Tisane rilassanti per dormire: le dieci migliori piante

di Eryeffe del 30 luglio 2017

Tisane rilassanti per dormire: abbiamo selezionato per voi le dieci migliori piante con cui prepararvi delle ottime tisane per aiutarvi a riposare e dormire meglio.

Stress, ansia, stanchezza e insonnia sono alcuni dei più comuni – quanto spiacevoli – disturbi che caratterizzano il tram-tram quotidiano della maggior parte di noi. Per ritrovare la serenità e il giusto equilibrio fra mente e corpo, ogni momento della giornata può essere buono per concedersi delle tisane rilassanti a base delle nostre erbe preferite.

Un break di pochi minuti, circa 10 in tutto, per preparare e godersi una tisana rilassante può essere il metodo più efficace e naturale per prendersi cura di sé e concedersi una pausa dal lavoro e dai mille impegni giornalieri.

Combattere lo stress con delle tisane rilassanti significa anche scegliere quella più adatta a noi. In commercio, come sappiamo, ne esistono di tutti i tipi già pronte nelle classiche bustine, essiccate e già miscelate, oppure in fiori, frutti e foglie da miscelare a proprio gradimento.

  • Ciò che dobbiamo valutare nella scelta della tisana rilassante più adatta è il principio attivo contenuto nella pianta e il gusto che le essenze e gli oli essenziali sono in grado di conferire all’infuso.
  • Ovviamente ci si può recare in un qualsiasi supermercato e scegliere tra uno svariato numero di tisane quella che sembra fare al caso nostro, ma il consiglio, almeno le prime volte, è di rivolgersi ad un erborista qualificato che ci guidi nella scelta della miscela più giusta per le nostre esigenze.

Conoscere le proprietà e i principi attivi contenuti nell’erba-base della tisana è importante per godere a pieno dei suoi benefici: per ogni disturbo o malessere, infatti, esiste un’erba specifica in grado di alleviarne i sintomi e riportare la serenità.

Tisane rilassanti per dormire: le dieci migliori piante

Le tisane rilassanti possono essere ottenute da diverse erbe o miscele con proprietà differenti e differenti effetti benefici. Ecco quelle più utilizzate che vi consigliamo:

  1. La malva rilassa corpo e mente, specie se miscelata con ortica, gramigna, verbena e finocchio. Foglie e fiori della malva contengono un prezioso complesso vitaminico e oltre alle note proprietà rilassanti, svolgono sull’organismo un’azione antiinfiammatoria, emolliente e rinfrescante.
  2. La passiflora è una pianta conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà antispasmodiche e rilassanti. Durante la Prima Guerra Mondiale era nota come erba capace di alleviare le ‘angosce di guerra’.
  3. È forse la più conosciuta come calmante naturale, ma la camomilla non è solo utile per conciliare il sonno. Tra le sue tante virtù spiccano le proprietà digestive, antinevralgiche, antispasmodiche, anti-infiammatorie e sedative che ben si prestano ad alleviare anche i dolori mestruali.
  4. Noto anche per le sue proprietà diuretiche, il tiglio è una pianta molto apprezzata per stimolare il sonno, calmare i nervi e sedare l’ansia.
  5. La melissa è indicata per chi soffre di disturbi gastrointerinali – bruciore di stomaco, iperacidità, gonfiore addominale – causati dallo stress. Il suo potere rilassante, infatti, agisce soprattutto sulle pareti dello stomaco e sulle viscere.
  6. La valeriana è il miglior rimedio naturale per la cura dei disturbi del sonno poiché garantisce il buon funzionamento del sistema nervoso centrale.
  7. Chi soffre di palpitazioni e tachicardia di origine nervosa, potrebbe trovare sollievo in una buona tisana rilassante al biancospino noto proprio per le sue proprietà cardioprotettrici e cardiotoniche.
  8. Ecco due erbe quasi ‘magiche’ nella tradizione popolare, cominciamo con la verbena. La leggenda narra che il momento migliore per raccogliere la verbena è la notte del 24 giugno, notte delle streghe (e di San Giovanni). Allontana le angosce e favorisce la serenità interiore.
  9. L’escolzia, nota anche come papavero della California, favorisce il sonno con le sue proprietà miorilassanti, agendo direttamente sul sistema nervoso. Una sola precauzione: utilizzarla con parsimonia perché può dare assuefazione.
  10. E per ultima la lavanda, un vero toccasana naturale per alleviare il mal di testa, i disturbi del sonno e il cattivo umore!

Una buona tisana rilassante è il rimedio naturale ideale per chiudere al meglio una giornata faticosa e prepararsi a un bel sonno rigeneratore.

Suggerimento: che scegliate la bustina o le foglie essiccate da bollire, l’importante è che lasciate in infusione la vostra miscela per qualche minuto, coprendo il bollitore o la tazza con l’apposito coperchio.

Tisane rilassanti per dormire

Eccovi dieci proposte di tisane rilassanti alle erbe da provare subito

Per saperne di più e comprare online

Se vi chiedete dove poter trovare queste dieci erbe anche in vendita online, eccovi le proposte di Macrolibrarsi per averle sempre a disposizione per preparare tisane rilassanti:

Tisana alla Lavanda (Fiori)
Infuso di Piante Officinali – Lavanda Angustifolia
€ 5.85
Biancospino Tisana
Distensivo e rilassante
€ 4.4001
Verbena Odorosa - Infuso
Lippia citriodora – foglie
€ 6.6
Valeriana - Infuso
Radice ( Valeriana officinalis ) per conciliare il sonno
€ 9.15
Melissa Tisana
Tisana rilassante
€ 4.4001
Tisana Fiori di Tiglio e Camomilla - Linden Flower & Chamomile
Heart Center Calm – Un bouquet di camomilla, tiglio e salvia aprono la porta verso la tua calma profonda.
€ 4.9
Camomilla Tisana
Per un dolce sonno
€ 4.4001
Passiflora Foglie 60 gr
Passiflora incarnata sommità
€ 5.86
Tisana Malva
€ 8

Eccovi altri rimedi naturali contro lo stress ed il nervosismo che vi consigliamo di provare in aggiunta alla proposta delle nostre tisane rilassanti:

Ed eccovi anche le nostre guide ad altre piante medicinali e piante della salute:

Outbrain

{ 2 comments… read them below or add one }

Luca luglio 28, 2017 alle 9:21 am

Salve, ho letto un articolo su questo sito sulle tisane rilassanti, e penso ci sia un errore: c’è scritto che la verbena è nota anche come papavero della California, ma quella è l’escolzia.

Rispondi

Erica luglio 30, 2017 alle 7:43 am

Hai ragione, ho corretto, grazie!

Rispondi

Leave a Comment