Terapie riabilitative

Digitopressione: cos’è e quali benefici

Simile all'agopuntura, alla chiropratica e alla riflessologia, per ottenere benessere psicofisico e salute liberando l'energia bloccata

Alla base di riflessologia plantare, chiropratica, agopuntura e shiatsu si trova la digitopressione, ovvero il do-in. Una tecnica che usa dita, mani, piedi ma anche i gomiti, per apportare benessere psicofisico.
Si tratta di un metodo naturale efficace nel trattamento di svariati disturbi. Andare a stimolare determinati punti del nostro corpo può apportare notevoli benefici.

Digitopressione: cos’è e quali benefici

Andiamo a vedere più nello specifico come funziona e soprattutto quali sono i benefici che apporta.

Cos’è la digitopressione

Basata sugli stessi principi dell’agopuntura, l’obiettivo della digitopressione è quello di dare sollievo a specifici dolori e problemi fisici, e al contempo garantire relax, benessere psicofisico e salute emotiva.

È una tecnica utilizzata da migliaia di anni nella medicina tradizionale cinese, ma è nata in India, ben 7500 anni fa.

In Occidente viene identificata come una terapia alternativa che si avvale della pressione su determinati punti, definiti meridiani, allo scopo di liberare l’energia vitale bloccata (il cosidetto Qi) da infortuni o traumi, anche psicologici.

Ad ognuno di questi ‘canali invisibili’ corrispondono infatti organi o insieme di organi, gli stessi che vengono stimolati tramite l’agopuntura e altre discipline orientali legate alla cura del corpo. Non a caso, la digitopressione viene spesso definita anche “agopuntura senza aghi”.

digitopressione

Come funziona la digitopressione

Tramite l’utilizzo delle dita, ma anche dei palmi delle mani, dei piedi e dei gomiti, l’operatore effettua una pressione su determinati punti. Così facendo, va a ripristinare lo status ottimale psicofisico del paziente.

La pressione delle dita ha infatti il compito di bilanciare l’energia alterata, riportando armonia tra la mente e le emozioni. Comporta dunque benefici non soltanto psicologici, ma anche fisici, dissipando i sintomi di malesseri, sia acuti che cronici.

Può funzionare anche come sistema non convenzionale di prevenzione, tramite la stimolazione del sistema immunitario.

Rilasciando la tensione, allieva infatti il dolore emotivo, stimolando la forza e la consapevolezza di sé. Migliora inoltre l’energia sessuale, tonifica il corpo e lo disintossica dalle tossine. Ulteriori vantaggi si sono riscontrati in caso di perdita di peso.

I benefici della digitopressione

Questa pratica è utile al trattamento di:

Riduce il senso di nausea e il vomito conseguenti anche ad operazioni chirurgiche, cicli di chemioterapia o gravidanza.

Rilasciando endorfine, che provocano un miglioramento dell’umore, aiuta la gestione dello stress e degli stati d’ansia. Ne consegue il fatto che è in grado di alleviare il dolore generalizzato.

Avendo effetti anti-infiammatori su tutto il corpo, è in grado anche di aumentare il livello di energia. Nei bambini, è una pratica dolce utilizzata per curare, ad esempio, la congiuntivite.

Come si pratica la digitopressione

Ci sono diversi modi per effettuare questo tipo di massaggio:

  • il massaggio manuale: è il metodo “classico” che consiste nel premere il punto di pressione con pollice o indice esercitando una sorta di massaggio in senso rotatorio per circa 2-3 minuti
  • la moxibustione che sfrutta il calore sprigionato da coni di artemisia o da appositi sigari applicati in corrispondenza dei punti di pressione
  • l’agopuntura elettronica: un dispositivo localizza in maniera assolutamente precisa il punto da stimolare e va ad esercitare la pressione in maniera meccanica

digitopressione

Il primo sistema può essere eseguito anche autonomamente. Gli altri due necessitano di un operatore professionista.

Benefici della digitopressione

Questa pratica è utile al trattamento di:

  • Mal di testa
  • Dolore lombare
  • Artrite
  • Ansia
  • Depressione
  • Dolori post-operatori

Riduce il senso di nausea e il vomito conseguente ad un’operazione chirurgica, alla chemioterapia o alla gravidanza.

Diminuisce lo stress, rilasciando le endorfine, che provocano un miglioramento dell’umore. Di conseguenza, è in grado di alleviare il dolore generalizzato.
medicine alternative

Avendo effetti anti-infiammatori su tutto il corpo, è in grado anche di aumentare il livello di energia. Nei bambini, è una pratica dolce utilizzata per curare, ad esempio, la congiuntivite.

Digitopressione: la mappa dei punti di pressione

Secondo questa disciplina, i punti terapeutici sono circa 400. Di questi, solo una decina sono quelli più noti in Occidente e, soprattutto, quelli più semplici da raggiungere e sui quali è facile esercitare la pressione con le dita. Vediamone qualcuno un po’ più nello specifico:

  1. Neiguan: a circa 5 cm dal polso, serve per ridurre nausea, vomito e vertigini
  2. Anmian: sotto l’orecchio, nella zona del collo appena prima della mandibola, favorisce il rilassamento ed aiuta a prendere sonno più velocemente
  3. Stomaco 36: noto in Cina come “il punto di longevità”, si trova 4 dita sotto il ginocchio e mezzo pollice verso l’esterno dello stinco. Fare pressione in questo punto garantirebbe un’ampia gamma di benefici tra cui, normalizzare i valori di pressione e glicemia, ridurre le infiammazioni, migliorare la salute del cuore e il sistema digestivo
  4. Punto Hegu: tra pollice e indice, attenua mal di testa, mal di denti, dolori alle spalle, artrite e stitichezza
  5. Terzo occhio: posizionato tra le due sopracciglia, serve per alleviare stanchezza cronica, mal di testa, sinusite e congestione nasale
  6. Zu San Li: situato sotto la rotula, è utile per problemi di stomaco quali diarrea, gonfiore addominale, nausea e digestione
  7. Heart 7: sul lato esterno del polso sotto il mignolo, aiuta a ridurre ansia, stress, insonnia e depressione
  8. Intestino crasso 11: all’estremità esterna della piega del gomito, è un punto di attivazione vitale per il colon. Dona infatti rapido sollievo a problemi come stitichezza e indigestione
  9. Mare della tranquillità: è sullo sterno e serve per gestire le emozioni negative, come l’ansia, la depressione e l’isteria. E’ molto utile anche per rafforzare il sistema immunitario
  10. Shen Men: si trova nella fossa triangolare dell’orecchio. Allevia stress, ansia, depressione, insonnia e aiuta a smettere di fumare.
  11. Pang Guang Shu: è alla base della colonna, in alto a sinistra del coccige, serve per contrastare i dolori mestruali e i dolori lombari
  12. Tai Chong: è sul piede, tra il primo e secondo metatarso. Migliora memoria e concentrazione, ed allevia anche mal di testa e stati di stanchezza
  13. Tianzhu: posizionato ai lati del collo, vicino allo splenio, si rivela efficace per combattere stress, insonnia e stanchezza cronica

Digitopressione del piede

Sotto la pianta e sul dorso del piede si trovano vari punti collegati a determinati organi interni del nostro corpo.

Tutta la parte sinistra del corpo è riflessa sul piede sinistro, viceversa, la parte destra è riflessa sul piede destro. In base al punto toccato, si avverte immediato benessere associato altresì ad un senso di rilassamento e scomparsa del dolore.

Un automassaggio dei piedi di circa 10-15 minuti ogni giorno può favorire il benessere psico-fisico di ognuno di noi.

Basta partire dalla parte interna del piede e toccare tutte le parti del piede fino ad arrivare ad alluce e tallone. Così facendo si vanno a massaggiare gli organi principali.

Digitopressione mano

Esattamente come per i piedi, anche sulla mano si riconoscono determinati punti che, quando sollecitati, donano un senso di immediato benessere. Eccoli nello specifico:

  • il pollice è collegato a tutti gli stati di ansia, mal di testa e depressione
  • la base del pollice è associata a disturbi di tiroide, milza e digestione
  • l’indice combatte paura e delusione, ma anche problemi legati all’intestino e alla digestione in genere
  • il dito medio aiuta a combattere crampi, dolori mestruali e nausee in gravidanza
  • l’anulare è associato a problemi relativi a funzioni polmonari
  • il mignolo: massaggiare il mignolo aiuta a ridurre emicrania, sinusite, mal d’orecchie. Allontana inoltre insicurezza, ansia e preoccupazioni
  • l’attaccatura della mano corrisponde agli organi riproduttivi (ovaie, testicoli, utero e zona pelvica)
  • le zone esterne della mano corrispondono a cuore e fegato

Digitopressione per dimagrire

Chi sta seguendo una dieta ipocalorica per perdere peso, può trovare un valido aiuto in questa tecnica. Non serve a perdere chili di troppo quanto a ridurre il senso di fame. Per questo scopo, i punti da andare a stimolare sono i seguenti:

    • 5 cm circa sotto il ginocchio spostato verso l’esterno. Tenete premuto per 5 minuti. Riduce il senso di fame e migliora i processi digestivi
    • dentro l’incavo del braccio: premete 1 minuto al giorno, in questo modo le funzioni intestinali avranno maggior regolarità
    • sopra il collo del piede, nella parte interna della caviglia. Tenete premuto con il pollice per 1 minuto al giorno aiuta il corpo a drenare i liquidi in eccesso
    • il lobo dell’orecchio: premete e massaggiate dolcemente un paio di volte al giorno per 3 minuti ciascuna. Svolge un effetto calmante e riduce la fame nervosa
    • la fossetta che c’è sul labbro superiore tra naso e bocca: premete per 3 minuti 2 volte al giorno o tutte le volte che si è in preda ad attacchi di fame nervosa

Digitopressione per acufeni

L’acufene, contrariamente a quanto si possa pensare, è un disturbo che non è causato da problemi all’apparato uditivo.

Nella maggior parte dei casi, infatti, questi fastidiosi rumori sono causati da altri fattori all’interno del corpo. Di solito si tratta di malocclusione dentale o patologie a livello della schiena.

Per il trattamento degli acufeni, i punti terapeutici sono:

  • appena sopra e appena sotto il malleolo
  • nella parte superiore della schiena, circa 3 dita sopra l’ascella
  • sul dorso della mano tra il 4° e il 5° dito
  • sull’osso del gomito (la parte esterna)
  • nella parte inferiore dello zigomo

Digitopressione per cervicale

La cervicalgia è uno dei disturbi più diffusi. Nella maggior parte dei casi, questo disturbo è infatti provocato sia dalla cattiva postura che da un accumulo di stress e tensioni che vanno ad irrigidire questa zona del corpo.

Per questa patologia, la pratica va ad agire sul punto Jian Jing o GB21, che è un punto antistress, collocato a una distanza di due dita dalla base esterna del collo sul muscolo trapezio.

Efficace si rivela anche agire sul Pilastro celeste o Tianzhu, due punti di pressione sulla nuca, definiti collettivamente come la colonna celeste o B10.

I punti GB20 o Feng Chi sono un altro paio di punti di pressione che aiutano a rilasciare dolore alla spalla, rigidità del collo e mal di testa da tensione. Denominati anche “porte della coscienza” si trovano nelle cavità appena sotto la base del cranio.

Digitopressione per mal di testa

Secondo la medicina tradizionale cinese, che tra le varie pratiche prevede il massaggio TuiNa e tecniche come la coppettazione, il mal di testa è l’espressione di una energia stagnante o in eccesso in uno o più organi del corpo.

In base al tipo di mal di testa si dovrebbe agire su punti differenti. Qui di seguito indicheremo il punto elettivo in grado di far scomparire la maggior parte delle cefalee.

Si tratta del punto P7, che si trova nella parte interna del polso, e più precisamente, nel solco che si crea tra il radio e il tendine flessore radiale del carpo.

Bisogna esercitare una pressione rotatoria abbastanza forte per 5 minuti su entrambe le braccia. Si deve avvertire un fastidio pungente. In caso contrario significa che non si è identificato il punto corretto.

Digitopressione per ansia e stress

Stiamo parlando di problemi molto comuni e diffusi a causa della vita quotidiana diventata sempre più frenetica. Ecco qui di seguito 3 punti su cui agire con questa pratica, in grado di favorire una condizione mentale ed emotiva di equilibrio e stabilità.

  • HT7 Shenmen, Porta dello Shen: si trova sulla piega del polso, nella parte esterna.
    Molto efficace per il trattamento dell’insonnia e nei momenti di ansia acuta.
    Nei periodi particolarmente stressanti è consigliabile stimolarlo quotidianamente
  • PC6 Neiguan, Barriera interna: 3 dita sotto la piega del polso. Questo punto svolge una potente azione distensiva. Molto utile anche per la cura dei disturbi digestivi e fermare la nausea
  • Yintang, Stanza dei sigilli: tra le due sopracciglia, ha una potente azione rilassante ed allevia anche il mal di testa frontale

Digitopressione per nausea

Il punto molto efficace per fermare la nausea è collocato sul Meridiano del Pericardio. Si chiama PC6 Neiguan, barriera interna.

Per riconoscerlo e localizzarlo, basta porre 3 dita in linea con la linea del polso. Il punto esatto si trova sotto al terzo dito, esattamente al centro, tra i tendini.

Digitopressione e congestione nasale

La congestione nasale è un disturbo molto diffuso che può avere varie origini: dal classico raffreddamento nella stagione influenzale o causato da sbalzi di temperatura alla rinite allergica.

Per liberare il naso, respirare meglio e trovare sollievo è possibile effettuare delle leggere pressioni con i polpastrelli sulle seguenti parti:

  • massaggiate in senso rotatorio il lobo delle orecchie per 10 volte
  • agite dietro il lobo dell’orecchio, all’attaccatura, facendo pressione e rilasciando per 10 volte
  • mantenete una lieve pressione sul ponte del naso, a metà tra le due sopracciglia per circa 1 minuto
  • premete dall’alto la parte di guancia direttamente sotto la pupilla
  • premete la parte inferiore delle narici con movimenti rotatori.

Tutte queste piccole manovre liberano il naso chiuso e vi faranno tornare a respirare meglio.

Digitopressione e mal di schiena

Ecco un altro disturbo molto diffuso e spesso causato dalla eccessiva sedentarietà o dalla cattiva postura. Anche in questo caso può venire in aiuto. Ecco qualche esercizio da poter fare.

A gambe incrociate, premere il piede destro con la mano sinistra e viceversa. Passare la mano avanti e indietro sulla pianta del piede per rilassare i muscoli.

Strofinate poi il pollice al centro del piede e farlo scorrere dal tallone alla punta e viceversa. La striscia laterale rispetto al tallone rappresenta la colonna vertebrale. Andare a stimolare questa zona permette di ridurre tutto il dolore della colonna.

Afferrate la mano destra con la sinistra. Il punto di sollievo è l’articolazione fra pollice e indice, da tener premuta con il pollice sinistro. Esercitate la pressione per 10 secondi circa e ripetere sull’altra mano.

Digitopressione viso

Anche sul viso sono dislocati punti di pressione che, se adeguatamente stimolati, agiscono sull’organo corrispondente apportando benefici in tutto il corpo.

Ma non solo, sul volto migliora anche l’aspetto della pelle, che viene rassodata e si ricreando le condizioni ottimali per la rigenerazione cellulare.

Molti centri estetici utilizzano questa disciplina proprio per trattamenti cosmetici al posto di filler e infiltrazioni di vario genere.

Con buona costanza, anche noi a casa possiamo fare quotidianamente qualche esercizio. Vediamone qualcuno:

  • premere due punti alla attaccatura dei capelli con movimenti circolari per 20 secondi. Questo punto migliora la circolazione e favorisce l’ossigenazione della pelle
  • premere delicatamente gli angoli degli occhi per 20 secondi per 4 volte. Questo va a stimolare la funzione renale, intervenendo così sulla ritenzione idrica e attenuando le borse sotto gli occhi
  • premere e rilasciare la punta del naso per 20 volte. Migliora la digestione
  • eseguire pressioni con movimenti circolari i due punti tra naso e bocca; vanno a stimolare la milza e di conseguenza il sistema immunitario
  • premere delicatamente la fossetta tra bocca e mento per stimolare il pancreas
  • premendo tutti i punti lungo l’osso mascellare la pelle sarà più luminosa

Digitopressione e coliche neonato

Le coliche sono un problema per moltissimi bambini e genitori. Si stima che circa il 10% dei neonati, prima del quarto mese di vita ne soffre. Non esistono farmaci né soluzioni definitive. In genere, le coliche compaiono dopo i pasti. Per alleviare il fastidio al piccolo viene in soccorso la medicina cinese. Ecco come fare.

Si possono fare delle lievi pressioni direttamente sul pancino: usando i polpastrelli di indice, medio e anulare, massaggiate in senso orario la zona attorno all’ombelico, per poi allargarvi poco per volta.

Altrimenti si può agire sui punti dei piedini corrispondenti alla zona dei piedi collegata all’apparato digerente.

Iniziare accarezzando le gambette partendo dalle anche fino arrivare ai piedini e qui, pian piano, iniziare a stimolare con il pollice tutta la pianta, dalle dita al tallone. Fare movimenti circolari e leggeri picchiettii.

Se le coliche sono croniche, provare questi rimedi per almeno una volta al giorno e per 3-4 settimane.

Controindicazioni della digitopressione

Non vi sono particolari controindicazioni legate a questi trattamenti.

Può essere praticata anche sugli animali, ma in genere, chi soffre di neoplasie, artrite, malattie cardiache o croniche, donne in stato di gravidanza o che presentino vene varicose dovrebbero consultare prima il proprio medico.

In genere, durante una seduta si dovrebbe provare un sollievo immediato, o comunque non si dovrebbe avvertire dolore. In tal caso, meglio fermarsi.

Dopo una sessione, alcune persone possono provare fastidio o presentare piccoli lividi nei punti sollecitati.

Altre informazioni

Potrebbero interessarti anche questi approfondimenti:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close