Stomatite nei bambini e non solo: quello che c’è da sapere

di La Ica del 18 maggio 2018

Stomatite: di cosa si tratta e come curarla? Scoprite le cause e tutte le cure naturali per questa infezione delle mucose della bocca che interessa anche i bambini e origina da una situazione di immunodepressione e non dalla scarsa igiene dentale come comunemente si crede.

Stomatite nei bambini e non solo: quello che c’è da sapere

La stomatite è un disturbo fastidioso che interessa generalmente le gengive e le mucose della bocca. È convinzione comune che sia dovuta a scarsa igiene, eppure una delle cause più comuni è lo stress.

Particolari trattamenti farmacologici, carenze nella dieta, un sistema immunitario debilitato e squilibri ormonali, sono altrettanto in grado di stimolarne la comparsa.

Vediamo dunque insieme quali sono i rimedi naturali ed i prodotti omeopatici più efficaci per curare quest’infezione dolorosa.

La stomatite aftosa

La stomatite aftosa è un’infezione in cui compaiono delle lesioni, le afte appunto, sia all’interno della bocca, sia nelle labbra, che sulla lingua e nel palato. Le afte possono raggiungere anche 4 mm di grandezza.

Questo disturbo è provocato da vari tipi di virus. Quello più lieve è causato da adenovirus o enterovirus, che portano febbre bassa, mal di gola e la comparsa di afte.

La stomatite erpetica

Più seria è la stomatite erpetica, che è provocata dal virus dell’herpes simplex di tipo 1. 

  • Si comporta come l’herpes per cui, dopo la prima volta, il virus rimane latente e sono possibili recidive.
  • in particolare in periodi di debolezza delle difese immunitarie, come dopo una malattia, o forte stress, e anche durante l’esposizione ai raggi UV.
  • Si manifesta con vescicole a grappolo, presenti in vari punti delle mucose della bocca, ma anche sulla lingua e le gengive, per arrivare alle labbra, che si possono rompere.
  • I linfonodi della gola sono ingrossati e compare sempre la febbre, anche elevata, e può rimanere per diversi giorni.

stomatite

Le cause della stomatite

Fatta salva la stomatite eritematosa e quella erpetica, che sono causate rispettivamente da problemi gastro-intestinali, malattie infettive e dal virus dell’herpes simplex, non si sa esattamente cosa provochi questa affezione delle mucose della bocca

Sembra che la tensione nervosa sia una delle possibili cause. Anche la dieta è un fattore di rischio delle ulcere orali, che può portare ad una defezione del sistema immunitario dovuta all’uso di determinati farmaci o alla carenza di acido folico, vitamina B12 e ferro.

Se le piaghe appaiono sul labbro interno, potrebbero essere provocate da un lavaggio dei denti troppo energico.

Secondo alcune ricerche, sembrerebbe che siano le donne ad essere maggiormente soggette a questo disturbo, specialmente all’inizio del loro periodo mestruale, tranne che nel caso della cosiddetta stomatite da nicotina, che colpisce tutti i fumatori incalliti.

Curiosità: la stomatite spesso si manifesta nei fumatori quando smettono di fumare, mentre non si manifesta nei fumatori attivi. Ciò perché il fumo può determinare un’ipercheratinizzazione dell’epitelio mucoso, che funge da fattore protettivo contro lo sviluppo delle afte. Chiaramente, non vi suggeriamo certo di fumare!

Stomatite sintomi

Le afte hanno di solito una grandezza di circa 2,5 cm (stomatite aftosa)

  • Sono accompagnate da dolore, presente in fase acuta per i primi 3-4 giorni e per un periodo complessivo di al massimo 2 settimane
  • Sono caratterizzate da colore bianco-giallastro e da un alone rosso che le circonda.
  • In alcuni casi, c’è sanguinamento e febbre (stomatite ulcerosa), può provocare sonnolenza e gonfiore ai linfonodi.
  • L’ulcerazione non è contagiosa, ma la tendenza allo sviluppo sembrerebbe essere ereditaria.

L’infezione potrebbe durare fino a due settimane per risolversi completamente, anche se i primi 3 a 4 giorni di solito sono i peggiori.

Leggi anche tutto sulla… Gastrite sintomi e rimedi naturali

Stomatite bambini

Nei bambini le afte possono essere dolorose, soprattutto quelle di origine erpetica, bisogna dunque applicare localmente delle pomate a base di aloe vera, che limitano il fastidio e aiutano la cicatrizzazione.

  • I piccoli saranno ipersensibili ai cibi caldi e avranno poca voglia di mangiare anche per il fastidio alla masticazione, non c’è da preoccuparsi se durante l’infezione non avranno molto appetito.
  • Meglio non forzarli a mangiare e dare loro soprattutto cibi freschi, meglio se in forma liquida, come passati di verdura tiepidi e frullati di frutta.
  • Nei giorni più critici optate per alimenti freddi e dolci. Ad esempio gelato, latte, yogurt, e fateli bere.

Stomatite cura e rimedi naturali

Uno dei rimedi naturali più gettonati per curarla è il tè nero, per sfruttare le virtù dell’acido tannico: vi basta tenere appoggiata, per qualche minuto, una bustina ancora un po’ umida e non troppo calda di tè sulla parte critica.

Un altro aiuto arriva anche dal bicarbonato di sodio: basterà sciogliere un cucchiaino in un bicchiere d’acqua, e utilizzare la soluzione per effettuare degli sciacqui anti-batterici e antivirali.

Similmente, è possibile usare il succo di limone o l’olio essenziale di limone Aggiungetene qualche goccia al bicchiere d’acqua con bicarbonato, per implementare gli effetti sulla stomatite. Sarà per questo stesso motivo, che frutta e verdura ricche di vitamina C sembrino provocare sollievo e accelerare la scomparsa delle ulcere.

stomatite

Consumare cibi ricchi di vitamina C come kiwi, peperoni, arance, broccoli e fragole, accelera il processo di guarigione

Conosci i… Rimedi naturali per herpes labiale

Anche l’infuso di salvia e quello di timo sono ottimi rimedi naturali per facilitare l’assorbimento delle afte.

  • Vi occorreranno solo una manciata di foglie, da lasciare in infusione per almeno 10 minuti in acqua bollente.
  • Una volta pronto, l’infuso andrà filtrato e infine posto sulla parte infiammata, quando ancora tiepido.

In caso di disturbo piuttosto grave, si consiglia l’uso del gel all’aloe vera:

  • oltre a disinfettare, cicatrizza rapidamente la parte colonizzata dalla stomatite

Stesso discorso per i chiodi di garofano e per le foglie di ortica, per cui sono necessari 20 minuti di infusione.

SPECIALE: Ernia ombelicale, quando operarla e come trattarla

I rimedi omeopatici per la stomatite: funzionano?

In generale, le diluizioni più basse (5-7-9 CH) facilitano la secrezione in tempi rapidi, mentre per bloccarne e favorirne il riassorbimento è necessario più tempo, e dunque di dinamizzazioni alte.

  • Per la cura delle suppurazioni concentrate sulla lingua che si accompagnano ad alitosi, è possibile usare un rimedio minerale, l’arsenicum album.
  • Uno dei trattamenti naturali più noti per la cura della stomatite aftosa, è senza dubbio il borax, indicato in particolare per il trattamento delle ulcere dei neonati.

Soffi di… Alitosi? Ecco i rimedi naturali

  • Altrettanto efficace è la calcarea carbonica, mentre chi soffra di stomatite causata dall’herpes, dovrebbe acquistare il nitricum acidum, un acido minerale che viene utilizzato per la cura di diverse tipologie di irritazione.
  • Il mercurius solubilis è un rimedio omeopatico che viene spesso consigliato per curare i disturbi del cavo orale, sia acuti che cronici.
  • se soffrite di stomatite caratterizzata da afte con secrezioni, meglio utilizzare l’hydrastis, che agisce a livello di tutte le mucose.
  • Infine, per i casi più gravi, la medicina alternativa ha messo a disposizione i granuli senza glutine e lattosio di sulphuricum acidum (o olio di vetriolo).
  • Non è altro che l’acido solforico, lo stesso che si forma presso le solfatare. Viene utilizzato per curare traumi, ecchimosi, ansia e dunque anche per le afte, specialmente nei bambini e lattanti  calma le afte con sanguinamento delle gengive, scacciando il dolore gradualmente, nel giro di pochi giorni.

Per trattare la stomatite, in rete trovi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment