Gemmoterapia: tutto il potere curativo delle gemme in questa medicina naturale

di Maura Lugano del 24 Dicembre 2018

Scopriamo anche quest’altra medicina naturale, la gemmoterapia. Le sue origini, le sue particolarità e soprattutto a che cosa può servire.

Gemmoterapia: tutto il potere curativo delle gemme in questa medicina naturale

La gemmoterapia è una medicina naturale che utilizza i principi curativi delle gemme, dei boccioli, e delle parti giovani di piante e fiori, compreso il fusto e la radice, purché siano in via di formazione.

Queste parti giovani racchiudono l’energia vitale della pianta, un concentrato di vitamine, ormoni ed enzimi che stimolano la capacità di auto-guarigione del corpo umano agendo in particolare sugli organi cosiddetti emuntori, cioè fegato, polmoni, sistema linfatico, intestino ed epidermide.

E’ risaputo che molti animali selvatici si curano da soli mangiando alcune gemme. Anche nel Medioevo l’uomo attingeva, per curarsi, alla farmacia naturale di fiori e gemme.

Gemmoterapia: le origini

La nascita della gemmoterapia vera e propria è comunque un fatto recente, legato agli approfondimenti condotti negli anni ’50 dal medico belga Henry Pol. Ha ottenuto consensi prevalentemente in Francia dove è impiegata come supporto alle terapie farmacologiche poiché è del tutto atossica.

Per preparare il medicamento da assumere – i gemmo-derivati – si raccolgono le parti giovani del fiore e le si sottopone a pulitura, Vengono poi triturate e fatte macerare per la durata di 21 giorni insieme ad alcol a 90° e glicerina in rapporto 1 a 20. La sostanza liquida ottenuta viene fatta decantare, poi filtrata più volte.

In questo modo, si ottiene il macerato glicerico, abbreviato MG, da cui, con successiva diluizione, si ricava il prodotto finale pronto per l’uso, che si può conservare fino a cinque anni dalla preparazione.

I gemmo-derivati vanno assunti dietro prescrizione di un fitoterapeuta, di un medico o di un omeopata e acquistati presso le farmacie omeopatiche. Si assumono diluiti in acqua e, invece di essere deglutiti subito, si trattengono in bocca per almeno un minuto affinché siano assorbiti tramite la lingua.

SPECIALE: Medicina antroposofica, che cos’è e quali benefici porta

gemmoterapia

Una medicina “dolce” e interamente naturale: la gemmoterapia

Gemmoterapia indicazioni

Principalmente la gemmoterapia cura disturbi osteo-articolari, artriti, artrosi, reumatismi, osteoporosi, disturbi respiratori, digestivi, urogenitali, cardiovascolari. A livello di sistema nervoso è utile per depressioni, stati di ansia, esaurimenti e insonnia.

Per fare degli esempi di gemmo-derivati più utilizzati, la rosa canina si impiega per allergie, influenze ed herpes, il rosmarino per i problemi digestivi, la betulla per quelli osteo-articolari e il ribes per quelli a livello uro-genitale.

La gemmoterapia è una medicina naturale utile per lenire e combattere soprattutto malattie croniche più che mali di stagione e vari disturbi senza dover ricorrere alla medicina classica.

Questa disciplina si basa su di una visione ecologica della medicina, in cui cui l’habitat dove convivono vare piante può assumere indirizzo terapeutico.

Gemmoterapia per dimagrire

Ultimamente si fa ricorso alla gemmoterapia anche per dimagrire. I gemmoderivati (comunemente chiamati anche macerati glicerici) sono utili per dimagrire, dato che risvegliano il metabolismo e migliorano l’efficienza di alcuni organi cruciali.

Per questa ragione, sono utili soprattutto quando le nostre strategie per dimagrire arrivano a un punto morto.

Come sempre, ricordiamo che, prima di intraprendere qualsiasi rimedio finalizzato alla perdita di peso, è assolutamente necessario consultare il vostro medico di fiducia ed un dietologo, che vi indicheranno i rimedi più adatti alle vostre esigenze.

Altri approfondimenti utili

Se ti è interessato questo articolo, qui trovi dei libri sulla gemmoterapia:

Infine, se ti interessano le medicine naturali, ti potranno interessare anche questi articoli:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment