Malva: proprietà e benefici per la salute

di Eryeffe del 3 dicembre 2017

Malva: scopriamo questa nuova pianta della salute, con proprietà antinfiammatorie ed emollienti.

La malva è una pianta perenne il cui nome botanico è Malva sylvestris  e fa parte della famiglia delle Malvaceae. È nota sin dall’antichità, lo stesso Ippocrate ne consigliava l’utilizzo per le sue proprietà emollienti e lassative. La vera etimologia del suo nome deriva dal latino “mollire” il cui significato è proprio quello di “ammorbidire”.

Essendo commestibile e molto saporita, questa pianta era considerata anche “cibo dei poveri”.

Malva: descrizione della pianta

La pianta è di piccole dimensioni (50-80 cm) e regala abbondanti fioriture estive, molto diffusa anche nei giardini come pianta ornamentale, sia coltivata che spontanea.

Con l’arrivo della bella stagione, passeggiando nei campi di pianura e collina, è facile imbattersi nei suoi bei fiori rosa-violacei striati, che spiccano dal fogliame cespuglioso verde intenso, ricoperto da una fitta, quanto innocua, peluria.

Le proprietà della malva

Foglie e fiori di malva si raccolgono rispettivamente in primavera ed estate e sono utilizzati nella medicina officinale per il complesso vitaminico e i tanti principi attivi che contengono.

  • Oltre alle mucillagini e l’acido galatturonico, questa pianta è ricca di vitamina A, vitamina C, vitamina B1 vitamina E. Troviamo inoltre il carotene, l’acido caffeico, clorogeico, cumaico, potassio, tannini, flavonoidi.

L’azione combinata di queste sostanze rende la malva un ottimo rimedio naturale. Andiamo a scoprire tutti i suoi benefici:

In cosmesi, questa pianta è utilizzata in prodotti per l’igiene intima e del corpo, creme, dentifrici, colluttori, saponi e prodotti idratanti.

malva proprietà

La malva ha numerose proprietà benefiche per il corpo

La malva fa dimagrire?

Tra le tante proprietà della malva, spiccano sicuramente quelle drenanti e depurative. Questo ha fatto sì che spesso questa pianta venisse considerata erroneamente come un antidoto alla ciccia.

La malva, utilizzata da sola, senza un’attività fisica adeguata e senza una dieta alimentare sana ed equilibrata, non ha proprietà magiche dimagranti.

Se al contrario, decidete di impostare un serio programma di dimagrimento, aiutati e seguiti da un professionista della salute, potete sicuramente abbinarla come utile rimedio per depurarvi e sgonfiarvi dei liquidi in eccesso.

SPECIALE: Scoprite la nostra sezione dedicata alle diete

Malva: usi in cucina

Di questa pianta si possono utilizzare i fiori freschi e i germogli per arricchire le insalate primaverili. Oltretutto i fiorellini sono davvero ornamentali, quindi potete utilizzarli anche semplicemente per decorare risotti e primi piatti.

I fiori possono essere messi sotto sale o sottaceto, mentre alcuni amano mangiare le foglie come se fossero una comune verdura. Ovviamente andranno sbollentati. Potete utilizzarli come ingredienti di zuppe, risotti e minestre.

Decotto di malva

Vi suggeriamo il decotto di malva che è eccellente in caso di colite, tosse, cistite e stitichezza:

  • preparate 1 cucchiaio di foglie e fiori secchi tritati e fate bollire. Poi lasciateli in infusione per 10 minuti in una tazza, coprendo con un coperchio o un panno. Filtrate e bevete. Può essere utilizzato a freddo anche per uso esterno, per fare gargarismi in caso di infiammazioni del cavo orale e lavande per infezioni vaginali.

Suggerimento: scoprite anche la nostra guida alle piante officinali per la fitoterapia

SPECIALE: ecco altre piante della salute:

Color malva

Il color malva è una gradazione del colore viola e si colloca fra il colore lavanda ed il lilla. Può essere usato per tinteggiare le pareti, dando un tocco romantico e delicato, oppure per le tende e i tessuti della casa.

Si tratta di un colore molto riposante, che può dare un tocco distintivo ai vostri interni.

La curiosità: il colore malva in passato ha stuzzicato la sensibilità di tanti pittori e scrittori. In particolare, come spiegato dal libro qui sotto, che prende il titolo proprio da questo fatto, Vladimir Nabokov usava il termine malva (mauve) ben 44 volte più frequentemente rispetto agli altri autori di grandi opere della letteratura mondiale.

Ecco sotto il libro, per chi legge in inglese (ci sembra non esista ancora un’edizione in italiano):

Per concludere, visto che siamo in tema di libri: se ti interessano le virtù delle piante della salute e in particolare di questo fantastico “rimedio della nonna” che è la malva, ecco anche un libro che ne parla:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment