Camomilla proprietà, effetti benefici e modi di utilizzo

di Eryeffe del 21 ottobre 2016

Tutto sulla camomilla: le proprietà e i benefici per la salute di questa pianta e dei suoi fiori, i modi per utilizzarla e anche come coltivare la camomilla in casa!

Camomilla, che passione! Dalla famiglia delle Asteraceae deriva una delle piante più diffuse e utilizzate per a scopo medicamentoso, la camonilla, che è particolarmente nota come rimedio molto efficace contro l’insonnia e come calmante naturale. Il suo nome botanico è Matricaria recutita, più comunemente nota come camomilla.

Si tratta di una pianta aromatica spontanea e coltivabile, caratterizzata da foglie esili e oblunghe e da fiori bianchissimi riuniti intorno ad una corolla giallo intenso.

La sua natura rustica e, in alcuni casi, infestante, la rende molto diffusa nei prati di campagna, ad altitudini relativamente basse, e ben si adatta anche a terreni acidi.

I fiori di camomilla possono essere raccolti e fatti essiccare in un vaso di vetro conservato lontano da fonti di luce, purché si stacchino i capolini appena sono colti.

Suggerimento: provare anche le nostre Tisane detox a base di erbe

La storia della camomilla

Il suo profumo simile a quello della mela ne ha ispirato l’origine etimologica che deriva dalle parole greche chamai (‘del terreno’) e melon (‘mela’). La radice latina, invece, è matrix (‘utero’) per via dell’azione calmante che notoriamente la camomilla svolge sui dolori mestruali.

Camomilla proprietà - i fiori di camomilla

Camomilla proprietà: eccovi i fiori di questa pianta

Camomilla proprietà ed effetti

Difficile elencarle tutte… Si tratta, infatti, di una pianta dalle spiccate proprietà antispasmodiche grazie al complesso di flavonoidi e di altri principi attivi che sinergicamente concorrono al rilassamento muscolare e all’eliminazione dei gas intestinali.

Le sue mucillagini la rendono anche un ottimo antinfiammatorio naturale capace di svolgere un’azione lenitiva sulle mucose, mentre l’olio di camomilla è utilizzato come addolcente, calmante e lenitivo per la cura della irritazioni della pelle, esterne e interne.

La camomilla può essere assunta come antidolorifico per combattere nevralgie, mal di testa e dolori cervicali per via dei suoi principi attivi antiflogistici che ne assimilano gli effetti a quelli del cortisone.

Curiosità: sapevate che i fiori non sono solo belli ma anche buoni da mangiare?

Ricetta per preparare un infuso a base di fiori di camomilla essiccati

Di questa preziosa pianta si utilizzano soprattutto i fiori essiccati. Ne basta un cucchiaio messo in infusione in una tazza di acqua bollente per massimo 10 minuti (un consiglio: non lasciare macerare troppo i fiori per evitare che il decotto o la tisana assuma un sapore leggermente astringente).

  • L’infuso può essere bevuto per calmare gli stati nervosi, combattere i malesseri legati alla cattiva digestione, lenire i dolori mestruali, o applicato sugli occhi arrossati imbevendolo delle garze sterili.

La camomilla è usata anche molto in cosmesi naturale. Ecco, ad esempio, come effettuare la pulizia del viso con la camomilla.

Pulizia del viso con la camomilla

In questo caso, vedremo come utilizzare le sue note proprietà detergenti, emollienti e idratanti.

1) Detergente alla camomilla

Per realizzare questo preparato si può utilizzare anche la camomilla in bustina o i capolini, poi occorre procurarsi:

  • 4 cucchiai di fiori essiccati di camomilla oppure 2 bustine
  • 1 cucchiaio di farina di mais
  • 1 tazza d’acqua

Preparazione. Portate a ebollizione l’acqua e versatela in una tazza con ai fiori o le bustine di camomilla e lasciate in infusione per 10 minuti. Togliete la camomilla e fate raffreddare. Prelevate mezza tazza d’infuso e aggiungetevi la farina setacciata, mescolando fino a che non si raggiunge la consistenza di un impasto. A questo punto il detergente è pronto, per utilizzarlo è sufficiente prelevarne un po’ e applicarlo sul viso massaggiando, è opportuno evitare la zona del contorno occhi. Il detergente si elimina con acqua tiepida.

2) Detergente naturale alla camomilla, aloe e cetriolo

Quest’altro detergente si prepara con:

  • 1 tazza di acqua distillata
  • 1 cucchiaio di fiori essiccati di camomilla
  • 2 cucchiai di succo fresco di cetriolo
  • 1 cucchiaio di glicerina vegetale
  • 1 cucchiaio di aloe vera in gel

Preparazione. Portate a ebollizione l’acqua distillata, quindi in un recipiente mettete i fiori di camomilla,versate l’acqua bollente e lasciate in infusione per un’ora. Filtrate e buttate i fiori poi aggiungete il succo di cetriolo, l’aloe vera e la glicerina vegetale e mescolate bene con un cucchiaio di legno. La quantità ottenuta di prodotto basta per una settimana di uso quotidiano. Si consiglia di conservarlo in frigorifero per non più di un mese.

3) Tonico alla camomilla e arancia

Vediamo, infine, per completare la pulizia naturale del viso, un tonico alla camomilla e arancia. Occorrono:

  • 2 cucchiai di vodka
  • 4 gocce di olio essenziale di camomilla
  • 4 gocce di olio essenziale di arancia
  • 4 gocce di olio essenziale di neroli
  • 1,5 tazze di acqua di rose
  • 4 cucchiai di amamelide

Preparazione. Versate in un contenitore spray da almeno 700 ml la vodka e aggiungete tutti gli olii essenziali. Agitate bene, poi aggiungete l’acqua di amamelide e quella di rose, agitate ancora per bene. Lasciate riposare in frigorifero per 48 prima di usare questo tonico. Si applica direttamente sulla pelle del viso asciutta e si lascia assorbire.

SAI COME:

Va evidenziato come la camomilla sia anche relativamente facile da coltivare in vaso. Ecco la nostra guida su come coltivare la camomilla, come conservarla e utilizzarla, oltre alla classica tisana.

Come coltivare la camomilla in casa

Non solo bella da vedere, con i suoi fiorellini profumati, simili a margherite. La camomilla è anche utile per preparare tisane benefiche e rilassanti. Con poche cure è possibile coltivarla in casa. Una piccola impresa che vi può dare davvero grosse soddisfazioni.

Come detto in incipit, la camomilla è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteracee ed è disponibile in due varietà. La comune (Matricaria camomilla) e la romana (Anthemis nobile). 

Entrambe risultano molto simili e possono essere coltivate in tutta Italia sia in vaso che in terra.

Come coltivare la camomilla in casa, i consigli indispensabili

Una volta acquistata, assicuratevi di avere a disposizione un vaso possibilmente in terracotta del diametro di almeno 18 cm e sistematela in un ambiente soleggiato e al riparo dai venti. Il terriccio dovrà essere leggero, sabbioso e ben drenato, al fine di evitare marciumi radicali, così  le innaffiature dovranno essere regolari e mai abbondanti.

Specie all’inizio quando la piantina è ancora piccola, sarà opportuno eliminare le erbacce e in caso di afa eccessiva sistemarla in un ambiente interno.

Verso la fine della primavera, inizio dell’estate, quando i capolini sono “più balsamici” e non sono ancora ben schiusi, potete iniziare la raccolta, prima della sfioritura.

come coltivare la camomilla in casa

Et voilà! Ecco come come coltivare la camomilla in casa

Scegliete giornate non piovose e la sera, quando le piante sono ben asciutte, prive di rugiada per non pregiudicare la successiva essiccazione. I capolini di camomilla vanno posti ad essiccare all’ombra su larghi graticci a maglie fini, in modo da eliminare l’eventuale polvere o altri corpuscoli. Girateli almeno un paio di volte al giorno per facilitarne l’essiccamento. In seguito, potete conservare la vostra Camomilla in vasi di vetro scuro e ben chiusi facendo attenzione alle possibili muffe  che potrebbero formarsi soprattutto i primi giorni.

Con questi semplici consigli, non sarà difficile coltivare la vostra camomilla e sfruttarla per le sue ben note proprietà rilassanti, digestive, antinfiammatorie per lo stomaco e l’intestino, antibatteriche e antimicotiche nonché utile per alleviare i disturbi mestruali.

Vediamo ora oltre alla classica tisana, come può tornarvi utile in altri ambiti.

1) Tisana digestiva alla camomilla

Miscelate 25 g di capolini di Camomilla, 25 g di cumino e 25 g di menta piperita. Mettete in infusione 30 g di questo preparato in un litro di acqua bollente, lasciate in infusione per 20 minuti e filtrate. Consumatene una tazza dopo i pasti principali.

2) Utilizzare la camomilla per la bellezza della chioma

Preparate un infuso con 15 g di fiori in mezzo l di acqua bollente. Trascorsi 20 minuti, filtrate il tutto e utilizzate il giallo infuso per l’ultimo risciacquo dei capelli biondi. Lavaggio dopo lavaggio, vi donerà riflessi dorati, lucenti e un delicato profumo.

3) Rimediare a occhi stanchi e arrossati

Potete fare degli impacchi con delle garze sterili imbevute di un infuso ben concentrato. 

4) Collutorio alla camomilla per stomatiti e afte

Miscelate 5 g di malva, 5 g di Camomilla e 3 g di chiodi di garofano. Preparate un infuso in 100 ml di acqua bollente, trascorsi 20 minuti, lasciate raffreddare e filtrate. Effettuate degli sciacqui con questa tisana colluttorio per 2 – 3 volte al giorno.

Se ti interessa la camomilla e l’impiego delle piante in cucina, nella cosmesi e in fitoterapia, potresti trovare interessanti questi prodotti e questi libri:

I Fiori Cambiano la Vita
Una guida completa per conoscerli, sceglierli e goderne
€ 9.5
Manuale per Salvare i Semi dell'Orto e la Biodiversità - Libro
Scopri e difendi 117 ortaggi, erbe aromatiche e fiori alimentari – Unisciti ai Seed Savers e goditi i miracoli della natura
€ 11.5
Fiori in Cucina - Più colore e gusto ai tuoi piatti - Libro
Come raccogliere e conservare i fiori commestibili – L’equilibrio nella dieta moderna – Tante ricette pratiche – Metodi di coltivazione delle piante da fiore
€ 21.5
Manuale di Fitoterapia
Misteri e poteri delle piante
€ 18

Altre piante della salute da approfondire:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment