Quali sono i mammiferi marini? Elenco, immagini e curiosità

di Elle del 28 luglio 2018

Delfini, orche, balene, lamantini, foche e otarie. Sono solo alcuni degli esemplari di mammiferi marini, più o meno noti. Si tratta di animali che nel corso dell’evoluzione si sono adattati alla vita acquatica, spesso in modo incredibilmente creativo. Molte specie sono tuttavia minaccia dall’uomo e dall’inquinamento dei loro habitat.

Quali sono i mammiferi marini? Elenco, immagini e curiosità

I mammiferi marini includono animali vertebrati anche molto diversi tra loro che nel corso dell’evoluzione si sono adattati alla vita acquatica. Di piccole o grandi dimensioni, di carattere aggressivo o docili, questi esemplari abitano le profondità marine.

In comune con le specie terrestri hanno la riproduzione vivipara e l’allattamento dei cuccioli, la respirazione polmonare e la colonna vertebrale. Molte di queste specie sono seriamente minacciate e spesso a rischio di estinzione.

Tra i principali fattori che mettono in pericolo la loro sopravvivenza vi è la caccia insieme all’inquinamento dei loro habitat e al fenomeno del surriscaldamento globale.

Elenco dei mammiferi marini

Pur essendosi adattati alla vita acquatica, questi mammiferi hanno bisogno di respirare aria con il loro sistema polmonare. Inoltre, come gli altri mammiferi essi allattano i propri cuccioli. Di questa grande famiglia animale è abbastanza difficile definire le caratteristiche comuni.

Per questo si possono distinguere tre principali sottogruppi o ordini: cetacei, sirenii e carnivori.

Mammiferi marini: cetacei

I cetacei presentano un tipico corpo di forma affusolata e un aspetto che si ricorda quello dei pesci. Essi tendono a muoversi in modo agile in acqua e non sono in grado di vivere sulla terraferma. I loro arti anteriori si sono trasformati in pinne simili a quelle dei pesci come esito del processo evolutivo. Grazie anche alla loro coda sono degli abilissimi nuotatori.

Solitamente non presentano peli e il loro manto è ricoperto da uno strato di grasso. All’ordine dei cetacei appartengono mammiferi come le balene, i delfini e le orche. I cetacei presentano uno sfiatatoio, che si apre sulla sommità del capo, attraverso cui possono far fuoriuscire l’aria trattenuta quando sono in acqua.

Attualmente la principale minaccia alla sopravvivenza di questi animali marini è costituita dalla cattura accidentale nelle reti da pesca. In passato molti esemplari sono stati vittime delle flotte baleniere. La caccia di questi animali è legata alla possibilità di ricavare da essi molti prodotti, spesso associati a delle presunte proprietà terapeutiche.

FOCUS: Animali marini a rischio: ecco la top 10

mammiferi marini

Mammiferi marini: includono l’ordine dei cetacei, che annovera esemplari come delfini, balene e orche.

Mammiferi marini: sirenii

Tra questi grandi mammiferi che popolano i mari troviamo anche esemplari che seguono una dieta prettamente erbivori. È il caso di animali appartenenti all’ordine dei sirenii, come il lamantino e il dugongo.

Si tratta di esemplari di notevoli dimensioni, che sembrano essere imparentati con gli elefanti. Con essi, in effetti, condividono la mole e l’andatura lenta.

Sono soliti abitare acque poco profonde, prevalentemente in zone costiere e zone d’acqua dolce tropicali. Il loro corpo è massiccio e affusolato, provvisto di una pelle spessa e coriacea.

I loro arti anteriori hanno assunto la forma di pinne, mentre quelli posteriori sono del tutto scomparsi. Questi esemplari sono minacciati dall’inquinamento che rende poco vivibile il loro habitat. Il loro principale nemico è l’uomo che, soprattutto in passato, li cacciava per appropriarsi della loro carne e del grasso.

Questi animali non si avventurano nelle acque più profondo per evitare l’incontro con grandi predatori come gli squali. Restando in superficie, tuttavia, rischiano di essere feriti dalle eliche delle imbarcazioni.

FOCUS: Narvalo, il mitico animale minacciato dal global warming

mammiferi marini

Mammiferi marini: lamantino e dugongo appartengono all’ordine dei sirenii e sono minacciati dall’inquinamento dei loro habitat.

Mammiferi marini: carnivori

Foche, trichechi e otarie (o leoni marini) sono rappresentanti di altri mammiferi che vivono in mare ma sono esclusivamente carnivori. Essi sono dotato di canini molto robusti e si alimentano esclusivamente di carne. Nel corso dell’evoluzione si sono adattati a muoversi sia sulla terraferma che in acqua.

Sono, infatti, degli abili nuotatori e, grazie allo strato di grasso sottocutaneo, sono in grado di avventurarsi nelle profondità dei mari.

mammiferi marini

Mammiferi marini: foche, otarie e trichechi sono esemplari prettamente carnivori.

Tra i mammiferi considerati marini e inclusi nell’ordine dei carnivori va annoverato anche l’orso polare. Rappresenta uno dei mammiferi più grandi della Terra di cui abita l’emisfero nord. Un’altra famiglia di animali marini carnivori è quella dei mustelidi, di cui fa parte, ad esempio, la lontra marina.

Le foche sono stati tra gli esemplari più minacciati dal pericolo umano. Ciò soprattutto per la caccia illegale motivata dall’utilizzo del grasso e della loro pelliccia.

Negli ultimi tempi si è assistito ad una regolamentazione in tal senso per scongiurare il rischio di estinzione a cui questi animali andavano rapidamente incontro.

Altri approfondimenti tematici

Ecco anche altri articoli che ti potrebbero interessare su argomenti simili:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment