Borse vegan: accessori femminili cruelty free

di Elle del 12 ottobre 2015

Andiamo a scoprire il mondo delle borse vegan, accessori di moda cruelty free che sono sempre più popolari

Quando si sente parlare di vegan, il primo pensiero va inevitabilmente all’alimentazione come scelta di non assumere cibi che contengano proteine di origine animale.

L’essere vegani è uno stile di vita, un’esperienza totalizzante che pone in discussione il proprio modo di vivere, consumare e quindi anche il modo di vestirsi, come si può meglio leggere in questa interessante intervista a Dora Grieco, responsabile del Progetto Vivere Vegan onlus.

In realtà il mondo cruelty-free del veganismo comprende una prospettiva ben più ampia, che si allarga a tutti i settori della vita che possano prevedere una qualche forma di sfruttamento animale, perché si tratta di una vera e propria scelta etica.

Siamo tutti pienamente consapevoli che indossare borse o scarpe realizzate in vera pelle, o in cuoio, o con pellicce vere significa che molti animali sono stati uccisi, in modo più o meno cruento, per soddisfare una nostra esigenza estetica.
Si sta diffondendo nel mondo della moda, anche a livello di nomi noti, la consapevolezza che si possono realizzare accessori fashion e di qualità elevata con materie che non derivano dall’animale.
La moda, insomma, sta sempre più abbracciando ideali ispirati al rispetto dell’universo natura, sino appunto, alle collezioni vegane, cruelty free e vegan friendly.

Anche le borse, accessori immancabili dell’outfit di ogni donna, devono essere scelte con attenzione per evitare di incorrere in materiali che abbiano determinato il maltrattamento animale. D’altra parte il mondo della moda, così creativo ed originale, sembra venire incontro alla filosofia vegan attrezzandosi con articoli in grado di coniugare stile, etica e rispetto dell’ambiente.

Per questo motivo anche la moda e l’abbigliamento sono toccati da vicino da questa filosofia: pelle, cuoio e chiaramente pellicce sono categoricamente bandite a favore di tessuti e materiali che possano soddisfare la vanità umana ed il bisogno di vestirsi senza nuocere ad altre specie animali.

Borse vegan: che materiali vengono utilizzati?

Ma quali sono i materiali di origine non animale utilizzati?
Molti materiali derivano dal riciclo dei rifiuti (bottiglie in pet, ad esempio), altri materiali sono gomma, nylon, stoffe, fibre naturali e fibre sintetiche tra cui lorica, alcantara, vegetan.

Anche i processi di produzione denotano un’attenzione ecologica, evitando ove possibile l’impiego di sostanze chimiche, ad esempio la cucitura sostituisce l’uso di colle e la colorazione avviene con tinture naturali.

Insomma, le borse vegan sono un oggetto di moda ecosostenibile che dice molto di noi e dell’attenzione per chi ci sta attorno.

Borse vegan: le creazioni di Stella Mc Cartney

Tra i nomi dell’alta moda spicca principalmente Stella McCartney, ma a parte i nomi più famosi, cui sono associati prezzi pur sempre elevati, sono reperibili anche su internet bellissime borse assolutamente vegane, robuste, ecologiche e anche piuttosto economiche.  Una tendenza forte specie nel mercato anglosassone, dove troviamo per esempio nomi come Matt&Nat (nella foto), che stanno diventando popolari grazie alle borse ispirate alla filosofia vegan e a costo relativamente accessibile.

Borse Vegan

Borse Vegan: belle le creazioni di Stella Mc Cartney

Chi è sensibile al tema animalista e vegan oggi non è più costretto a scegliere accessori in plastica o in tela.
Queste borse alternative – ovviamente un’alternativa anche per chi non è vegano nella alimentazione – spaziano dalle linee più giovani e sportive, a quelle più trendy fino alle classiche: quindi, chiunque troverà il modello adatto a sé una scelta che garantisce qualità.

Borse vegan: la prima borsa dalle bucce di albicocca, mela e arancia

È il caso dell’ultima novità proposta da un gruppo di ricercatori e designer della Willem Kooning Academie di Rotterdam, che si chiama ‘fruitleather‘. Si tratta di un nuovo materiale composito molto flessibile, ma ottenuto da bucce di albicocche, mele e arance, opportunamente lavorate.

La passione di questo team e la notevole sensibilità per le tematiche degli sprechi alimentari li ha portati per mesi in giro per i mercati ortofrutticoli in cui ritirare tonnellate di frutta e verdura, ormai andate a male, da condurre ad una nuova vita. Dopo aver raccolto oltre 3500 kg di cibo e a seguito di mesi di ricerche, questo gruppo olandese con uno spiccato animo ambientalista ha creato un materiale con cui poter realizzare borse, portafogli e zaini.

Il progetto della prima borsa ricavata dalle bucce è già un dato di fatto anche se manca un brand che possa lanciare questo articolo sulle passerelle della moda internazionale; si tratterebbe di una scommessa vincente visto che permette al contempo di ridurre gli sprechi alimentari, riciclare rifiuti organici e offrire una valida alternativa alla pelle anche per i clienti vegan.  Per ulteriori informazioni su questo progetto invitiamo a visitare il sito ufficiale del progetto.

Borse vegan online su Amazon

Eccovi anche alcuni esempi di borse vegan in vendita online direttamente su Amazon:

Eccovi altri articoli utili  che vi consigliamo di leggere per capire meglio la filosofia  ed i prodotti Vegan:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment