Melissa, la pianta dall’aroma di limone che calma l’ansia e aiuta a dormire

di Eryeffe del 23 maggio 2017

Alla scoperta della melissa, una pianta che vanta diverse proprietà antispasmodiche ed antiossidanti, efficace contro insonnia e stress. Scopriamo meglio le sue caratteristiche e alcune ricette che si possono preparare.

Melissa, la pianta dall’aroma di limone che calma l’ansia e aiuta a dormire

Melissa: descrizione della pianta

La melissa (Melissa Officinalis) appartiene alla famiglia delle Labiateae ed è una bella pianta erbacea perenne. Ha una forma cespugliosa e cresce spontaneamente nelle zone ombrose e lungo le siepi.

Diffusa sia in Europa che in Asia occidentale, il fusto di questa pianta può raggiungere gli 80 cm di altezza ed è caratterizzato da una peluria diffusa anche sul fogliame di colore verde intenso. Questo si presenta di forma ovale, con profilo dentellato.

I fiori a calice mutano colore durante la fioritura, passando da un bianco-giallastro al rosa pallido. La fioritura avviene nel periodo tra maggio e agosto.

L’alta concentrazione di oli essenziali fa sì che le sue foglie sprigionino un gradevole aroma (e sapore) di limone.

Origine del nome

La parola melissa deriva dalla radice greca meli che significa miele, indubbiamente per il suo dolce nettare ed il profumo inebriante che attira api e insetti di ogni genere.

Greci, Arabi e Latini ne consigliavano l’uso per calmare stati d’ansia e ne esaltavano i benefici sul sistema nervoso. La descrivevano addirittura come “pianta che rallegra e conforta il cuore”, ideale soprattutto per lenire la malinconia e superare i momenti più critici della vita.

Le proprietà

Pur essendo una bellissima pianta ornamentale, la melissa viene conosciuta ancora oggi per le sue innumerevoli proprietà che la rendono un ottimo rimedio naturale per diversi disturbi. Ciò che si utilizza della melissa sono essenzialmente le foglie.

  • Antinfiammatorio: un infuso a base di foglie di melissa ha proprietà antinfiammatorie per tenere a bada diverse problematiche.
  • Antispasmodico: attenua anche gli spasmi come quelli legati ai dolori mestruali, crampi addominali, colite, ma anche mal di testa e disturbi digestivi.
  • Ha un effetto sedativo: spesso la melissa viene suggerita per calmare gli stati di ansia accompagnati da somatizzazioni a carico dell’apparato gastrointestinale. Inoltre si ottengono ottimi risultati anche per il trattamento dell’insonnia.
  • Antivirale: inoltre grazie alla presenza di acidi polifenolici e polisaccaridi, questo rimedio naturale è particolarmente indicato per la cura dell’herpes.
  • Antiossidante: riduce il rischio dello sviluppo dei radicali liberi probabilmente grazie all’azione dell’acido rosmarinico in esso contenuto.
  • Antitumorale: recenti sperimentazioni stanno invece valutando la possibilità che aiuti nella prevenzione di alcuni tumori a carico del sistema ormonale.
  • Regolarizza il ciclo mestruale: nell’ambito dell’omeopatia, questa pianta è nota per le sue proprietà di regolarizzare il ciclo mestruale.

Controindicazioni

Se assunta in dosi modiche, non presenta effetti collaterali. Controindicazioni sono invece presenti qualora venga assunta in quantità eccessive, dal momento che potrebbe sortire effetti diametralmente opposti a quelli per i quali viene assunta.

In altri termini, anziché risultare calmante, potrebbe risultare blandamente eccitante ed ansiogena. Come di consueto, il consiglio è quello di consultare il proprio medico di base e il farmacista di fiducia riguardo alle dosi ottimali.

Va assolutamente vietata se si soffre di patologie tiroidee, glaucoma o ipersensibilità verso uno dei costituenti della pianta. Bisogna prestare attenzione anche in caso di assunzione contemporanea di altri farmaci.

Curarsi con la melissa

In fitoterapia si usa moltissimo questa pianta per i suoi effetti calmanti, sedativi e antispasmodici. Se ne utilizzano le foglie, raccolte subito prima o durante la fioritura, da consumare in infusione.

Ricetta della tisana di melissa

La tisana è indicata anche per sedare la fame nervosa provocata da stress e stati emotivi particolari. Il blando effetto sedativo lo rende ideale per conciliare il sonno poco prima di andare a letto. Per prepararla utilizzate:

  • 1 cucchiaio di foglie di melissa
  • 1 tazza di acqua bollente

Preparazione. Lasciate le foglie in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua bollente. Una volta filtrato, l’infuso può essere assunto tempestivamente per sedare crampi addominali e rilassare i muscoli.

melissa

Melissa in cucina

Non tutti sanno che le foglie possono essere impiegate in cucina anche come vero e proprio ingrediente di cucina. Difatti possono essere aggiunte nell’insalata, sfruttando il loro sapore simile a quello del limone, con un leggero retrogusto mentolato.

Le potete impiegare per insaporire carne e minestre oppure zuppe di legumi, magari abbinandole al coriandolo o alla menta.

Esiste anche il liquore alla melissa, di cui ora vi proporremo la ricetta.

Ricetta del liquore alla melissa

Per la preparazione del liquore alla melissa serviranno questi ingredienti:

  • 2 pugni di foglie di melissa fresche
  • 300 gr di zucchero
  • 1 litro di alcool a 95°
  • 300 ml di acqua
  • 3 chiodi di garofano
  • cannella
  • scorza di 1 limone

Preparazione. Lavate per bene le foglie di melissa e lasciatele asciugare. In un barattolo a chiusura ermetica mettete tutti gli ingredienti insieme. Chiudetelo e lasciatelo in una stanza soleggiata.

Bisogna agitare il barattolo almeno due volte al giorno. Lasciate che la melissa maceri per bene e dopo circa 3 settimane, filtrate e versate in una bottiglia. Deve stare a riposo almeno per 6 mesi, poi sarà pronto per essere servito.

Coltivazione e cura della pianta

Trattandosi di una pianta assai resistente, può essere coltivata in qualsiasi posizione, preferibilmente in aree semi-ombreggiate, con qualche ora di sole al giorno.

Può essere messa in un vaso o meglio ancora in giardino, in un terreno profondo e leggermente umido.

Non necessita di concimazione essendo una pianta rustica.  Al contrario necessita di abbondanti irrigazioni soprattutto d’estate. In questa stagione dovrete innaffiarla una volta alla settimana, in mancanza di piogge.

Seminata in primavera, la pianta fiorirà in estate. Tra i parassiti bisogna temere gli afidi. Un’altra problematica di cui tener conto è il marciume delle radici, che potrebbe mettere a rischio la sopravvivenza della pianta stessa.

Altre informazioni

Forse ti potrebbe interessare anche altre schede sulle piante officinali adatte a curare l’ansia e l’insonnia:

  • Achillea, guarisce ferite e rassoda la pelle, ma calma anche i dolori mestruali
  • Angelica, usata come antistress, ottima per intestino, l’apparato digerente e regolare la temperatura corporea
  • Alteauna pianta emolliente e lenitiva, per tutte le forme di infiammazione
  • Astragalola pianta anti-stress che stimola il sistema immunitario
  • Camomilla, la bevanda calmante per eccellenza
  • Centaurea, amica della pelle, cicatrizza, calma, e dell’intestino, depura e aiuta la digestione
  • Escolziaamica del sonno
  • Geranio, il suo olio è un ottimo antistress
  • Ginestra, è sedativa e lassativa, utile per depurare l’organismo e regolare la frequenza cardiaca
  • Griffonia, la pianta della felicità, aumenta la serotonina ed è ideale per depressione, ansia e insonnia
  • Lavandafamosa per al profumo, è contemporaneamente tonica e sedativa, per cui calma l’ansia e allevia il mal di testa
  • Levistico, simile al sedano, calma il dolore, è diuretico e disinfettante
  • Malva per tosse, bronchiti, laringiti e raucedine, è emolliente e lenitiva
  • Papaverocalma la tosse e facilita il sonno
  • Passiflorada sempre usata per le sue proprietà terapeutiche calmanti e sedative nei casi si insonnia, stress eccessivo e ansia e dolori mestruali
  • Rosmarino, per stati di affaticamento, di ansia, per curare bronchiti, coliti
  • Schisandra, utile contro lo stress e per stimolare cuore e sistema nervoso.
  • Tiglioè un tranquillante naturale utile per combattere l’insonnia, il nervosismo, ma anche i disturbi delle vie aeree.
  • Valeriana per insonnia e per la disintossicazione da tabacco
  • Verbenala pianta antistress, aiuta e per la digestione e protegge la pelle

Tra i prodotti acquistabili online, ti segnaliamo proprio i semi:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment