Risotto al radicchio rosso trevigiano: la ricetta

di Rossella del 10 dicembre 2016

Andiamo alla scoperta di un altro piatto molto adatto a chi segue un regime di dieta vegetariana, la ricetta del risotto al radicchio rosso trevigiano, un classicissimo della cucina veneta.

Ecco la ricetta del risotto al radicchio rosso trevigiano, una qualità di radicchio famosa e molto pregiata, che si coltiva nei dintorni dell'omonima città veneta. Personalmente amo molto il radicchio che ha moltissime proprietà che vi consiglio di scoprire in questo approfondimento dedicato, usi e proprietà del radicchio. Ma ora torniamo alla nostra ricetta cominciando subito dagli ingredienti: vi ricordo che se siete vegani potrete utilizzare margarina e parmigiano vegano.

5 su 1 voto
Preparazione 10 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 30 minuti
Dosi per 4 persone
Calorie 311 kcal

Ingredienti per risotto al radicchio trevigiano

  • 320 grammi di riso superfino Arborio o Carnaroli, meglio biologico
  • 160 grammi di radicchio rosso, o Trevigiana, anche in questo caso se di origine biologica
  • 50 grammi di burro od in alternativa Margarina vegan
  • 1/2 di cipolla
  • 0,5 litri di circa di brodo di verdura, con dado vegetale
  • 1 bicchiere di vino bianco secco

Preparazione

  1. Per prima cosa dovere pulire il radicchio, lavandolo e tagliandolo in striscioline piccole.

  2. Successivamente dovete tritare la cipolla e farla appassire in un tegame insieme al burro (o alla margarina vegetale).

  3. Aggiungete a questo punto il radicchio e il vino bianco e stufate a fuoco basso finché il vino evapora, meglio se coperto.

  4. Aggiungete ora il riso stando attenti a farlo tostare brevemente, dopo di che aggiungete un mestolo di brodo con dado vegetale. Importante, via via che evapora ne va aggiunto altro. Ci vorranno un 15/16 minuti a fuoco medio.

  5. Cotto il riso, spolverate con abbondante parmigiano reggiano o se siete vegani con la variante del parmigiano vegano e mantecate con il burro per 2-3 minuti a fiamma bassa.

Mi raccomando! Servite bello caldo il vostro risotto al radicchio. Buon appetito e gustatevi questa ottima ricetta di risotto!

Risotto al radicchio: ok, ma quale radicchio?

Come dicevamo al principio, stiamo parlando del radicchio rosso di Treviso, coltivato in pochi comuni in provincia di Padova e Venezia, oltre che nella marca trevigiana. E’ il radicchio IGP (Indicazione Geografica Protetta).

Come qualcuno di voi saprà, esistono due varianti di questo radicchio. C’è quello precoce, più ordinario e quello tardivo. Quest’ultimo è decisamente più pregiato, per la sua consistenza croccante e il gusto più deciso, l’inconfondibile gusto amarognolo. Lo riconoscete per la forma delle foglie: lunghe, strette, arricciate verso la punta.

Per il risotto… beh, non c’è bisogno di dirvi che la variante tardiva sarebbe quella da prediligere.

risotto al radicchio

Radicchio precoce: si può usare anche questa varietà per la ricetta del risotto al radicchio rosso trevigiano, ma con la variante tardiva è un’altra cosa.

SCOPRI TUTTE LE NOSTRE: Ricette vegetariane

Se la nostra ricetta del risotto al radicchio rosso trevigiano vi è piaciuta, eccone altre sempre a base di riso che potrebbero interessarvi che vi invitiamo a leggere:

Outbrain

{ 1 comment… read it below or add one }

Leonardo Verin dicembre 11, 2016 alle 1:44 pm

Giusta la precisazione sul radicchio tardivo…

Rispondi

Leave a Comment