Animali

Scopriamo la balena, il cetaceo più grande della Terra!

L'incredibile mondo dei cetacei giganti, molti dei quali a rischio di estinzione

Con il termine balena si definisce qualunque cetaceo a dimensione gigantesca: dai capodogli alle megattere, dalle balenottere alle balenidi.

Scopriamo la balena, il cetaceo più grande della Terra!

Scheda balena

Ciò che distingue le balene dagli altri cetacei sono i fanoni, ovvero i loro denti costituiti da barbe di cheratina.

Lo sfiatatoio è dato da due orifizi, infatti è in grado di generare un soffio d’acqua altissimo e dalla caratteristica forma a V, che può superare anche i 5 metri.

Esistono 14 specie di balena tra cui 4 di balenidi, suddivise in due specie, con minime differenze genetiche: 9 sono della famiglia delle balenottere, che conservano diverse caratteristiche strutturali delle balene.

Animali ancestrali, hanno pinne simili ad ali; il loro nome deriva infatti dal greco antico e significa “balena con le ali”.

Non hanno mascellari arcuati né vertebre cervicali fuse come i balenidi; presentano un’unica pinna dorsale e solchi sulla gola che arrivano fino ai pettorali e che migliorano la capacità contenitiva della bocca.

La balenottera azzurra è un mammifero in via d’estinzione. Può arrivare a 33 metri di lunghezza per 160 tonnellate di peso. La più piccola è la caperea che misura circa 6 metri.

Le megattere rientrano nella famiglia delle balenottere. Si possono trovare in tutti gli oceani ma vivono tipicamente intorno alle coste.

Il loro nome significa “grande ala”, ed è dato dalle lunghe pinne pettorali pari a 1/3 della lunghezza del corpo. Possono raggiungere infatti anche i 16 mt., per 30 tonnellate.

SCOPRI: gli animali che vivono molto più a lungo dell’uomo

Balena mammifero

Note anche con il nome di cetacei misticeti o eubalene, i balenidi possono arrivare ad una lunghezza di 18 mt. per 70 tonnellate di peso.

Si distinguono dalle balenottere con il termine balene franche o “giuste”, attribuitogli dai balenieri per la loro abitudine di nuotare lungo la costa.

È difficile trovarle in acque tropicali, in quanto il loro grasso organico impedirebbe al calore delle acque di dissiparsi.

Hanno corpo nero ma sono facilmente distinguibili per alcune zone di ruvidità sulla testa chiazzate di bianco, colore causato dai ciamidi o pidocchi.

Di stazza robusta, hanno una larga pinna caudale, fanoni stretti e ricoperti da peli sottili, e possono vivere anche oltre i 70 anni!

Nonostante siano nuotatrici molto lente, sono conosciute per le molte acrobazie ed evoluzioni, come il breaching, cioè salti sulla superficie del mare, ed il tail-slapping, letteralmente “schiaffi di coda”.

balena megattera
Sebbene siano animali enormi e nuotatrici lente, le megattere possono dare vita ad incredibili esibizioni nel momento in cui saltano fuori dall’acqua.

Tendono a girare in coppia, e i loro predatori sono le orche, dell’ordine dei delfini.

Anatomia balena

I balenidi hanno una pinna ventrale liscia e una pinna dorsale.

Quest’ultima è, nelle balenottere, molto spostata all’indietro, mentre nelle balene eschrichtiidae è del tutto assente.

Balena

Le right whales o balenidi si cibano principalmente di krill. Si trovano, pertanto, nell’oceano Pacifico, Atlantico ed Artico. Hanno testa arcuata e le 7 vertebre cervicali fuse insieme.

Balena bianca, esiste davvero?

Sembrava essere una leggenda uscita da Moby Dick, invece la balena bianca esiste.

È una specie protetta, ed è stata avvistata nel 1991 al largo delle coste dell’Australia.

Inizialmente si credeva che Herman Melville potesse essersi riferito ad un beluga, un cetaceo a livrea bianca della famiglia dei delfini.

Della specie delle megattere, la vera balena bianca ha la peculiarità di avere la pelle tutta bianca, risultato di una mutazione genetica chiamata albinismo.

Apnea balena

Sono in grado di restare in apnea per diverse ore, per poi respirare attraverso gli sfiatatoi, posti sulla parte superiore del cranio.

Di fatto le balene dormono circa 8 ore al giorno, ma con l’affascinante particolarità che dorme un emisfero del loro cervello per volta: non possono mai rimanere incoscienti a lungo, altrimenti non potrebbero respirare, per cui hanno perfezionato questo stratagemma evolutivo di fare riposare un emisfero del loro cervello per volta.

SPECIALE: gli animali che migrano

balena
Spettacolare istantanea di Megaptera novaeangliae

Cosa mangia la balena

I balenidi si cibano essenzialmente di krill, di altri piccoli crostacei e plancton che “mietono” a tonnellate, spalancando la bocca o muovendo la lingua per avviare la suzione, come nel caso della balenottera azzurra.

Le megattere cacciano in gruppo per mangiare anche piccoli pesci. Tramite lo sfiatatoio, una balena produce bolle d’aria mentre le altre spingono i pesci verso le bolle, che fungono da trappola; un sistema noto come bubble-feeding.

Balena disegno

Ecco un paio di disegni di balena, un cetaceo davvero difficile da fotografare!

balena disegno
Un disegno realistico, per gli adulti

Questo che segue, invece, è un disegno che i bambini più piccoli adorano colorare, provare per credere!

disegno da colorare bambini
Un disegno da colorare che piace ai più piccoli

Balena in inglese

La parola balena deriva dal greco phalaina, ovvero falena o “con l’aspetto di una falena”.

E presenta la stessa radice del toponimo tedesco Wal, dell’inglese whale e dello svedese val.

Potrebbero interessarvi anche:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close