Kinesiterapia: tecniche principali e benefici

by Maura Lugano on 7 luglio 2016

La kinesiterapia o fisiokinesiterapia è un metodo naturale di trattamento impiegato nell’ambito della fisioterapia con la finalità di recuperare le funzionalità di un arto, di un’articolazione in seguito a frattura o comunque a lesione.

Kinesiterapia, che cos’è di preciso? Per chi pensa che si tratti dell’ennesima moda new age, nulla di più sbagliato. Era già praticata in modo diffuso al tempo degli antichi Greci. L’origine della parola (in greco “terapia che utilizza il movimento“) viene proprio da qui. E non ha smesso di esserlo nei corso dei secoli, fino ai giorni nostri.

Kinesiterapia: i principi base

Essa si basa sulla stimolazione del sistema nervoso e muscolare e quindi, sui meccanismi stessi del movimento. La terapia viene infatti eseguita, in pratica, in due momenti. La terapia del movimento con la ginnastica in forma passiva o attiva, e il massaggio, chiamato massoterapia.

Kinesiterapia: la terapia del movimento

La terapia del movimento consiste in esercizi di ginnastica in forma passiva, cioè impostata e guidata dal terapista, o attiva. In quest’ultimo caso, viene eseguita senza aiuto del terapista a corpo libero o con attrezzi. Oppure anche nell’acqua.

Suggerimento: potrebbe interessarvi approfondire anche le varie medicine alternative

Il lavoro fisico eseguito permette ai muscoli di riprendere la forza e l’elasticità che un trauma ha compromesso.

I risultati di ripresa della normale funzionalità dell’arto si hanno solo se la terapia viene seguita in modo scrupoloso, vale a dire se gli esercizi di movimento vengono ripetuti secondo la frequenza e la durata prescritte.

kinesiterapia

Kinesiterapia: un insieme di tecniche dalle origini antiche

Kinesiterapia: la fase del massaggio

La massoterapia va eseguita per mano di un terapista seguendo un principio di base. Il massaggio parte dalla periferia del corpo per andare verso il cuore e avviene in diverse forme. Vale a dire frizione, pressione, impastamento, vibrazione e percussione. Esso stimola le terminazioni nervose con benefici alla circolazione sanguigna, al tono dei muscoli e lenisce i dolori.

La riabilitazione così eseguita, con rispetto dei tempi e delle modalità, porta a risultato di guarigione senza, tra l’altro, effetti collaterali.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *