Bevande energetiche naturali: ricaricarsi in modo sano

di Elle del 11 giugno 2017

Bevande energetiche naturali: quali scegliere? I ritmi frenetici che quotidianamente si affrontano, ci spingono a ricercare nuove energie per dare il meglio di sé durante l’intero corso della giornata. Vediamo quali sono le migliori alternative naturali.

Per questo motivo negli ultimi anni hanno spopolato i cosiddetti energy drink. Si tratta di bevande capaci di rivitalizzare e ritrovare in breve tempo la giusta carica per fronteggiare i propri impegni.

SCOPRI ANCHE: 10 alimenti ricchi di potassio

Sono per lo più bevande che – non avendo lo scopo di reidratare né introdurre sali – sono a base di caffeina, con percentuali che possono variare dai 20 ai 50 mg/100 ml, o di altre sostanze stimolanti.

Tra queste spicca il guaranà (praticamente la bevanda nazionale in Brasile). Oppure aminoacidi come la taurina. Insieme a questi troviamo numerosi ingredienti d’origine sintetica, tutte ragioni per cui in più di un’occasione queste bevande sono finite nell’occhio del ciclone.

Esistono però anche dei drink energizzanti che possiamo fare noi in modo più naturale e salutare.

Bevande energetiche naturali: i più popolari energy drink

Ogni paese ha le sue tradizioni, ragione per cui vi è una ampia varietà di bevande energetiche naturali in giro per il mondo

Ecco comunque alcune valide alternative ai prodotti industriali che vanno per la maggiore:

Frullato di banana

Frutto energetico per eccellenza, la banana può essere preparata con latte o yogurt, cacao solubile, zucchero e banane. Grazie al potassio contenuto nelle banane, questo frullato è molto indicato anche per prevenire i crampi durante l’attività sportiva. Molti si ricorderanno come a partire dagli anni ’80 alcuni tennisti cominciarono ad introdurre il rito di sbocconcellare una banana tra un cambio palla e l’altro. Non è certo un caso!

Kombucha

Noto come tè o fungo di Muncharain, questo è ottenuto dall’infusione di una coltura di particolari lieviti e batteri nel normale tè verde o nero, con l’aggiunta di zucchero. Questo tè fermentato proviene dalla Cina ed molto usato anche in Russia, ma sempre più diffuso anche in Italia.La tradizione gli assegna numerose proprietà stimolanti, anche se ad oggi non esistono studi che ne provino l’efficacia.

Si pensa che migliori le difese del sistema immunitario, i disturbi della pressione arteriosa, disintossichi e, trattandosi di un prodotto fermentato, migliori anche l’equilibrio della flora intestinale. Può quindi essere considerato a tutti gli effetti un’alternativa naturale ai drink energetici ricchi di zuccheri e caffeina.

Mate

Si tratta della bevanda che si ottiene dall’infusione delle foglie di erba mate. Originaria del Sudamerica, una volta essiccata e sminuzzata e produce un tè energizzante che tra le popolazioni delle Ande è bevuto per i suoi effetti benefici contro il mal di montagna. Si pensa abbia anche un effetto anti-ossidante e disintossicante.

bevande energetiche naturali mate

Bevande energetiche naturali: un primo piano del mate, detto anche tè paraguaiense.

Guaranito

Praticamente la bevanda nazionale brasiliana. In Italia lo trovate promosso da Altromercato, quindi un prodotto equosolidale. Non è proprio l’originale, ma è ispirato molto da vicino ad una bevanda al guaranà assai popolare in Brasile. L’estratto proviene da produttori situati in Brasile, Mauritius e Costa Rica, mentre la produzione e l’imbottigliamento è affidato ad una piccola azienda italiana a conduzione famigliare.

Ecco dove è possibile acquistarlo online:

Guaranito - Lattina con Guaranà del Brasile
Bevanda analcolica con zucchero di canna ed estratto di guaranà
€ 0.7501
Guaranito - 275 ml
Con guaranà del Brasile – In bottiglia di vetro
€ 0.95

Infine, da non sottovalutare anche le proprietà di piante come Ginseng e Ginkgo biloba

Sta a voi ora, provare queste  bevande energetiche naturali oppure confidare nella pur sempre affidabile tazzina di caffé.

Leggi anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment