Oli essenziali e vegetali

Alla scoperta dell’olio di macadamia, utile per la salute e una bellezza al naturale

A cosa serve questo olio vegetale: gli utilizzi in cucina e in cosmesi

L’olio di macadamia non è molto diffuso in Italia ma in verità scopriremo essere davvero ricco di proprietà benefiche soprattutto per la cura e la bellezza di pelle e capelli.

Alla scoperta dell’olio di macadamia, utile per la salute e una bellezza al naturale

Come alcuni di voi sapranno, è un olio vegetale che si ricava dalla noce delle piante di macadamia di cui è ricca l’Australia. Il suo frutto è buono e l’olio che ne deriva è ricco di acidi grassi benefici, usato sia in cucina sia in cosmesi.

Olio di macadamia cosa è

Per olio di macadamia si intende l’olio che si ricava dall’albero di Macadamia, pianta che cresce a sud del Pacifico.

L’olio vegetale è di colore chiaro, luminoso con un tipico odore grasso. Si tratta di un olio poco viscoso e dall’odore delicato, ricco di acidi grassi, soprattutto acido oleico e palmitoleico  che gli donano proprietà antiossidanti sia per le pelli giovani sia per le pelli mature

L’olio di macadamia riconosce importanti applicazioni anche in ambito alimentare. Il prodotto raffinato si caratterizza per un colore chiaro ambrato e per la bassa acidità, che influisce positivamente sul sapore, molto gradevole e con sfumature di noce.

Come si estrae

L’olio di macadamia si ricava dalla spremitura a freddo delle noci dell’albero di macadamia: il suo nome  deriva da John Mac Adam. E’ un pianta di origine australiana, diffusa in tutto il sud del Pacifico.

Esistono diverse specie di albero di macadamia:

  • Macadamia integrifolia, detta anche noce del Queensland dal nome dello Stato nord-orientale dell’Australia
  • Macadamia ternifolia,
  • Macadamia tetraphylla
  • Macadamia hildebrandii che arriva dall’Indonesia

Ma l’olio si estrae esclusivamente dalla Macadamia integrifolia.
Gli aborigeni conoscevano bene le virtù della noce di macadamia da oltre cinquemila anni, ma a noi occidentali è arrivata soltanto nel 1800.

L’albero di macadamia

Si tratta di un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Proteaceae, comune nelle  foreste sudorientali dell’Australia.

Oggi la macadamia viene coltivata anche in altre parti del mondo, ad esempio alle Hawaii, in Messico e in Africa vista la buona richiesta dei frutti che questo albero produce: le noci di macadamia, chiuse in un guscio duro marrone, sono molto buone da gustare come frutta secca ma soprattutto sono un frutto oleoso da cui estrarre olio alimentare attraverso un processo di pressatura.

Noce di macadamia: composizione

Il seme che si trova all’interno della noce è ricco di acidi grassi benefici, che aiutano a mantenere in salute tutto il corpo.

L’olio che si estrae dalla noce è composto per quasi il 80% di acidi grassi monoinsaturi e insaturi, come segue:

Acidi grassi saturi:

  • 10% di acido palmitico C16:0
  • 5% circa di acido stearico C18:0
  • 4 % circa di acido arachidico C20:0

Acidi grassi insaturi:

  • 25% di acido palmitoleico C16:1
  • 50% circa di acido oleico C18:1
  • 3% circa di acido linoleico C18:2 appartenente al gruppo degli omega 6

L’alta quantità di acidi grassi insaturi come acido oleico e acido palmitoleico lo rende simile all’olio di oliva. Da questo deriva anche la sua ottima proprietà emolliente.

Noce di macadamia: utilizzi in cucina 

L’ olio di macadamia si usa per friggere perché ha un punto di fumo abbastanza alto attorno al 210°C: è quindi una valida alternativa all’olio di girasole, olio di palma o olio di arachidi che hanno un punto di fumo di circa 180 gradi.

Si usa anche  a freddo come olio da tavola e rappresenta una buona alternativa all’olio di oliva, anche se possiede a sua differenza un’elevata presenza di acido palmitoleico. E’ però un olio privo di colesterolo.

Il suo sapore delicato lo rende infine adatto nella preparazione di dolci.

Benefici per la salute

L’olio estratto dalla noce di macadamia, nella sua versione alimentare,  aiuta a mantenere in salute l’organismo, in particolare l’apparato cardiovascolare.

Il ferro, magnesio e le importanti vitamine del gruppo B come niacina e tiamina di cui è ricco favoriscono l’assorbimento dei nutrienti da parte dell’organismo e aiutano l’intestino, favorendo tra l’altro l’evacuazione e quindi contrastando la stipsi.

olio di macadamia
Olio di macadamia: un alleato della bellezza al naturale

Olio di macadamia: uso in cosmesi

Viene utilizzato in cosmesi, per la bellezza di pelle e capelli grazie  ad alcune importanti sue caratteristiche:

  • proprietà emollienti e quindi la sua capacità di ammorbidire la pelle
  • alta concentrazione di acido palmitoleico potente antiossidante che lo rende simile ai lipidi cutanei
  • alta concentrazione di acido linoleico, Omega 3 e Omega 6 lo rendono un potente antiage
  • stabilità ossidativa alta che lo rende ottimo elemento alla base di prodotti cosmetici

L’olio di macadamia appare nella International Nomenclature of Cosmetic Ingredients come Macadamia Integrifolia Seed Oil o Macadamia Ternifolia Seed Oil.

Benefici per la pelle

Viste le tante peculiarità della noce di macadamia, l’olio puro estratto da essa può essere utilizzato come emolliente in caso di pelle secca e screpolata.

Viene poi utilizzato per realizzare prodotti cosmetici ad esempio

  • oli e creme con filtro solare
  • olio da utilizzare dopo l’esposizione al sole o al freddo contro la pelle screpolata
  • scrub e maschere per la cura della pelle del viso
  • creme idratanti e nutrienti per donare elasticità alla pelle del corpo.
  • creme per pelle  mista e grassa perché è capace di riequilibrare la produzione di sebo. L’acido palmitoleico è una sostanza che si trova anche nel sebo e fa sì che questo olio vegetale penetri bene e si assorba molto in fretta, senza la fastidiosa sensazione di unto, non è comedogeno. Qualche goccia di olio di macadamia applicata sul viso e sul collo con movimenti circolari sul viso, idrata la pelle e la rende più elastica.
  • olio per massaggi: essendo un olio di facile assorbimento, viene a volte aggiunto ad altri oli vegetali come quello di avocado, di karité o di oliva, per favorirne l’assorbimento da parte dell’epidermide. Inoltre ha ottime qualità per combattere smagliature e cicatrici nella pelle. Il suo odore un po’ grasso può essere modificato dall’aggiunta di altri oli essenziali come la lavanda.
  • crema antirughe: la sua azione nutriente aiuta a favorire la produzione del collagene per mantenerla tonica ed elastica.
  • per rimuovere i residui di trucco dagli occhi e sul viso, applicata con un batuffolo di cotone
  • per lenire le irritazioni da rasatura, si po’ usare dopo la rasatura per calmare eventuali arrossamenti e per ottenere una pelle liscia, morbida.

Trattamenti di bellezza per la pelle

  • Trattamento per pelle grassa, psoriasi e acne. Applicare l’olio tutti i giorni sul viso, o la crema  a base di macadamia, e massaggiare sul viso e sul collo con movimenti circolari. Per aumentarne l’effetto antisettico e disinfettante è possibile aggiungere qualche goccia di olio essenziale di tea tree
  • Trattamento anticellulite. Per ridurre la pelle a buccia d’arancia e rendere più elastica la pelle  applicare con movimenti circolare una buona dose di olio e massaggiare energicamente. Per migliorare il trattamento utilizzare una spugna di crine naturale. Ottimo se addizionato di olio essenziale di pompelmo.
  • Trattamento smagliature e cicatrici. Per prevenire alcuni inestetismi della pelle come le smagliature o cicatrici che nel tempo non si riparano, massaggiare ogni giorno la parte interessata con olio di macadamia delicatamente, fino ad assorbimento.
olio di macadamia
Le noci di macadamia sono anche un’ottima frutta secca

Benefici per i capelli

L’olio di macadamia è un toccasana per i capelli, soprattutto quelli trattati con colorazioni.

Grazie alle qualità addolcenti riesce infatti a nutrire  a fondo il capello secco e sfibrato. Aiuta a

  • mantenere lucente la chioma, valorizzare il colore e i riflessi dei capelli
  • aiuta a  proteggendola in estate da salsedine e sole, magari mescolando con olio di cocco. Va applicato prima di esporsi al sole, mai durante.
  • contrasta il formarsi delle doppie punte

Inoltre sul cuoio capelluto il suo utilizzo, con massaggi delicati, può attivare la microcircolazione.

Trattamenti di bellezza per capelli

  • Impacco nutriente. Per donare forza e salute ai capelli sfibrati e spenti lasciare in impacco per 15 minuti prima di lavarli come da abitudine, soprattutto sulle punte sfibrate.
  • Impacco sebo-regolatore. Per regolare la produzione di sebo nei capelli grassi massaggiare bene tutta la lunghezza del capello e anche la cute con olio di macadamia e lasciare per circa 15 minuti. Quindi lavare bene con shampoo delicato, come abitudine.
  • Olio anti-crespo. Per i capelli ricci e crespi utilizzare questo olio sui capelli lavati ancora umidi. Applicare una piccola quantità stropicciando i capelli con le mani quindi asciugare con un diffusore per ottenere ricci morbidi e definiti.

Trattamento rinforzante per unghie 

Questo olio si usa anche sulle unghie applicandolo con il pennello pulito dello smalto oppure massaggiandolo con le dita fino ad assorbimento. Rinforza le unghie e va eseguito una volta ogni settimana lasciando le unghie prive di smalto facendole così ben respirare.

Dove si compra

L’olio di macadamia si acquista in erboristeria, si trova a volte in negozi di alimenti bio, ed ovviamente online. Costa tra 10-20  euro ogni 50 ml di olio vegetale purissimo. Si consiglia l’acquisto di olio biologico 100% macadamia ottenuto con spremitura a freddo al fine di mantenere inalterate tutte le sue proprietà.

Una volta aperto, l’olio può essere conservato aperto fino a 2 anni in frigorifero oppure a temperatura ambiente, lontano dalla luce e da fonti di calore, per qualche giorno.

Olio di macadamia: controindicazioni 

L’olio di macadamia non mostra particolari controindicazioni.

Sono piuttosto le noci che possono causare alcuni effetti collaterali come:

  • allergia al frutto o al guscio che può provocare immediato prurito e anche gonfiore
  • causare problemi intestinali e diarrea se consumate in grandi quantità

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close