Ricette

Zuppa di cavolo nero: ricetta ed ingredienti

La zuppa di cavolo nero è una ricetta invernale buona, sana e nutriente da portare in tavola in ogni occasione. Noi vi proponiamo una versione della classica ricetta toscana leggermente rivisitata e vi spieghiamo come realizzarla in poche e semplici mosse.

Zuppa di cavolo nero: ricetta ed ingredienti

L’inverno è la stagione ideale per riscoprire i piaceri genuini della tavola e una delle ricette più indicate per affrontare al meglio le fredde giornate che questo periodo porta con sé è la zuppa di cavolo nero preparata alla toscana o in altre varianti altrettanto gustose.

zuppa di cavolo nero
Zuppa di cavolo nero: ricetta

Oltre ad essere un ortaggio facilmente reperibile nei mesi invernali e poco costoso, il cavolo nero è ricco di nutrienti fondamentali per il benessere dell’organismo.

Il suo consumo, infatti, assicura un alto apporto di antiossidanti, vitamine, sali minerali e acido folico e un basso contenuto calorico che lo rende perfetto anche nelle diete ipocaloriche. Oltre al cavolo ricordatevi che anche le altre varietà di crucifere, cavolfiori, broccoli e verze, sono verdure invernali ricche di minerali e vitamine e si adattano a diverse preparazioni.

cavolo nero
Zuppa di cavolo nero: ricetta

E’ un antinfiammatorio naturale molto efficace, tanto da essere inserito nella lista di cibi che aiutano a prevenire il cancro. Il suo elevato apporto di vitamina C, inoltre, lo rende un alleato straordinario per stimolare il sistema immunitario e prevenire le classiche malattie da raffreddamento della brutta stagione.

Lo sapevi? I broccoli per aiutare a prevenire il cancro

Per preparare una buona zuppa di cavolo nero potete seguire la classica ricetta toscana che ricorda molto quella della ribollita, dove il cavolo nero è protagonista assieme al cavolo verza, biete e patate.

Noi ve ne proponiamo una versione con qualche ‘variazione sul tema’, semplice e veloce da preparare.

Zuppa di cavolo nero: ingredienti

  • un mazzo di cavolo nero privato dei gambi (circa 150 gr)
  • 1 carota
  • 2 grossi spicchi d’aglio
  • 1 cipolla bionda e 1 costa di sedano
  • qualche foglia di salvia fresca o essiccata
  • 400 gr di fagioli cannellini (in scatola)
  • 250 gr di ceci lessi in scatola
  • 1 l di brodo vegetale
  • 200 gr di passata di pomodoro
  • 1 cucchiaino di sale

Preparazione. In una pentola abbastanza grande e fonda, preparate un soffritto con carote, cipolla, sedano e aglio tagliati a dadini in abbondante olio extra-vergine. Lasciate dorare le verdure a fuoco dolce e nel frattempo, scolati del liquido di vegetazione, schiacciate la metà dei cannellini aiutandovi con una forchetta o con un frullatore ad immersione.

Unite la purea così ottenuta al soffritto e aggiungete la salsa di pomodoro e la salvia. Mescolate e lasciate cuocere per qualche minuto. Bagnate con un mestolo di brodo vegetale e continuate a cuocere a fuoco basso per 15 minuti.

Leggi anche: Curry vegano di patate e cavolo riccio

zuppa di cavolo nero
La zuppa di cavolo nero e ceci è squisita!

A questo punto, unite il cavolo nero, gli altri fagioli e la salvia e fate cuocere a fiamma dolce per 25-30 minuti, mescolando di tanto in tanto e bagnando con un mestolo di brodo vegetale quando si asciuga.

Aggiungete i ceci, scolati e già lessi, e mescolate bene per amalgamare i sapori. Aggiustate di sale, olio extravergine di oliva e pepe nero e servite la zuppa ben calda in una ciotola o in un piatto fondo. A piacere, aggiungete crostini di pane o una spolverata di parmigiano.

Noi di Tuttogreen, vi consigliamo anche un pizzico di curry per dare un tocco ‘indian style‘ alla ricetta. La vostra zuppa di cavolo nero è pronta da gustare!

Provate anche queste altre ricette di zuppe che vi consigliamo:

Se siete appassionati di cucina vegetariana e vegana, provate anche tutte le altre nostre ricette vegetariane.

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio