.

Malto d’orzo contiene glutine

A causa della presenza di glutine questo prodotto è assolutamente sconsigliato ai soggetti che soffrono di celiachia o intolleranza al glutine.

Malto d’orzo per diabetici

Anche in caso di diabete è opportuno prestare attenzione al consumo del malto. Pur essere meno dolcificante dello zucchero rischia di favorire un aumento della glicemia se utilizzando in dosi elevate.

Malto d’orzo in gravidanza

Tendenzialmente lo sciroppo di malto può essere consumato in gravidanza. Occorre tuttavia prestare attenzione a non eccedere con le dosi trattandosi di un prodotto molto zuccherino.

Malto d’orzo allattamento

Anche durante la fase dell’allattamento è preferibile usare questo prodotto dolcificante con moderazione.

Malto d’orzo bambini

Le stesse accortezze vanno rivolte in caso di consumo da parte di bambini, soprattutto se molto piccoli.

Malto d’orzo dove acquistare

Questo dolcificante naturale non è facilmente reperibile all’interno dei supermercati tradizionali. Può essere, tuttavia, acquistato all’interno dei negozi di alimentazione biologica o in erboristeria. In alternativa, è disponibile on line presso siti specializzati.

Malto d’orzo prezzo

Il prezzo di questo prodotto è variabile in base alle modalità di acquisto. Solitamente una confezione di circa 400 grammi non supera i 5 euro.

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment