Wear and Toss: ecco il tessuto ecologico biodegradabile monouso al 100% che diventa compost!

di Claudio Riccardi del 27 Novembre 2011

Un tessuto biodegradabile monouso prodotto interamente da fibre vegetali come la cellulosa o la viscosa e dai polimeri ricavati da oli di mais o barbabietola.

Wear and Toss: ecco il tessuto ecologico biodegradabile monouso al 100% che diventa compost!

E’ orgogliosamente made in Italy l’innovazione destinata speriamo a sconvolgere i  consumi nel settore dell’ abbigliamento. Il brevetto del rivoluzionario materiale porta la firma dei trevigiani Filippo De Martin, industrial designer, Nicola Monti, ingegnere tessile e Lupo Rossi, esperto di processi di produzione.

LEGGI ANCHE: Ecopelle: tessuto bio alternativo alla pelle: che cos’è e come riconoscerla

Wear and Toss è il risultato espresso dal progetto: Parole d’ordine: salvaguardia dell’ambiente, e un occhio attento al portafoglio.

Wear and Toss è un materiale stabile, un jersey, una maglina morbida, con elasticità e effetto drappo come i normali tessuti. I costi? A dir poco irrisori: una maglietta costerà al consumatore solo 2 euro.

Le materie prime sono facilmente reperibili, il tessuto biodegrabile 100% Wear and Toss si presta anche e soprattutto a essere usato in ambienti di lavoro come ospedali e cliniche private, laboratori di analisi, e in genere tutte le strutture, che necessitano di materiali e capi d’abbigliamento igienici ed asettici sia per i pazienti sia per il personale, in modo da prevenire situazioni di contaminazione batterica e virale.

Con Wear and Toss si possono inoltre incapsulare vaccini e antibiotici. Ora però occorre tradurre l’idea ingegnosa in un progetto industriale su larga scala: porte dunque aperte a finanziatori, italiani e stranieri.

Per maggiori informazioni: http://www.wearetoss.com/index.php?fuseaction=company.main

Approfondimenti: