Come usare la tajine, la particolare pentola a forma conica di origine nordafricana

di Elle del 29 maggio 2018

La tajine è una particolare pentola di origine nordafricana con il tipico coperchio di forma conica. Adatta per pietanze che richiedono lunghe cotture, può essere utilizzata anche per cucinare piatti della nostra tradizione gastronomica.

Come usare la tajine, la particolare pentola a forma conica di origine nordafricana

Tajine o tajin è il termine di origine berbera utilizzato per indicare sia il nome di una pietanza tradizionale sia il tipo di pentola in cui la si prepara.

La tajin è una pietanza di origine nordafricana costituita da carne in umido preparata con l’omonima pentola. Questo antico strumento di cottura può essere adoperato anche per la preparazione di altri piatti della nostra tradizione gastronomica.

In particolare, si presta bene per quei cibi che richiedono lunghi tempi di cottura. Originariamente la pentola veniva appoggiata direttamente sulle braci. Attualmente esistono in commercio modelli di tajin i cui piatti possiedono un fondo in metallo. In questo modo possono tollerare le alte temperature ed essere utilizzate direttamente sui moderni fornelli a gas.

Tajine pentola

Conosciuta anche come tagine, è una pentola in terracotta originaria del Marocco e della Tunisia e usata in altri Paesi del Sud del Mediterraneo. Spesso smaltata e decorata, viene adoperata per preparare vari tipi di pietanze ed è ideale per i cibi che richiedono lunghi tempi di cottura.

Essa è composta da un piatto basso, da servire direttamente in tavola a fine preparazione, e da un coperchio a cono, che garantisce un gusto unico e intenso ai cibi. Permette, infatti, di potenziare l’aroma degli alimenti grazie al particolare metodo di cottura. Può essere considerata una sorta di pentola a pressione fai-da-te in cui i vapori si condensano sul coperchio conico. Nessun aroma si disperde e i cibi diventano morbidi e gustosi con tempi di cottura ridotti.

La particolare forma a cono del coperchio è stata pensata proprio per questo scopo e presenta un pomello sulla parte alta per poter facilitare la presa.

tajine

Tajine: è una pentola di origine marocchina adoperata soprattutto per le lunghe cotture.

Tajine primo utilizzo

Il primo utilizzo di questa pentola originale o in terracotta richiede alcune particolari accortezze. Innanzittutto si consiglia di lasciare in ammollo la pentola nuova con il coperchio in acqua per almeno un’ora. Occorre poi usare dell’olio di oliva sulla parte interna della pentola.

A questo punto la pentola completa del coperchio va sistemata in un forno freddo a 150 gradi per circa 2 ore. Trascorso il tempo necessario, si estrae dal forno e la si lascia raffreddare. Quindi si lava la pentola con acqua calda per poi asciugarla utilizzando un panno pulito.

Dopo l’utilizzo per la cottura degli alimenti, la tajin va lavata sempre evitando l’uso di detergenti chimici. Questi ultimi, infatti, rischiano di alterare poi i sapori dei cibi preparati. Per questo è importante preferire ingredienti naturali per la pulizia, quali aceto, limone e bicarbonato di sodio.

Tajine ricette

Questa particolare pentola si presta alla preparazione di numerosi tipi di pietanze, sia vegetariane che a base di carne o pesce. Oltre alle ricette della tradizione nordafricana, la tajin permette di cucinare piatti tipici della nostra gastronomia.

La cottura con questa particolare pentola ha il grande pregio di limitare l’alterazione delle proprietà organolettiche degli alimenti. I principali nutrienti dei cibi non subiscono così un’eccessiva dispersione durante la cottura.

Inoltre, grazie alla tajin si riduce o si elimina del tutto l’aggiunta di grassi sfruttando l’azione del calore e l’effetto condensa del coperchio. In questo modo si ha l’opportunità di cucinare pietanze salutari senza dover rinunciare al gusto e al sapore.

Tajine per la cottura di verdure

La tajin si presta molto bene per la cottura di verdure e legumi, che possono richiede lunghi tempi di preparazione. Aggiungendo spezie ed aromi si ottiene un condimento ideale per un ottimo cous cous vegetariano o per il bulgur.

Le verdure lavate, pulite e tagliate vanno disposte direttamente all’interno del piatto e collocate per la cottura. Iniziando a cuocere a fuoco basso si aggiunge del brodo caldo precedentemente preparato. Quindi si uniscono anche spezie e aromi in base ai propri gusti.

Si lascia proseguire la cottura per altri 20 minuti circa versando eventualmente altro brodo per evitare che le verdure possano bruciarsi.

tajine

Tajine: in questa particolare pentola si possono preparare numerosi tipi di pietanze, anche a base di verdure.

Ricette tajine con il riso

Verdure, legumi, carne o pesce preparati con l’utilizzo della tajin possono essere accompagnati dal riso. In questo modo si ha la possibilità di ottenere un piatto completo di nutrienti e ricco di sapore.

Durante la preparazione, infatti, si possono aggiungere spezie e aromi in base ai propri gusti.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment