Ginkgo biloba: benefici e proprietà

di Eryeffe del 2 febbraio 2018

Il Ginkgo biloba è un albero originario della Cina e del Giappone divenuto noto per i suoi benefici per la salute e le proprietà degli estratti che se ne ricavano: scopriamolo meglio nella nostra guida.

Ginkgo biloba: benefici e proprietà

Il ginkgo (ginkgo biloba) è un albero oggi diffuso in vaste aree temperate del Pianeta. Si tratta di un albero a chioma larga caratterizzato da una corteccia liscia di colore grigiastro e da graziose foglie laminate di colore verde chiaro che lo rendono una pianta decorativa molto utilizzata in giardini e viali alberati nei quali spicca proprio per il suo fogliame a ventaglio.

Il frutto, commestibile dopo la torrefazione, è carnoso e di colore giallo, mentre le proprietà del ginkgo biloba lo hanno portato ad essere molto utilizzato in cosmetica.

La storia del Ginkgo Biloba

Importato in Europa a metà del XVIII secolo, il ginkgo è considerato l’albero più vecchio della terra.

Un albero tenace, capace perfino di resistere agli effetti devastanti delle esplosioni atomiche di Hiroshima. Il suo nome deriva dal termine giapponese Yin-kuo  che vuol dire ‘albicocca d’oro’ e biloba riferito alla caratteristica foglia a due lobi.

Per la sua longevità e la sua storia, il Ginkgo è un albero sacro in Giappone dove lo si incontra spesso vicino a templi e luoghi di culto. È opinione diffusa, infatti, che la conservazione di questa specie arborea sia merito dei monaci che per secoli lo coltivarono per ornare i loro luoghi più sacri.

FOCUS: Yerba Mate, la bibita energizzante dal Sud America

Ginkgo biloba

Estratti di erbe e Ginkgo biloba: in fitoterapia si usano per il loro potere medicamentoso

Le proprietà del Gingko biloba

Oltre ad una storia millenaria e affascinante, tra le benefiche proprietà del ginkgo spicca la capacità di fluidificare il sangue e favorire l’ossigenazione dei tessuti cerebrali. Per questo motivo è conosciuto anche come ‘pianta della memoria’. E’ particolarmente adatto a studenti e studiosi per potenziare le facoltà cognitive durante l’apprendimento.

Studi scientifici ne hanno dimostrato l’efficacia per contrastare le degenerazioni cerebrali negli anziani e quella terribile malattia cronico-degenerativa nota come Alzheimer.

Essendo anche un potente vasodilatatore, il ginkgo è un utile rimedio antiallergico, consigliato soprattutto per neutralizzare gli attacchi di asma.

Le foglie sono ricche di terpeni, flavonoidi e polifenoli. Agiscono nei vasi sanguigni riducendo la porosità capillare, evitando la formazione di trombi e inibendo il meccanismo di aggregazione delle piastrine: per questo motivo, è in grado di evitare il rigetto di organi trapiantati e, sotto controllo medico, molto utilizzato in caso di embolie. Non meno importante è l’azione antiossidante che rende il ginkgo uno spazzino naturale contro i radicali liberi.

Una ricetta con il Gingko biloba

Gli estratti di ginkgo non devono essere assunti in gravidanza o durante l’allattamento. In generale, è bene sempre chiedere consiglio al proprio medico curante ed evitare l’esposizione al sole durante le terapie.

Una ricetta per sfruttare le note proprietà del ginkgo è quella di una tisana vasotonica.

Vi occorreranno:

ginkgo biloba

Benefici e proprietà del ginkgo biloba

Preparazione. Utilizzate due cucchiai di questa miscela d’erbe da mettere in infusione in un filtro da té in un litro d’acqua bollente per 10-12 minuti e bere la bevanda ancora calda.

Gingko biloba: per saperne di più

Se ti interessa il ginkgo biloba e le sue proprietà e applicazioni, potrebbe esserti utile consultare questi libri e prodotti che ne parlano:

Scopri anche le proprietà di questi frutti e bevande energizzanti:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment