Bevande

Le incredibili proprietà del succo di barbabietola per la salute

Scopriamo come prepararlo e come usarlo

Estratto dalla rapa rossa, il succo di barbabietola è un prodotto da consumare fresco dopo la preparazione in casa per beneficiare di tutte le sue proprietà nutrizionali.

Le incredibili proprietà del succo di barbabietola per la salute

Il succo di barbabietola viene estratto dalla barbabietola o rapa rossa, un tubero dalle notevoli proprietà nutrizionali e benefiche.

Le sue radici, oltre ad essere consumate crude o cotte, possono produrre un estratto succoso da bere. Meglio se preparato in abbinamento ad altri ingredienti, si realizza facilmente in casa utilizzando un estrattore oppure una centrifuga.

Succo di barbabietola: valori nutrizionali

Ricco di acqua, è uno dei tuberi più interessante sotto il profilo nutrizionale per la presenza di fibre, vitamine (soprattutto B6, B9 e C ) e una buona quantità di sali minerali e di antiossidanti, tra i quali ferro, calcio, fosforo e potassio, oltre che magnesio, manganese, fosforo, rame, zinco, betalaina e nitrati.

Sebbene le calorie siano bassissime (1 bicchiere di succo contiene 29 kCal), occorre tener presente l’elevata concentrazione di zuccheri di questo alimento vegetale. Per mantenere inalterate le proprietà nutrizionali di questo succo è preferibile consumarlo subito dopo la preparazione.

Succo di barbabietola: come si fa

La preparazione di questa bevanda vegetale può essere fatta in casa adoperando l’estrattore oppure la centrifuga, non è invece possibile usare il frullatore.

Dato il particolare sapore della barbabietola, si possono associare altri ingredienti per ottenere un mix di gusti più piacevole ed equilibrato.

Un’idea, ad esempio, può essere quella di unire uno spicchio di mela, una fettina sottile di zenzero fresco, delle carote oppure un po’ di succo di limone durante la preparazione.

Occorre considerare che per produrre 1 bicchiere sono necessarie solitamente 2 rape rosse di medie dimensioni.

Succo di barbabietola rossa con il Bimby

Dalla barbabietola rossa non si può estrarre il succo dolce adoperando il Bimby. Solo l’estrattore o la centrifuga consentono, infatti, di separare e lasciare da parte gli abbondanti residui vegetali contenuti in questo tubero ricco di fibra.

Succo di barbabietola con estrattore

Per preparare il succo occorre privare la barbabietola fresca delle sue foglie e tagliarla in modo grossolano. Non è necessario eliminare la buccia esterna.

A questo punto non resta che inserire i pezzi del tubero crudo nell’estrattore (o in alternativa nella  centrifuga), da soli o in abbinamento con altri ortaggi o verdure.Si ottiene così il succo benefico da consumare.

Succo di barbabietola: dove si compra

Per prepararlo in casa è necessario comprare le rape rosse crude, acquistabili presso i fruttivendoli più forniti o nei negozi di alimentazione biologica.

Solitamente sono considerate alimenti stagionali tra i mesi di febbraio e agosto, ma se no n la trovate fresca potete sempre ricorrere ai succhi pronti o alla radice polverizzata da diluire in acqua.

Beet It - Succo di barbabietola, 70 ml (Confezione da 15)
Prezzi aggiornati il 9-07-2020 alle 9:47 PM.

Succo di barbabietola: benefici

I benefici legati al consumo di barbabietola sono numerosi e legati alle sue interessanti proprietà nutrizionali. In particolare sarebbe indicata per:

  • abbassare la pressione sanguigna, grazie ai nitrati che dilatano i vasi sanguigni, migliorando così la circolazione e abbassando la pressione sanguigna complessiva. Le persone che assumono farmaci per abbassare la pressione sanguigna potrebbero non notare gli stessi benefici.
  • migliorare le infiammazioni, grazie ad una sostanza anti-infiammatoria chiamata betalaina che inibisce specifici percorsi di segnalazione che hanno un ruolo nelle malattie infiammatorie.
  • contrastare l’invecchiamento cellulare, grazie all’elevata concentrazione di sostanze antiossidanti apporta benefici al sistema cardiocircolatorio.
  • prevenire l’anemia, essendo ricche di ferro, un componente essenziale dei globuli rossi. Senza ferro, il sangue di una persona anemica non può trasportare ossigeno attraverso il corpo.
  • proteggere il fegato, grazie agli antiossidanti, alla vitamina A e B6 e al ferro, che aiutano a limitare infiammazioni e stress ossidativo, migliorando la sua capacità di eliminare le tossine dal corpo.
  • migliorare le prestazioni sportive. grazie ai nitrati e betalaine, possono migliorare le prestazioni atletiche aumentando il flusso sanguigno e l’ossigenazione dei muscoli.

Succo di barbabietola per l’anemia

Tra i sali minerali presenti in buona concentrazione si trova anche il ferro.

Pertanto il suo consumo ne fa uno dei centrifugati più adatti per aiutare a prevenire le condizioni di anemia, all’interno di un regime alimentare vario ed equilibrato.

Succo di barbabietola per pressione alta

Grazie alla presenza di antociani, il consumo di succo di barbabietola può rivelarsi un valido alleato anche per prevenire i sintomi dell’ipertensione arteriosa.

Invece, chi soffre di pressione bassa è bene che faccia attenzione ed eventualmente consiulti il porprio medico curante.

Ciò ovviamente mantenendo un generale stile di vita sano.

Succo di barbabietola per sportivi

Grazie alla sua efficacia rimineralizzante, questo succo può essere un buon alleato per rinvigorire chi pratica sport.

Può essere consigliato anche per una più rapida ripresa durante i periodi di convalescenza.

Succo di barbabietola controindicazioni ed effetti secondari

Questo succo ha controindicazioni ed effetti collaterali.

Non è indicato in chi soffre di acidità, bruciore di stomaco, gastrite e reflusso gastroesofageo. Inoltre, a causa dell’elevato contenuto di zuccheri, richiede una certa cautela da parte di chi soffre di diabete.

È controindicata anche per chi soffre di calcoli renali, per la sua ricchezza di sali minerali.

E come effetto secondario, ma non pericoloso, colora feci e urine di rosso, se consumato in maniera abbondante.

Succo di barbabietola: effetti collaterali

Gli effetti collaterali legati al consumo della barbabietola rossa e del relativo succo estratto sono del tutto benevoli ma possono allarmare in un primo momento.

Succo di barbabietola e feci rosse

Il colorante naturale che attribuisce la particolare sfumatura cromatiche di questi tuberi può colorare anche le feci dopo un abbondante consumo.

Succo di barbabietola urine rosse

Dopo il consumo dell’alimento o del succo, è comune e del tutto normale anche la tipica colorazione rossastra delle urine.

In tal caso non è necessario allarmarsi. A distanza di uno o due giorni dal consumo del succo o dell’alimento solido saranno scomparse le tracce dei coloranti a cui si deve questo particolare effetto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close