Cani

Spazzola per cani a pelo lungo o a pelo corto: quale scegliere?

Come spazzolare il cane utilizzando la spazzola adatta al suo tipo di pelo

La spazzola per cani è uno di quegli accessori che non si può non avere se si ha un cane in casa. Il cane, infatti, va spazzolato regolarmente per diversi motivi: per la sua igiene e per la sua pulizia, ma anche per ridurre il quantitativo di peli che l’animale lascerebbe su divano, sul tappeto e sui vestiti.

Spazzola per cani a pelo lungo o a pelo corto: quale scegliere?

Insomma una bella spazzolata al pelo fa bene all’animale, ma fa tanto bene anche al padrone, che vedrà così il suo cane sempre in ordine e che potrà ridurre il quantitativo di pelo in casa.

A cosa serve la spazzola per cani

La spazzola per spazzolare il pelo del vostro amico a 4 zampe è diventato uno strumento indispensabile per chi sceglie di adottare un cane.

Una volta gli animali domestici restavano in giardino e difficilmente si prendeva cura del suo aspetto estetico. Oggi la cura dell’animale è divenuta quasi maniacale, ma non è soltanto una questione di estetica.

Sono cambiate le abitudini e gli animali domestici vivono a sempre più stretto contatto con la famiglia che lo accoglie: la sua igiene e la sua pulizia diventano dunque fattori importanti per il benessere di tutti.

Spazzolare il pelo del cane è importante perché;

  • dopo il giretto al parco può eliminare residui di terra ed erba dal pelo folto;
  • serve a massaggiare la cute stimolando la circolazione;
  • elimina l’eccesso di pelo che altrimenti cadrebbe a casa;
  • rende il cucciolo più ordinato e pulito, pronto per le coccole in famiglia.

Quando spazzolare il cane

La spazzolatura del cane deve avvenire con una certa regolarità, ma senza eccedere.

Il cane si spazzola più o meno spesso, in relazione alle abitudini dell’animale, se è un pigrone o se ama molto uscire, e in base alla tipologia di pelo.

  • Alcune razze a pelo lungo come il Golden Retriever hanno bisogno di essere spazzolati ogni volta che escono (2-3 volte al giorno)
  • I cani a pelo medio vanno spazzolati 1 volta al giorno
  • I cani a pelo corto ogni 2, 3 giorni
  • I cani senza pelo non hanno bisogno di spazzolatura.

Va anche sottolineato che una spazzola si può tranquillamente usare su cani con pelo liscio, mentre alcuni animali come il Barboncino con pelo riccio o stopposo non può essere spazzolato con attrezzi qualsiasi, ma con un prodotto apposito.

Per questo motivo, prima di spazzolare il proprio animale è bene chiedere al veterinario o al negozio di fiducia e comprare il prodotto adatto alla razza.

Come scegliere la spazzola per cani

Esistono molti tipi di spazzole bisogna dunque orientarsi su quella più adatta per la razza di cane che si possiede.

Prima di comprare una spazzola bisognerà indicare al negoziante la tipologia di pelo, la razza ma anche eventuali fobie o caratteristiche del vostro cucciolo.

Solo in questo modo sceglierete l’oggetto giusto che potrete utilizzare senza arrecare dolore o fastidio al vostro cane e ottenendo buoni risultati.

Spazzola per cani a pelo corto

Se il vostro amato cane appartiene ad una razza a pelo corto come ad esempio un Beagle o un Pointer inglese oppure un Bull Terrier allora la spazzola deve essere a setole dure e rigide che oltre a pulire il pelo massaggiano anche la cute. Il cane a pelo corto non deve essere spazzolato tutti i giorni.

Un esempio di questo prodotto, adatto per cani di piccole dimensioni, lo si trova qui:

FURminator Strumento di deshedding per cani piccoli, a pelo corto, S
Prezzo: 24,50 €
compra su amazon
Prezzi aggiornati il 14-04-2024 alle 2:31 PM.

Naturalmente si trovano prodotti simili per cani di medie e grosse dimensioni a pelo corto.

Spazzola per cani a pelo lungo

I cani che hanno il pelo lungo e liscio come il meraviglioso Levriero afgano o il mastino tibetano hanno bisogno di una spazzola da utilizzare ogni giorno, anche più volte al giorno e che non gli faccia male, che non strappi il loro pelo.

Capita infatti, come per i capelli, che il pelo lungo si ingarbugli e che si formino dei nodi. La spazzola deve essere a setole morbide e flessibili per una carezza senza dolore.

Ecco un esempio molto apprezzato dagli utenti di Amazon:

Spazzole per cani a pelo medio

I cani a pelo medio vanno spazzolati 1 volta al giorno, se il cane è sedentario può bastare 1 – 2 volte a settimana, e di solito si sceglie la spazzola a setole morbide da utilizzare contropelo per rendere più morbido il pelo e intanto eliminare residui di sporcizia e anche eventuale forfora del cane.

Un esempio è dato da questo modello di cardatore, adatto ai vari tipi di pelo:

Spazzole per cani con pello riccio

Immaginate passare la spazzola nel pelo di un barboncino o un Lagotto Romagnolo? Non è facile senza provocare dolore al cane. La soluzione c’è e consiste nell’utilizzare insieme due strumenti:

  • il cardatore
  • la spazzola a denti larghi

Dapprima si passa il cardatore che serve ad aprire il pelo per poi passare la spazzola senza dare fastidio all’animale o irritare la pelle.

Cosa è il cardatore

Il cardatore si utilizza per i cani a pelo lungo, riccio o comunque crespo difficile da spazzolare ad esempio per i Terranova. Serve per aprire il pelo senza graffiare la pelle del cane ed è utile per eliminare nodi e intanto pulire il sottopelo del cane.

È caratterizzato dalla presenza di filamenti metallici a uncino che entrando nei nodi li sciolgono e rimuovono il pelo morto.

Molto utile nei periodi di muta del pelo. Dopo il cardatore va sempre completata la pulizia del pelo con una spazzola adeguata.

Ecco un altro esempio di cardatore molto valido:

Quando usare il pettine nel pelo del cane

Il pettine non si utilizza sul pelo del cane per pulirlo, bensì per lucidarlo. Dunque in fase di toelettatura dopo aver pulito e ben spazzolato il cane si pettina per dare lucidità al pelo.

Spazzola per cani

Spazzola per cani con pelle delicata

Se il tuo cane soffre di dermatiti o comunque ha una pelle particolarmente sensibile soggetta ad irritazioni è bene scegliere una tipologia di spazzola che agisca delicatamente sulla cute.

Ad esempio si può optare per una spazzola realizzata in bamboo naturale e sostenibile. Le sue setole naturali non nuocciono alla pelle del cane.

Spazzola per cani con sottopelo

Sul mercato troverete anche delle spazzole denominate a filo oppure rastrelli che si compongono di fili metallici. Sono perfette per la pulizia del sottopelo.

La lunghezza dei fili metallici deve essere proporzionata alla lunghezza del pelo per non graffiare la pelle. Si utilizza sui cani ricci o a pelo folto e ispido per pulire e igienizzare il manto.

Ecco un esempio di pettine a rastrello con denti rotanti per cani dal pelo medio e lungo.

Spazzola per cani a guanto

Questo tipo di spazzola viene utilizzata in aprticolaresui cani che non amano farsi spazzolare. Alcuni cuccioli hanno paura della spazzola o del rastrello e sarà difficile occuparsi della loro toilette quotidiana, per questo motivo esiste il guanto.

Si tratta proprio di un guanto con spazzola che il padrone indossa e passa sul pelo del cucciolo che si potrà affidare così tutto all’affetto del suo padrone.

Ecco un esempio di spazzola per gatti e cani a guanto:

Spazzola per cani massaggiante

La linea di spazzole in bamboo kooa è una eccellente scelta naturale perché realizzata con materie prime organiche e riciclabili.

Ma non solo è anche una scelta di comfort per il 4 zampe, sia cane sia gatto, perché questa spazzoal riesce con delicatezza a disciogliere i nodi grazie a setole morbide, non irrita la cute del pelosetto e elimina il pelo già caduto. Nel frattempo offre un piacevole e irrisistibile massaggio. In commercio esistono anche modelli a doppia faccia, per spazzolare e massaggiare:

Dove comprare la spazzola per cani

Le spazzole per il pelo del cane si comprano in moltissimi negozi specializzati in prodotti per animali. Ovviamente sono disponibili anche online: Arcaplanet, Zooplus, Bauzaar… c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Il consiglio di un venditore in negozio può fare la differenza.

Quanto costa una spazzola per cani

La spazzola per il pelo ha un prezzo che varia dai 7 ai 20 euro, in relazione a dimensioni e tipologie dell’oggetto.

Approfondimenti utili

Per la cura del cane, leggete anche:

Giovanna Ferraresi

Giovanna Ferraresi  Siciliana di nascita e milanese di adozione, s'impegna con passione e voglia di imparare. Fino dal 2011 segue la sua attitudine, la scrittura. Lavora come web editor free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche di architettura e scrive di edilizia e architettura per 'Imprese Edili' e architetturaecosostenibile.it È appassionata di bioedilizia e architettura sostenibile. Anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare ed è esperta di bellezza naturale e autoproduzione cosmetica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio