Animali

Delfino: tutto su questo animale che continua a sorprendere per la sua intelligenza

Radiografia di una specie animale che continua a stupire

Con il termine delfino si indica un gruppo di mammiferi marini cetacei con caratteristiche fisiche e comportamentali comuni. Ad esempio, Narvalo e Beluga Artico vengono occasionalmente chiamati delfini. Diversi sono invece i delfinidi, chiamati comunemente balene.

Delfino: tutto su questo animale che continua a sorprendere per la sua intelligenza

Delfino dove vive

Il delfino comune vive nell’Oceano Atlantico, Pacifico ed Indiano. Ma è possibile anche ritrovarlo nel Mar Nero, nel Mar Rosso e nel Mediterraneo, tra Liguria, Corsica e Malta.

Le orche vivono ad una maggior profondità (fino a 60 mt.), e risalgono in superficie, fino ai 20-30 mt. in cerca di cibo.

Tre specie di platanistoidea vivono nei fiumi d’acqua dolce; la quarta, la pontoporia vive negli estuari di acqua salata.

Il più noto tra i delfini di fiume è il delfino rosa, detto anche ilnia o delfino del Rio delle Amazzoni. Si trova in Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana, Perù e Venezuela.

delfino rosa
Il più noto tra i delfini di acqua dolce, il delfino rosa dell’Amazzonia

Delfino specie

Sono state scoperte circa 40 specie di delfino, raggruppate in 17 generi.

Le loro caratteristiche fisiche variano da 1 mt. circa di lunghezza per 40 kg. dei delfini di fiume (platanistoidea) ai 9,5 mt. per 6 tonnellate di un’orca.

Hanno corpo affusolato, pinna caudale per spingersi in avanti e muoversi e una dorsale, che serve a stabilizzarne l’equilibrio.

I loro colori comprendono diverse gradazioni del grigio, che in alcuni casi si associano a ventre bianco e linee e macchie di tonalità differenti.

Le mandibole, allungate, formano il cosiddetto rostro, ovvero un becco che nel caso del tursiope, cioè il delfino comune, mostra una curva, che è come un sorriso permanente, mentre nei delfini di fiume è allungato come una bacchetta.

I denti possono arrivare fino a 250, per adattarsi alle prede, prevalentemente pesci. Le specie più piccole cacciano invece molluschi, altre anche i crostacei.

Nella testa si trova il sonar, un sistema che gli serve ad orientarsi e per la ricerca di cibo. Il suo cervello, molto grande e complesso, è quasi simile a quello umano.

delfino

Delfino respirazione

Quasi tutti i delfini respirano grazie ad un riflesso che parte dalla coda, e che gli permette di tenere lo sfiatatoio sopra l’acqua.

Allo stato brado dormono in superficie, con un emisfero cerebrale parzialmente addormentato, il che gli consente di respirare ma al tempo stesso di rimanere allerta.

In cattività, sono in grado di entrare in uno stato di sonno profondo, in cui entrambi gli occhi sono chiusi, non vi è risposta agli stimoli esterni e la respirazione è automatica.

Fatta eccezione per il delfino del fiume Indo, che, vivendo in un luogo dalle forti correnti, è costretto a nuotare continuamente per evitare lesioni.

Il suo sonno è leggero e discontinuo, infatti dorme con intervalli che vanno da 4 secondi a 1 minuto.

Delfino caratteristiche

Una caratteristica tipica dei delfini è il loro nuotare rapido, che si conclude nel cavalcare le onde, affiancando le navi ed occasionalmente, in giochi acrobatici fuori dall’acqua.

Saltare in superficie consente loro di risparmiare energia, dato il minor attrito con l’aria. Ma In aria combattono ed è anche una maniera facile e veloce di rimuovere i parassiti.

Una altro motivo per cui è facile incontrare i delfini fuori dall’acqua è di tipo comunicativo. Sono animali sociali, e vivono in branchi fino ai 1.000 esemplari.

I delfini sono infatti in grado di emettere una vasta gamma di suoni significanti, simili a fischietti, che gli permettono di comunicare con gli altri.

Delfino
Nuovi studi scientifici confermano la sua eccezionale intelligenza

Delfino intelligenza

Fin dall’Antichità, i delfini sono noti per essere estremamente intelligenti. Con il loro sistema di comunicazione complesso, riescono a inviare fino a 50 segnali al minuto!

Ma si spostano anche secondo schemi di movimento, che sono come segnali comunicativi, primi fra tutti: i salti a pelo d’acqua.

Delfino riproduzione

Nei delfini la sessualità non è solo finalizzata alla riproduzione. Usano le pinne per toccarsi e consolidare i rapporti.

Dopo una gestazione di 1 anno, la femmina partorisce un solo piccolo, che viene spinto in superficie per respirare.

Durante l’allattamento, la femmina spinge fuori il latte, in quando il piccolo non ha labbra per succhiare.

Delfino curiosità

Le mammelle si trovano accanto alla vagina, questo spiega perché i piccoli vengono spesso avvistati in zona della pinna caudale della mamma.

La costruzione della Diga delle Tre gole, in Cina, ha portato alla distruzione dell’habitat del lipote. Questo particolare tipo di delfino è stato dichiarato estinto nel 2006.

Lo sfiatatoio è una narice, grazie alla quale il delfino può restare in apnea anche per 15 minuti! Per idratarsi, utilizza l’acqua salata che filtra attraverso i reni.

Una curiosità: durante la quarantena da covid-19 del 2020, i delfini sono tornati nel golfo di Venezia.

Sono in grado di vivere fino a 35 anni!

Potrebbero interessarvi anche:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close