Pentola a pressione: come cucinare, consigli e ricette

di Elle del 30 maggio 2017

Tra i vari metodi di cottura quella con la pentola a pressione assicura tempi rapidi e notevole efficacia. Scopriamo insieme le caratteristiche e le modalità di utilizzo di questo utensile.

La pentola a pressione permette di cucinare limitando il consumo di acqua e gas. Grazie alle elevate temperature che è in grado di raggiungere, questo utensile accelera e ottimizza le cotture dei cibi. Si rivela così un’ottima alleata per preparare pasti veloci e gustosi.

Pentola a pressione: come funziona

Il principio alla base del suo utilizzo consiste nel considerare che il punto di ebollizione dell’acqua varia in funzione della pressione. Per mezzo di apposite valvole di sicurezza è possibile controllare ed eventualmente regolare la pressione interna. Nella cottura con questo tipo di pentola è importante non riempirla troppo. Le quantità massime da rispettare, infatti, sono di 1/2 di acqua e 2/3 di ingredienti rispetto al volume della pentola.

Pentola a pressione: sfrutta la pressione interna generate dalle alte temperature raggiunte.

Pentola a pressione: quali vantaggi

I maggiori benefici di questo tipo di cottura risiedono nella riduzione dei tempi di cottura. Anche la drastica diminuzione di energia richiesta da questo utensile è un notevole vantaggio. Tuttavia, la pentola a pressione risulta utilizzabile per la cottura di un numero limitato di cibi. Tra questi, cereali, patate e legumi secchi sono particolarmente indicati e diventano anche più digeribili. La questione della potenziale perdita di nutrienti a causa delle alte temperature, invece, è compensata dall’accelerazione dei tempi di cottura. Grazie alla minore dispersione di aromi naturali, garantisce una riduzione nell’uso di sale, spezie e altri condimenti.

Tempi di cottura della pentola a pressione

I tempi di cottura dipendono sicuramente dal tipo di alimenti, dal gusto soggettivo e dalla temperatura. In ogni caso la cottura a pressione ha una durata notevolmente inferiore rispetto a quella tradizionale. Alcuni cibi, come legumi germogliati o freschi, sono poco indicati per questo tipo di cottura. Si rischia, infatti, di disperderne le proprietà nutritive.

Pentola a pressione: permette di cucinare rapidamente legumi secchi e cereali.

Ricette con pentola a pressione

La cottura a pressione permette di preparare in tempi ridotti un numero infinito di pietanze. Anche i risotti, che solitamente richiedono tempi lunghi, possono beneficiare dell’efficacia di questa pentola.

Risotto ai funghi porcini

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 400 g di riso
  • 1 l di brodo vegetale
  • 2 spicchi di aglio
  • 50 g di funghi porcini
  • 1/2 cipolla
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • peperoncino q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

PREPARAZIONE:

Dopo aver preparato il brodo vegetale, pulite bene i funghi e tagliateli a fette. Preparate un trito di cipolla, prezzemolo e aglio e lasciatelo soffriggere nella pentola con un po’ di olio. Aggiungete i funghi e regolate di sale in base ai gusti. Versate il vino e lasciate sfumare. A questo punto aggiungete il riso, versate il brodo tiepido e aggiungete un po’ di peperoncino. Lasciate cuocere 5 minuti dal fischio. Ultima la cottura (dopo circa 20 minuti) spegnete il fuoco e fate uscire il vapore dalla valvola. Lasciate risposare per qualche minuto e servite ancora caldo.

LEGGI ANCHE:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment