Asma, cause, sintomi e come alleviarla naturalmente

di Eryeffe del 24 marzo 2017

L’asma è un’ infiammazione cronica delle vie aeree che può scaturire per diverse cause e comportare ostruzione dei bronchi e ipersensibilità ad alcuni fattori esterni. Scopriamo tutto su questa malattia e impariamo a curarla con metodi naturali.

L’asma è una delle malattie maggiormente diffuse al mondo i cui numeri crescono di anno a causa di molti fattori concomitanti. Le stime parlano di circa 300 milioni di pazienti asmatici, concentrati soprattutto nei paesi occidentali.  In Italia, ne soffre il 4,5% della popolazione, ossia circa 2,6 milioni di persone.

asma

Condizioni ambientali particolari, uno stile di vita poco sano, inquinamento atmosferico e fumo sono solo alcuni dei fattori che agiscono come moltiplicatori nella diffusione dell’asma.

Nella maggior parte dei casi, infatti, l’asma è una risposta allergica a sostanze irritanti presenti nell’aria a cui il soggetto è esposto. All’origine della malattia può esserci anche una predisposizione genetica o infezioni virali e batteriche delle vie aeree dovute a condizioni di scarsa igiene.

Le crisi asmatiche possono essere scatenate anche da sforzi fisici intensi, sbalzi di temperatura e forti stress emotivi.

FOCUS: Rimedi naturali per le allergie

Asma sintomi

Quando l’albero bronchiale si infiamma per uno di questi fattori, il soggetto accusa difficoltà di respiro, spasmi, edema e gonfiori delle vie aeree.

Contemporaneamente si verifica un aumento della secrezione di muco e, nei casi più gravi, tachicardia e attacchi di panico.

Fin dai suoi esordi, l’asma non deve essere sottovalutata. Bisogna portarla all’attenzione del proprio medico di base. Da una forma lieve, reversibile e  intermittente, infatti, l’asma può degenerare in una forma moderata e permanente che nel corso degli anni può diventare anche grave.

asma

Asma allergica e bronchiale

Esistono due forme di asma bronchiale: una allergica, scatenata da agenti esterni, e una non allergica, determinata da predisposizione genetica e altri fattori scatenanti (emotivi, fisici e chimici).

Si definisce allergica l’asma generata dalla presenza di allergeni nell’aria: polline, polvere, acari, peli di animali domestici, inquinamento atmosferico.

LO SAPEVI? Aumento di allergie al polline a causa dei cambiamenti climatici

In questo caso, l’infiammazione delle vie aeree può dar vita a sintomi cronici o intermittenti che si manifestano in seguito ad un improvviso restringimento dei bronchi (broncospasmo) e una secrezione eccessiva di muco.

Altri sintomi tipici dell’asma allergica sono:

  • tosse violenta e secca
  • dispnea
  • pesantezza toracica
  • respiro sibilante
  • insonnia
  • difficoltà a svolgere attività fisiche impegnative

I meccanismi fisiologici da cui la malattia ha origine sono ancora in parte sconosciuti. Si ricollegano ad reazione del sistema immunitario provocata dall’inalazione di allergeni dispersi nell’aria a cui il soggetto è (o diventa) sensibile.

asma

L’inquinamento atmosferico è uno dei principali fattori di rischio per soggetti asmatici e sani

Sintomi dell’asma bronchiale

L’asma bronchiale è accompagnata dalla dispnea, il tipico sintomo che consiste nella sensazione di mancanza d’aria. Questa condizione genera respiro sibilante, accompagnata spesso da un tipico fischio o rantolo, colpi di tosse violenti e secrezioni abbondanti.

La gravità dei sintomi varia da individuo a individuo ma è sempre bene ricorrere al consulto medico anche nelle forme più lievi.

In generale, la sintomatologia più comune consiste in:

  • tosse secca o catarrosa
  • senso di costrizione al torace
  • difficoltà respiratoria
  • sibilo durante l’espirazione

Durante la crisi la mucosa che avvolge e protegge i rami bronchiali si ispessisce, la muscolatura liscia dei bronchi si contrae improvvisamente rendendo difficoltoso il passaggio dell’aria.

Asma cura

Generalmente, l’asma viene trattata in modo continuativo per evitare crisi acute e un peggioramento della patologia. Per l’asma allergica, in particolare, l’esposizione agli allergeni scatenanti deve essere evitata quanto più possibile.

Non è facile identificare l’allergene responsabile delle crisi. Si può tentare di attaccare la malattia con un vaccino che desensibilizzi il soggetto.

LEGGI: Rimedi naturali per l’allergia ai pollini

asma

Per le crisi acute si utilizzano broncodilatatori ad azione immediata a base di salbutamolo e terbutalina somministrati in forma spray. Per prevenire le crisi sul lungo periodo si utilizzano broncodilatatori a lunga durata (salmeterolo e formoterolo) sempre per via inalatoria, o associati a cortisonici.

Sempre per il controllo della malattia, i medici somministrano altri farmaci come il cromoglicato e gli inibitori dei leucotrieni che agiscono direttamente sulle cellule che innescano il processo infiammatorio.

Asma prevenzione 

L’asma è una malattia di origine prevalentemente allergica, scatenata anche da uno stile di vita poco sano, oltre che dall’esposizione ad agenti allergenici dispersi nell’aria.

La prima cosa da fare per prevenire l’asma è correggere il proprio stile di vita e l’alimentazione.

Occorre infatti:

  •  bandire il fumo, ritmi di vita eccessivamente frenetici
  • seguire una dieta naturale
  • evitare l’esposizione prolungata a fonti di inquinamento

Rimedi naturali per alleviare i sintomi dell’asma

In fitoterapia sono molte le piante officinali che possono rappresentare un valido aiuto nel prevenire e alleviare i sintomi dell’asma allergica.

L’azione antinfiammatoria, fluidificante ed espettorante ben si combina a terapie specifiche per il trattamento di questa patologia. Si tratta di semplici coadiuvanti che non devono in alcun modo essere ritenuti sostitutivi dei farmaci tradizionali.

  • Elicriso: le proprietà dell’elicriso sono antinfiammatorie, antiallergiche, antibatteriche diuretiche, spasmolitiche e balsamiche: un mix di virtù che rende l’elicriso un ottimo rimedio naturale per la cura delle affezioni cutanee più diffuse, allergie, epatopatie, psoriasi e geloni. Se ne utilizzano i capolini gialli, le sommità fiorite della pianta, che presentano numerosi principi attivi utilizzati in fitoterapia per la cura delle affezioni a carico delle vie aeree e della cute, sia di tipo allergico che infettivo. Questa pianta è ricca di oli essenziali, flavonoidi e triterpeni che le conferiscono proprietà antistaminiche, antibatteriche ed espettoranti. Per questa ragione la medicina officinale fa largo uso dei suoi fiori per combattere allergie, asma, tosse, bronchite e congiuntivite, ma anche per lenire le irritazioni cutanee e curare herpes, eczemi e psoriasi.
asma

Il fiore di elicriso

  • Ribes nero: il gemmoderivato del ribes nero trova impiego terapeutico nella cura degli stati infiammatori di varia origine (mal di gola, bronchiti, raffreddore, stati febbrili transitori), delle allergie, dell’asma, delle più comuni sindromi influenzali, delle congiuntiviti e di molte forme di dermatite. Sempre grazie al cortisolo, può aiutare a combattere i dolori muscolari articolari e i reumatici.
asma

Pianta della lantana

SPECIALE: Rimedi e cure naturali, a cosa servono e quali benefici portano

  • Lantana: ricca di tannini, fitosterolo, fitosterolina, acidi organici e viburnina, a cui si devono le principali proprietà officinali e medicamentose della pianta. In fitoterapia si utilizzano foglie e le bacche per le proprietà astringenti, rinfrescanti, spasmolitiche, antiallergiche e sedative. È un alleato naturale per la cura di diverse affezioni dell’apparato respiratorio, tra cui l’asma, bronchiti croniche associate a crisi asmatiche, dispnea e per alleviare il senso di costrizione toracica.

In caso di crisi d’asma ricordate di consultare immediatamente il medico di famiglia e di non sottovalutare per nessun motivo la gravità della malattia.

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment