Coltivare fragole: in vaso, nell’orto ed a casa in balcone

by Viola Carmilla on 21 marzo 2016

Coltivare fragole: eccovi la nostra guida con tutti i consigli sulla coltivazione delle fragole in vaso, a casa, in balcone nell’orto, tutte attività molto gratificanti

Che sia per risparmiare sull’acquisto di frutta e verdura, per convinzione ecologista o per sperimentare il proprio pollice verde, cresce la voglia di coltivare piante alimentari in giardino o in terrazzo oppure sul balcone. Chi vuole cimentarsi in questa attività può provare con le fragole: sono piantine poco esigenti, si accontentano di un vaso e danno frutti ricchi di vitamine e sali minerali.

Vi aiuteremo con i nostri consigli per varie situazioni:

Le fragole hanno delle radici superficiali e poco sviluppate per cui è molto facile la lor coltivazione in vaso; e anche se non avete un giardino o un orto, andrà bene il vostro balcone. Andiamo a vedere come curare e coltivare fragole in vaso o nell’orto di casa.

Come coltivare fragole in balcone a casa

E’ davvero facile coltivare le fragole sul balcone, eccovi come fare. I più ambiziosi possono partire dalla semina: spargete in un vaso di terriccio già concimato nei mesi precedenti e innaffiateli a pioggia. Se preferite, potete accelerare la germinazione col metodo dello sprout box, collocando cioè i semi in una scatola da tenere per due giorni in condizioni di temperatura e umidità ideali. Tenete però presente che la nascita delle fragole partendo dal seme è infatti piuttosto complicata.

Appena compaiono le prime foglioline, diradate le piante lasciando le più robuste nel vaso e togliendo le altre, oppure al contrario estraete le piante migliori per interrarle alla distanza di 20 cm o di una spanna l’una dall’altra.

Se cercate la via più semplice, acquistate in un vivaio le piantine di fragola già radicate. Sia la semina che la piantumazione devono essere eseguite in piena estate, tra luglio e agosto. Prediligono luoghi freschi, con una buona umidità del terreno, ben ventilati, e con il sole diretto solo in alcune ore della giornata, meglio se non nella fascia centrale più calda.

coltivare fragole a casa in balcone: per gustarvi delle primizie con una grandissima soddifazione

Come coltivare fragole a casa in balcone: per gustarvi delle primizie con una grandissima soddifazione

Le piante di fragola hanno bisogno di essere innaffiate spesso, in particolare nel periodo immediatamente successivo alla messa a dimora e durante la fruttificazione.  L’innaffiatura non deve essere a pioggia ma alla base della pianta, senza bagnare le foglie.

Per avere risultati migliori, concimate il terreno con stallatico maturo, con cenere di legna o con del concime liquido a base di potassio e fosforo. D’inverno le fragole devono essere protette dal freddo: lo si può fare coprendole con un telo di plastica traforato, oppure cospargendo il terreno intorno alla pianta con una spessa pacciamatura di foglie secche o di paglia.

La prima raccolta avviene nella primavera successiva alla semina. Nel mese di marzo vedrete comparire i piccoli fiori bianchi e alla fine della primavera potrete gustare i primi frutti e preparare ottimi dolci e torte a base di fragola ma anche primi piatti come quelli che vi consigliamo qui di seguito:

Le piante di fragola producono frutti per alcuni anni consecutivi, infatti il loro ciclo vitale è di 4 anni. Si potranno così cogliere i frutti per tutti questi anni; l’importante è che all’uscita del riposo invernale siano fertilizzate. Prima di arrivare alla fine del loro ciclo produttivo generano altre piante (stoloni) pronte a sostituirle. I rami più lunghi, infatti, si piegano fino a terra e formano delle piccole radici, dando vita a nuove piante che potranno essere separate dalla pianta madre e interrate in un altro vaso. L’importante è che all’uscita del riposo invernale siano fertilizzate.

Come coltivare fragole nell’orto

Nell’orto è sufficiente predisporre uno strato di terriccio concimato e leggero e soprattutto ben drenante, che deve evitare il ristagno d’acqua e fa marcire le radici delle piantine. Basterà arearlo bene fino a circa 30 centimetri di profondità e aggiungere dello stallatico alcuni mesi prima della messa a dimora delle fragole. Le piantine possono essere prese dal vivaista o fatte germoliare nel semenzaio (per i più coraggiosi).

Come coltivare fragole nell'orto

Come coltivare fragole nell’orto: seguite i nostri consigli pratici

Scegliete un’esposizione adatta: non deve essere in pieno sole per tutta la giornata perché si potrebbero bruciare le foglie. L’ideale sarebbe che fossero al riparo dal sole nelle ore più calde della giornata, in fondo sono piante che crescono nel sottobosco. Soprattutto durante la fioritura è fondamentale che il terreno venga annaffiato spesso.

Il momento migliore per piantare le fragole nell’orto è la tarda estate o l’autunno, così che le piante possano attecchire e cominciare a dare i frutti la primavera successiva. Procedete in questo modo: praticate nel terreno delle buche di circa 10 cm, distanziate 30 cm una dall’altra e se avete spazio sufficiente create delle file lasciando 50-60 cm di terreno libero tra loro. Inserite le piantine e con le mani compattate il terreno attorno alle piantine e annaffiate.

L’annaffiatura deve essere continua e abbondante, evitando però il ristagno, mentre un’opportuna aggiunta di fertilizzante a base di fosforo al momento della fioritura aiuterà poi la fruttificazione. Tenete sempre pulito il terreno attorno alle fragole eliminando le erbacce con le loro radici. Le piante infestanti hanno infatti la caratteristica di catturare gli stessi elementi nutritivi destinati alle vostre fragole e quindi di sottrarle alle vostre piantine!

shutterstock_274382420

Pur resistendo al freddo cercate di proteggerle in caso di gelate notturne coprendo con del pacciame le radici: anfrà benissimo della paglia o stoffa.

Le fragole si raccolgono a metà primavera (aprile) e la produzione può durare fino alla fine dell’estate. Sono mature se hanno acquistato il loro colore rosso acceso.

Come coltivare fragole in vaso

È possibile piantare le fragole in vaso per poterle tenere sul balcone perché le piantine sono piuttosto piccole e non crescono nel tempo, inoltre le sue radici non affondano troppo nel terreno ma rimangono compatte: l’importante è seguire poche, semplici regole.

Potete usare le vaschette da gerani per 3 piantine oppure vasi da 25-30 cm di diametro per una singola pianta, riempiti di terriccio universale arricchito da un po’ di stallatico. Scegliete un vaso in terracotta (che permette l’ossigenazione del terreno e delle radici) da riempire di terriccio per piante da frutta, a cui avrete mischiato della sabbia per ottimizzare il drenaggio. La coltivazione si esegue con gli stessi metodi dell’orto, scegliendo un luogo luminoso ma non esposto sempre al sole, non lesinando con le innaffiature e fertilizzando alla fioritura. Per proteggere le piante dal freddo eccessivo o dal sole, basterà spostare i vasi ma mai portarli in casa, morirebbero.

Come coltivare fragole: le malattie e i parassiti

Evitate i ristagni idrici con un terriccio drenante e controllando sempre che il terreno sia asciutto prima di innaffiarle, possono portare muffe e funghi.

Una delle malattie più diffuse è il mal bianco o oidio, che ricopre le piante di fragola di una spuma bianca; anche le lumache, gli afidi e le coccinelle sono insetti che possono danneggiare la fragola, contro di loro ci sono ritrovati naturali. Infine, ci sono i funghi come la peronospora, eliminabile con prodotti a base di rame.

Dove trovare direttamente online dei semi di fragole, sia rosse che bianche e nere

50 Semi FRAGOLA GIGANTE FRAGARIA X ANANASSA + PICCOLA GUIDA COLTIVAZIONE
Prezzo:EUR 4,90
50 SEMI di FRAGOLA BIANCA " SEMI RARI "
Prezzo:N/A
Fragola Nera- 20 semi-inferiore in zucchero e acido! Dolce e gustoso
Prezzo:EUR 8,20

Coltivare fragole rampicanti in verticale

Potete scegliere delle varietà di fragola rampicanti da coltivare in vaso, saranno una magnifica decorazione per il vostro balcone, purchè le dotiate di una spalliera adatta che sostenga il loro sviluppo verticale. Le fragole rampicanti hanno bisogno di un sostegno, un tronco o un cannucciato, una rastrelliera, una rete,  sono particolarmente ornamentali. Potete anche metterle in vasi appendere per farle ricadere.

Come tutte le piane di fragola hanno bisogno di un clima mite, di una buona esposizione, e di regolari annaffiature. Anche il terreno deve essere leggero e drenato. Possono essere coltivate partendo dai semi o acquistando una piantina. Se volete partite dal seme avrete bisohgno di un semenzaio e attendere 3 mesi per poter mettere a dimora le fragole. Se volete partire da quelle già pronte, mettetele a 30 cm una dall’altra in un vaso di 40 cm e fissatele ad un sostegno per farle arrampicare.

Il terreno deve rimanere umido, soprattutto d’estate, ma dovrete evitare che ristagni l’acqua. Anche le radici delle fragole rampicanti devono essere protette dal gelo con uno strato di  pacciame. Una concimazione con un liquido a base di fosforo e potassio permetterà di fiorire e fruttificare bene.

Nel caso abbiate problemi di spazio e vogliate provare a coltivare fragole in verticale vi serviranno anche delle sementi specifiche

Eccovi alcuni supporti per coltivare le vostre fragole rampicanti in verticale

E allora… chi fermerà più gli aspiranti orticoltori?! mettete subito in pratica la nostra guida su come coltivare fragole da soli.

Se siete appassionati di giardinaggio e orti urbani ecco la nostra grande guida alle piante da balcone: come fare un orto nel terrazzo

Immagini via shutterstock.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *