Ambiente

La sabbia vista al microscopio: un mondo di forme e di colori

Ecco cosa contiene la sabbia, svelato da alcune immagini di sorprendente bellezza

Cosa contiene la sabbia, veramente? Una miscellanea di forme e colori inaspettata, se vista al microscopio. Vediamo nel dettaglio questo aspetto curioso e inaspettato di un elemento molto presente nelle nostre estati.

La sabbia vista al microscopio: un mondo di forme e di colori

Quanto l’abbiamo apprezzata da bambini, quando in riva al mare creavamo formine e castelli. O scavavamo buche, creavamo percorsi per giocare con le biglie, incuranti di ‘impanarci’ come una cotoletta.

Già allora sapevamo quanto fosse bella oltre che divertente, benché ad occhio nudo si mostrasse solo una enorme distesa di colori caldi, dal dorato al marrone. Ma vi siete mai chiesti cosa contiene la sabbia, di fatto?

Cosa contiene la sabbia, vista al microscopio?

Oggi possiamo avere un’idea della sua incredibile meraviglia, osservandola al microscopio. Le sue immagini parlano da sole e ci lasciano quasi senza parole. La struttura della sabbia vista al microscopio, infatti, ci può regalare immagini spettacolari e scoperte inaspettate.

Come sanno bene gli appassionati la scienza e di fotografia, oggi esistono microscopi in grado di dare una spettacolare profondità di campo alle immagini, fino ad arrivare ad una definizione in 3D.

Queste meraviglie della composizione della sabbia, tuttavia, sono scoperte fatte quasi per caso, nella ricerca di sviluppare un microscopio sempre più avanzato.

cosa contiene la sabbia vista al microscopio?
Una immagine di sabbia vista la microscopio.

Sfogliare queste foto è come guardare il catalogo di una collezione di perle e monili. Le particelle hanno delle forme incredibilmente belle ed ognuna di esse è il risultato di un processo di trasformazione lungo migliaia, milioni di anni.

Ogni forma, ogni gradazione di colore sembra essere unica. E più aumenta la risoluzione, più unico appare ai nostri occhi ogni singolo granellino di sabbia.

cosa contiene la sabbia?
La sabbia è il risultato di un processo di trasformazione lungo migliaia, milioni di anni.

Ma cosa contiene la sabbia, di fatto?

La composizione dei granelli è la più variegata. Scaglie minerali, granelli di lava, frammenti di resti biologici (coralli, ecc.). Tutti elementi che rispecchiano l’ecosistema biologico e geologico dell’area in cui la sabbia è stata prelevata. Anche per questa ragione, le immagini ingrandite sono molto diverse a seconda del punto in cui la sabbia è stata prelevata.

Purtroppo, sono sempre più visibili anche elementi inquinanti, quali le microplastiche, una delle principali emergenze ambientali da affrontare ai giorni nostri.

Questa considerazione ci offre uno spunto di riflessione apparentemente banale, ma nella pratica trascurato da ciascuno di noi. Dobbiamo sempre osservare con attenzione anche le cose più semplici che abbiamo attorno: è attraverso quelle che è possibile vedere l’universo che vi si cela all’interno.

cosa contiene la sabbia?
La composizione dei granelli è la più variegata: scaglie minerali, granelli di lava, frammenti di resti biologici, coralli, rispecchiano l’ecosistema biologico e geologico dell’area in cui la sabbia è stata prelevata.

Articoli consigliati

Scopri anche questi approfondimenti su meraviglie della Natura e tematiche ambientali:

Claudia Raganà

Classe 1977, romana di nascita, cittadina del mondo di adozione. Una laurea in Economia e un master in mobilità sostenibile in tasca, la aiutano ad approfondire un tema per lei sempre caro, la sostenibilità dello sviluppo economico e la green economy. Ha un'innata passione per la scrittura fin da quando è bambina ed è così che, coniugando le due cose, nel 2012 entra nel mondo di tuttogreen.it. Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare, leggere, stare a contatto con la natura, praticare yoga e sognare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button