Sindrome premestruale: come affrontarla con rimedi naturali

di Elle del 12 gennaio 2017

Per SPM si intende un insieme di sintomi fisici e psicologici, che ben conoscono le donne in età fertile. Dolori addominali e irritabilità sono alcune delle principali manifestazioni. Vediamo come affrontarle con rimedi naturali e sane abitudini.

La sindrome premestruale (SPM) è ormai riconosciuta nel mondo scientifico per il suo corredo di sintomi fisici e psicologici.

Per alcune donne si tratta solo di un fastidio mensile, che precede la comparsa del ciclo. Per altre -alcuni dati parlano del 25% della popolazione femminile italiana in età fertile – invece è un disturbo che incide notevolmente sulle attività quotidiane e sulle relazioni.

Sindrome premestruale: sintomi fisici

Dal punto di vista fisico la SPM si contraddistingue per:

  • senso di gonfiore addominale
  • aumento di peso dovuto all’eventuale ritenzione di liquidi
  • eventuali sintomi cutanei, come acne, comparsa di foruncoli e pelle grassa
  • stipsi
  • gonfiore al seno e indolenzimento
  • dolori muscolari

Cause della sindrome premestruale

La sindrome è dovuta in gran parte ad un naturale squilibrio ormonale che si manifesta durante a fase premestruale, quando il delicato equilibrio viene scompensato, provocando la comparsa dei vari sintomi.

Si verifica un aumento degli estrogeni e della prolattina, che causano dolore e gonfiore al seno, così come ritenzione idrica e aumento di peso.

Gli sbalzi d’umore invece sarebbero correlati all’abbassamento dei livelli di endorfine, dopamina e serotonina, che portano anche ad una carenza di vitamina B6, provocando una lieve depressione, sempre transitoria.

Si tratta sempre di un equilibrio molto delicato che proprio in quei giorni, viene scompensato, provocando la comparsa dei vari sintomi.

Sintomi psicologici della SPM

Anche a livello psicologico si assiste a manifestazioni comportamentali come sbalzi d’umore, irritabilità, insonnia o difficoltà ad addormentarsi, crisi di pianto, ansia, irritabilità ed aggressività, stanchezza e aumento della fame con la ricerca soprattutto di alimenti dolci.

Potrebbero interessarti anche le nostre guide dedicate ai problemi tipici della donna:

Sindrome premestruale: quando inizia?

La SPM si presenta in prossimità del ciclo mestruale, solitamente da 7 a 10 giorni prima dell’inizio del flusso, nella seconda parte del ciclo mestruale (fase luteinica).

I sintomi sono estremamente variabili e possono presentarsi con una maggiore o minore gravità a seconda dei casi.

Sindrome premestruale: durata

Generalmente la comparsa dell’evento mestruale tende a coincidere con la graduale riduzione di questo corredo sintomatologico. Con la fine del ciclo, quindi, si torna alle normali condizioni, sia in termini fisici che emotivi.

Sembra inoltre comune il suo peggioramento nel tempo, per lo stress della vita di oggi e per i naturali cambiamenti ormonali che precedono la fine dell’età fertile.

Per tutti gli stati dolorosi trova i più efficaci… rimedi naturali

Sindrome premestruale: rimedi naturali

Per molte donne può essere utile sapere come affrontare in modo naturale i fastidi o i disturbi tipici di questo periodo.

La carenza di magnesio è uno dei problemi principali della SPM, e sembra sia dovuta all’aldosterone, un ormone che bilancia i sali minerali del corpo. Questo minerale, infatti, svolge un’azione rilassante contrastando i crampi muscolari e i dolori addominali, e limitando il mal di testa.

Lagnocasto, grazie ai suoi principi attivi, costituisce un utile rimedio fitoterapico adatto. In particolare, aiuta ad alleviare sintomi come il gonfiore addominale, l’aumento di peso e l’indolenzimento del seno, riequilibrando il funzionamento ormonale.

Sindrome premestruale: le tisane hanno un effetto depurante e calmante sul corpo.

Sindrome premestruale: le tisane hanno un effetto depurante e calmante.

Via libera anche alle tisane, come quelle a base di melissa, che aiutano a sgonfiare, depurando l’organismo, e hanno un effetto calmante.

Qui trovate alcuni ingredienti naturali da utilizzare per alleviare la SPM:

Abitudini per alleviare la SPM

Alcune buone abitudini aiutano a gestire le manifestazioni sintomatiche di questa sindrome.

  • Eliminate alcolici e bevande come tè e caffè e diminuendo l’assunzione di latticini e zuccheri. Inoltre, mangiare legumi, come la soia (ricca di fitoestrogeni), contribuisce a migliorare la sintomatologia.
  • Riposate con un sonno di almeno 8 ore e fare attività fisica con regolarità costituiscono altre prassi importanti per prevenire tali disturbi.

Lo stile di vita, quindi, può rivelarsi piuttosto determinante nello stabilire la gravità del disturbo o dei fastidi legati al ciclo mestruale.

Sindrome premestruale grave

L’entità di questa sindrome si misura con gli effetti potenzialmente invalidanti che possono verificarsi. Per alcune donne, infatti, si assiste a conseguenze sul piano lavorativo e relazionale. In tali casi, constatata la gravità della situazione, si può procedere ad un approccio terapeutico mirato per ridurre i sintomi e ripristinare un livello di funzionamento ottimale.

LEGGI ANCHE: Analgesici naturali, quali sono i migliori rimedi

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment